Archivi della categoria: Giovanissimi Regionali Elite

Week-end biancorosso, 9 e 10 Aprile 2016

Il campionato degli Juniores Regionali va serenamente verso la conclusione. Dopo ben due settimane di riposo tra sosta pasquale e sosta per il ritiro del Palestrina, la Lodigiani affronterà sul campo amico il Nuova Aureliana. Se i ragazzi di mister Caterino, nell’ultimo turno giocato contro il Borghesiana, hanno ritrovato il sorriso dopo un lungo digiuno, il campionato della Nuova Aureliana è assai mesto: terzultima a 14 punti, ha ben poche speranze di arrivare a -8 entro la fine del campionato dalla sestultima del girone, la Pro Calcio Cecchina, che di punti diretti ne ha 28. Il regolamento parla chiaro: terzultima e sestultima si possono affrontare ai playout se il divario non è superiore agli 8 punti. Anche quartultima e quintultima distano 8 punti entrambe, e per una squadra che ha vinto solo 4 partite per pareggiarne appena 2 (una contro di noi all’andata), appare assai difficile sperare in un miracolo sportivo con appena cinque giornate a disposizione. Per il mister biancorosso ci sarà l’opportunità sia di dare più spazio a coloro che hanno giocato meno, sia per fare una sana quanto giusta rotazione. In fondo, la pressione agonistica è pari allo zero.

Poca pressione agonistica anche per gli Allievi Élite. Per loro le giornate ancora da giocare sono appena tre e il turno di domenica ci vedrà di fronte al San Lorenzo. Si tratta della penultima partita in trasferta, da giocare con grande tranquillità. Parlando del collettivo biancorosso in generale, è stato veramente difficile fare pronostici partita per partita perché la discontinuità nei risultati, indipendentemente dalla caratura dell’avversario affrontato, è stato il fattore determinante di questa stagione. Risulta veramente difficile interpretare dalla palla di vetro come potrà andare a finire la partita contro il San Lorenzo, per quanto sia possibile stabilire un termometro delle motivazioni. La Lodigiani non deve più guardarsi alle spalle e al massimo può essere la quinta forza del campionato. Il San Lorenzo ha un rassicurante +4 dalla zona playout e può, anch’esso giocare con una certa scioltezza, per quanto qualche punticino in più possa sempre far comodo. Anche i nostri prossimi avversari hanno fatto della discontinuità un loro connotato permanente, per quanto, al netto di tutto, è stato il girone di ritorno quello che ha garantito la via della salvezza. Ci si aspetta una gara piacevole e senza eccessivi tatticismi.

Gli Allievi Fascia B Élite possono mangiarsi le mani per i punti buttati al vento nell’ultimo turno contro l’Atletico 2000. Anche se 4 punti di distacco dalla Vigor Perconti e dalla Polisportiva Carso non sono nulla di impossibile, non è neanche sensato complicarsi la vita da soli. Di sicuro nessuno si è rilassato o cullato sugli allori; tuttavia, talvolta è bene avere quel pizzico di concentrazione in più per essere più performanti e più precisi in area avversaria. Il prossimo turno appare assai alla portata, pur con le dovute molle: si va in casa del San Donato Pontino, e la trasferta presenta qualche incognita. Se è vero che i pontini sono all’ultimo posto della graduatoria con 16 punti, viaggiano a una sola lunghezza dai playout e anche altre squadre di fondo classifica sono ben alla portata. Partendo dall’assioma che ogni trasferta in terra latinense è potenzialmente portatrice di insidie, è bene non confidare troppo sul gap di classifica e dare del proprio meglio sin dal primo minuto non solo per segnare per primi, ma per chiudere definitivamente la partita. Per carità, la Lodigiani non perde da 16 punti e serve un super San Donato per metterci nei guai. Però è sempre bene non fidarsi. Nelle ultime 11 partite il San Donato ha vinto una sola volta, mentre nell’arco della stagione i successi sono stati quattro, così come i segni “X”. La Lodigiani deve riprendere a marciare con passo svelto, altre distrazioni non sono più consentite se si vuole pensare in grande.

Mister Santucci ha le idee chiare sui suoi Giovanissimi Élite: la Vigor Perconti non molla, e per questo anche noi dobbiamo tenere sempre la guardia alta e giocare alla grande, con ritmi alti sin dal primissimo minuto, come accaduto nella strabordante vittoria in casa del Racing. Anche quando da noi arrivano avversari ormai indifferenti alla classifica, dobbiamo ricordarci che noi abbiamo in mano la nostra sorte e solo noi possiamo perdere il primato strameritato di questo girone. Staremo a vedere. Intanto dobbiamo preparare al meglio la sfida del Campo C contro la Romulea, settima in classifica con 38 punti. Grazie ai convincenti risultati maturati in quest’ultimo spezzone di campionato, gli amaranto oro possono concludere con grande tranquillità questo campionato. Ovviamente non dobbiamo fare l’errore di aspettarci un avversario alla buona, anche perché il collettivo ospite sta mostrando un buono stato di forma. Tutto ciò non ha nulla a che vedere con i nostri 10 successi consecutivi, indicatori di una Lodigiani se non perfetta comunque molto motivata e con cattiveria da vendere. Il pronostico è tutto dalla nostra, il fiato sul collo della Vigor Perconti è fastidioso ma non determinante nel condizionare l’andamento delle nostre gare. Manca veramente poco e poi potremo cominciare a ragionare su obiettivi più ambiziosi.

I Giovanissimi Fascia B, dopo la non esaltante sconfitta nel big match casalingo contro l’Urbetevere, devono fare i conti con svariati fattori non esaltanti: il mal di scontri diretti del girone di ritorno, la mancanza di quel qualcosa in più rispetto ai nostri avversari di pari valore e ora ci si mette di mezzo un fattore proibitivo come il match in casa di una Lazio lanciatissima e in forma. All’andata vincemmo noi uno scontro difficilissimo, ora è inutile negare che partiamo con gli sfavori della cabala benché non manchino le possibilità di fare il colpaccio. Per noi si tratta dell’ultimo big match prima della fine del campionato, e sarà fondamentale, se non vincere, almeno non uscire sconfitti, in attesa dei big-match dei prossimi turni ai quali potremo guardare da lontano come spettatori interessati. Partiamo da alcune certezze statistiche: la Lazio non ha mai perso né pareggiato in casa, maturando in trasferta le uniche due sconfitte stagionali (una contro di noi, una contro l’Urbetevere); la Lazio ha due punti più di noi e possiede il miglior attacco del girone (94 gol segnati, contro gli 82 della Lodigiani), e, soprattutto, la miglior difesa con 9 reti incassate (13 ne ha prese la Lodigiani). Probabilmente affronteremo la squadra più forte del girone, benché la classifica non dica questo, e una delle naturali pretendenti alla vittoria finale. Noi possiamo fare molto più di qualcosa: intanto giocare da Lodigiani e non da squadra qualsiasi. Oltre a ciò, servono più cattiveria agonistica e più motivazione. La fortuna non è nella ruota, ma nelle nostre mani.

Giovanili, Sabato storto e Domenica di sorrisi

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – OSTIA MARE 1-1. All’Ostia Mare risultiamo veramente indigesti: dopo la nostra vittoria capolavoro all’andata, fermiamo i biancoviola riprendendoli sul rettilineo finale, proprio quando gli ospiti stavano gustando la loro vendetta sportiva. La nostra partita non inizia in maniera brillante, e dopo due minuti, da un calcio di punizione, veniamo castigati da Belardelli. Nonostante lo stacco iniziale dei biancoviola, nel primo tempo la partita è veramente gradevole, con diverse buone occasioni da rete dall’una e dall’altra parte. A somme fatte, il match si mantiene in equilibrio. Nella ripresa la Lodigiani mette il turbo e l’Ostia Mare inizia ad apparire in difficoltà, se non alle corde in taluni istanti. In tale ottica, il pareggio alla mezzora di Romani appare meritato quanto sacrosanto. L’Ostia, sull’1-1, non c’è più, e rischia veramente di capitolare. Finisce 1-1. Per quanto inutili a fini della classifica, è bene rimarcare come ai punti avremmo vinto nettamente questo match. Bravi i ragazzi che, per l’ennesima volta, hanno dimostrato di saper giocare meglio con le squadre di alta classifica. Nonostante ciò, non vincendo da qualche turno, andiamo a 38 punti, alla pari della Polisportiva Carso (1-3 sul campo della Pro Calcio Tor Sapienza) e veniamo superati di due lunghezze dal Certosa, vittorioso per 2-1 sul San Lorenzo. Proprio quest’ultima squadra sarà la nostra avversaria, in trasferta, domenica prossima.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – ATLETICO 2000 1-1. Nel dizionario questa partita si trova alla lettera “O”, voce “Occasioni mancate”. Può una squadra lanciatissima e con grandi obiettivi di classifica dominare la partita, passare in vantaggio, mancare più occasioni per chiuderla e poi farsi pareggiare tornando a casa con le pive nel sacco? Purtroppo a noi è accaduto ma l’amaro, e anche il bello, del calcio consiste proprio in questo. Finiremo necessariamente terzi? Non è detto, ma la situazione si complica e sarebbe bello partire nei playoff con qualche piccolo benefit in più rispetto alla “dotazione base”. Passando al match, come anticipato, la Lodigiani parte benone, anche se in un’occasione l’Atletico può far male. Tuttavia, a dispetto di 3-4 azioni pericolose prodotte, la Lodigiani ci mette ben 34 minuti a passare e lo fa con Ambrosecchio, lesto e opportunista nell’approfittare di un intervento non propriamente ineccepibile del portiere ospite. Nella prima metà della ripresa la Lodigiani fa di tutto per raddoppiare ma, al primo squillo degli ospiti al minuto 24 la nostra difesa si fa trovare impreparata e Mattia viene beffato: 1-1. La Lodigiani potrebbe persino subire il sorpasso ospite, la traversa e un po’ di fortuna ci aiutano ma, nei minuti finali, la nostra sfuriata riaccende le speranze. Ciò nonostante, non era la nostra gara e finisce in parità. Allunghiamo la nostra mega-striscia positiva ma rimuginiamo e non poco. Rimaniamo terzi, i punti sono 45 e abbiamo perso un’occasione: la Vigor Perconti non va oltre lo 0-0 casalingo col Ceprano e resta a +4. Ne approfitta la Polisportiva Carso che, con non poco merito, aggancia il primato grazie alla vittoria tra le mura amiche contro la Romulea per 1-0. La sensazione è che non tutto sia perso. Sabato prossimo non si deve sbagliare in casa del San Donato Pontino fanalino di coda.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, RACING CLUB – LODIGIANI 1-3. Il vero raggio di sole di questo fine settimana arriva da Tor San Lorenzo, dove una Lodigiani inarrivabile mostra i muscoli e, se tutto andrà bene, ha buone chances di portare il primo trofeo alla Borghesiana dal 2005, playoff permettendo. Tutti sanno quanto ne abbiamo bisogno. Temevamo la freschezza e l’entusiasmo del Racing, ma la Lodigiani non si è fatta impressionare e né mancare nulla, persino qualche brivido a inizio gara. Qualcosa di suo ci ha messo anche il Racing, specie quando, dopo appena due minuti, la Lodigiani trova un gol facile facile grazie alla disattenta difesa gialloverde e a un Nascimben freddo e preciso: 0-1. Alla prima occasione, un eurogol di Manca all’8° minuto riporta tutto in equilibrio. La Lodigiani attacca senza sosta, ma deve passare quasi mezzora finché, grazie a una deviazione assai fortuita, Di Cataldo trova la rete da calcio di punizione. Nella ripresa passa sì e no un minuto quando Bonifazi inventa un gol alla Messi e chiude virtualmente la partita. La Lodigiani non rischia quasi niente, tiene sempre il baricentro alto e alla fine porta a casa un risultato preziosissimo. I tre punti ci fanno restare in testa alla classifica con 72 punti. Confidavamo in un capitombolo della Vigor Perconti sul campo della Polisportiva Carso nella partita pomeridiana, ma anche i blaugrana sono stati bravissimi e continuano a rimanere a poca distanza con due punti in meno rispetto a noi. Prossima giornata, la terzultima, si giocherà in casa contro la Romulea.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – URBETEVERE 0-1. Una sconfitta che non ci voleva, una gara preparata male, tecnici sin troppo prudenti nelle dichiarazioni pre-partita e, infine, l’unico risultato che poteva maturare senza quella caratteristica tipica di tutte le squadre vincenti: la fame. Abbiamo sempre elogiato i nostri ragazzi, e non saremo noi a tirargli la croce addosso, perché ce la mettono sempre tutta. Però, certe partite, più che per caratteristiche tecniche, si perdono a causa di fattori mentali volti a un complesso di grande squadra mancata. Se un Rivetta, dalle righe di Gazzetta Regionale, può dire che noi non siamo superiori all’Urbetevere per mettere già le mani avanti prima del match, noi avremmo voluto rispondere “perché no?”. Siamo stati primi per buona parte del campionato, ci siamo giocati tutti gli scontri diretti, talvolta vincendo, talvolta perdendo. Insomma, anche quest’anno manca la mentalità da club vincente. D’altronde dal 2005 la bacheca è ancora vuota, mentre i trofei storici sono diventati dei soprammobili per gatti nei container della Borghesiana. Se queste sono le cose, la distanza di opinioni sulle motivazioni nell’ indossare la maglia della Lodigiani oggi, apparsa sulle righe del Fatto Quotidiano, non ha ragione di essere, perché i risultati sono quelli che si vedono anno dopo anno: squadre forti, ben organizzate, ma ancora inferiori all’Urbetevere di turno. Poi sì, si sa che i tifosi, quei quattro cani randagi che sono rimasti, sono qui solo a far polemica: d’altronde che volete? Ci hanno tolto, negli anni, la prima squadra, un settore giovanile vincente, ora il simbolo e i colori sulle maglie (stranamente ripescati in questo fine settimana), il sito internet, il materiale sportivo. Scusate se non facciamo i salti di gioia nel vedere zero prospettive all’orizzonte e ci troviamo sempre a commentare occasioni mancate come questa. Scusandoci per aver approfittato di questo spazio, la cronaca. Nel primo tempo, nonostante un buon atteggiamento tattico, le poche occasioni migliori sono ad appannaggio dell’Urbetevere, tutte concluse con un nulla di fatto. Nel secondo tempo, a parte un nostro breve break, tira sempre la stessa aria, fino alla logica conseguenza: al 21°l’ottimo Ragni trova il tempo giusto per scaricare un tiro esteticamente ineccepibile e insaccare il nostro portiere. È il gol partita. Proviamo a reagire in un paio di occasioni, ma il divario resta e il triplice fischio è amaro. Finisce 0-1, e ora la situazione dei biancorossi si complica tremendamente. La Lodigiani resta a 51 punti, passa in terza posizione e ora ha 5 lunghezze di distacco dall’Urbetevere, ormai difficilmente raggiungibile. La Lazio batte 1-7 un nullo Cinecittà Bettini e va al secondo posto a 53 punti. La Tor Tre Teste, quinta a 47 punti, batte il Frosinone per 1-0 e ci fa un gran favore, poiché i ciociari restano dietri di noi di un punto. Nel prossimo turno ci sarà Lazio-Lodigiani. Qualcuno vuole mettere le mani avanti anche questa volta?

Week-end biancorosso, 2 e 3 Aprile 2016

Dopo la ritrovata vittoria di due settimane fa contro il Borghesiana e una corroborante pausa pasquale, gli Juniores Regionali osservano un ulteriore turno di riposo a causa del ritiro del Palestrina dal campionato. Di loro torneremo a parlare tra una settimana per presentare la gara casalinga contro il Nuova Aureliana.

Divertimento di fine campionato per gli Allievi Élite: dopo lo stop non edificante contro l’Albalonga, la squadra dei nostri ’99 cerca nuovi stimoli contro un avversario di alta classifica, quell’Ostia Mare già battuto clamorosamente nella gara d’andata (fu la nostra prima impresa del campionato) e che, potenzialmente, ha ancora qualche esigua speranza di agganciare i playoff. Ci piace pensare che forse, se i biancoviola non arriveranno alla post-season, il vero sgambetto glielo abbiamo fatto noi, ma la realtà è un po’ più complessa: l’Ostia, squadra competitiva e inserita nel novero delle favorite a inizio stagione, si è complicata da sola il proprio cammino, fermandosi in troppi scontri diretti e prendendosi il lusso di non vincere per ben 4 partite a metà stagione, un peccato assolutamente non possibile per una big. Non ha particolari demeriti la squadra nel suo complesso, poiché quando le gare non sono andate nel verso giusto, la colpa è stata spartita tra un po’ tutti i reparti; coì come in pochi potevano prevedere una Romulea così arcigna e in palla per l’intero arco del campionato. Questioni che, tutto sommato, non ci riguardano. Nella nostra situazione, ormai, si gioca partita per partita: la passione per il gioco deve sempre prevalere su tutto; se poi arriva qualcosa in più, ne siamo tutti lieti.

La Lodigiani Allievi Fascia B Élite è stata padrona del proprio destino nelle ultime settimane, gestendolo in maniera responsabile, addirittura spettacolare in alcuni casi. Ovviamente nulla ci viene regalato, e la partita dell’ultimo turno sul campo della Romulea, vinta con un pirotecnico 3-4, ne è stata la dimostrazione lampante. I turni da giocare ancora sono molto pochi, appena 6, ma con la quasi certezza dei playoff, ormai, è giusto guardare ai 4 punti di distanza dalla capolista Vigor Perconti e ai 2 dalla Polisportiva Carso, seconda in classifica. È tutto il campionato che, con vicende alterne, inseguiamo; ora, i nodi verranno necessariamente al pettine. Le prime due della classe si devono ancora scontrare tra di loro, e il fiato sul collo della Lodigiani inizia a far sentire un soffio di umido. Svolti tutti i compiti egregiamente dai ragazzi di Scardini, ora sono proprio Vigor e Carso ad avere tutto da perdere dalla nostra costanza. Intendiamoci: nemmeno i nostri prossimi ospiti, ovvero i ragazzi dell’Atletico 2000, ci regaleranno nulla. Loro, con il sesto posto e 29 punti, possono già ampiamente affermare di aver svolto il loro onesto, e talvolta soddisfacente, campionato: bisognerà capire se prevarrà l’indole della squadra già appagata oppure quella del gruppo ormai senza pressioni e quindi in grado di giocarsela con leggerezza ed entusiasmo. Ciò che non deve mancare è il nostro impegno, ma su questo il mister può dormire su numerosi guanciali. Non senza vizio di narcisismo, ci piace contare, ogni volta, le nostre gare consecutive da imbattuti: ormai siamo a 15, e puntiamo alle 16. Su 20 turni giocati, che dite, è un buon risultato?

Potrebbe essere l’ultimo ostacolo verso il primato del girone, l’ultima vera prova del nove prima di un cammino più leggero: parliamo della sfida in trasferta dei Giovanissimi Élite contro il Racing Club, squadra forte con alle spalle un club organizzatissimo e in costante ascesa: la compagine di Tor San Lorenzo ha fin qui disputato un campionato impressionante per una matricola, culminato con l’attuale quarto posto in graduatoria e un bottino niente male di 43 punti. Direttore generale del club e vera mente del successo dei gialloverdi è una nostra vecchia conoscenza, quell’Andrea Viola che ha militato per lunghi anni con la nostra squadra e al quale auspichiamo un ritorno da noi in qualità di dirigente in futuro. Nella vita non si sa mai, e con l’occasione lo salutiamo. Tornando alla partita, dicevamo della forza di questa autentica sorpresa del campionato: le nove sconfitte fin qui patite sono state compensate da ben 13 vittorie e 4 pareggi. I nostri avversari sono sia prolifici in attacco (41 reti segnate), sia solidi in difesa (24 le reti subite). Il Racing è reduce da quattro vittorie consecutive, cartina tornasole di un ottimo momento di forma. Fiore all’occhiello della stagione i due pareggi contro il Tor di Quinto, mentre anche noi, all’andata, soffrimmo non poco per avere ragione di questo gruppo. Per la Lodigiani, forse reduce da una certa fatica denotata nell’ultima apparizione, dovrebbe risultare salutare il turno di sosta pasquale appena osservato. Ovviamente il punto non è tanto recuperare la forma ottimale, ma riuscire a reggere l’urto psicologico del costante inseguimento della Vigor Perconti, distante appena due punti dalla Lodigiani. Si tratta di stringere i denti e superare anche questo svoglio.

Prova del nove anche per i Giovanissimi Fascia B Élite, chiamati alla sfida delicatissima in casa contro l’Urbetevere, probabilmente il vero momento clou della nostra stagione. Lungi dal far pressione psicologica ai nostri ragazzi, ma la situazione parla chiaro: l’Urbetevere capolista dista appena due punti da noi, e una nostra vittoria con un buon punteggio ci favorirebbe anche in ottica scontri diretti (all’andata perdemmo, con rammarico, appena per 2-1). Un nostro stop, mezzo o intero non importa, potrebbe con ogni probabilità favorire sia la Lazio che il Frosinone (anche se quest’ultimo è atteso in casa di una Tor Tre Teste le cui motivazioni residue sono tutte da tarare). Insomma, non abbiamo scelta e puntiamo tutto sulla forza e sulla maturità del nostro gruppo. Per quanto resti tutto confinato nell’ambito della pura cabala, sono un po’ troppe partite e ben due stagioni che nelle categorie che contano perdiamo consecutivamente contro il club di Via della Pisana, nonostante a volte fossimo stati noi i favoriti dal pronostico. Sulla partita dura e cruda trattasi, ovviamente, di uno scontro tra titani: 53 punti contro 51, l’Urbetevere ha fin qui perso una sola volta in tutta la stagione (contro le nostre tre sconfitte) ma ha “perso punti” (diciamo così) a causa di due pareggi, tutti in ottica scontri diretti. La Lodigiani ha un attacco che fin qui ha prodotto 82 reti contro le 73 dei gialloblu, mentre la nostra difesa è stata “bucata” 12 volte contro le 13 dei nostri futuri avversari. Per quanto non abbiamo nessuna possibilità nello scegliere il risultato, siamo già convinti di una gara sensazionale da parte dei nostri ragazzi: abbiamo tutti una fiducia veramente cieca nei loro confronti!

Giovanili, il rischio è il loro mestiere

JUNIORES REGIONALI, LODIGIANI – BORGHESIANA 1-0. A completare il Sabato positivo delle nostre giovanili c’è la Juniores che, dopo sei turni a digiuno, finalmente ritrova il sorriso e la strada dei tre punti per poter passare una serena pasqua. Ovviamente il Borghesiana non ha regalato nulla, ma la Lodigiani ha dimostrato forza anche nel reparto arretrato. Lasciamo alla cronaca di Antonio tutti i dettagli.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, ALBALONGA – LODIGIANI 3-1. Chiamatela pigrizia, chiamatela rilassamento di fine stagione, ma la sofferenza in trasferta contro le medio-piccole squadre ha origini lontane. Non basta una gara agonisticamente valida (la Lodigiani non ha assolutamente demeritato) per sfatare un piccolo tabu non dannoso per la classifica, ma comunque fastidioso. La Lodigiani parte benissimo, vuole far sua la partita dal primo minuto ma ne bastano otto per il vantaggio, grazie alla rete agevole segnata da Lume. Partita in discesa? Macché. Alla mezzora, quando i biancorossi sembrano controllare la gara, un errore difensivo rimette le sorti della partita in perfetta parità. La beffa arriva nella ripresa, quando Bertucci firma il controsorpasso sfruttando una giornata complessivamente non felicissima per la nostra difesa. La Lodigiani prova a mettere il cuore oltre l’ostacolo, ma la sua aggressività viene punita negli ultimi minuti in perfetto contropiede. 3-1 e tutti a casa. La Lodigiani resta a 37 punti e subisce l’aggancio del Certosa, che ottiene un buon punto sull’Ostiamare in trasferta. La Polisportiva Carso perde in casa con la Romulea e non si smuove dai suoi 35 punti. Si torna in campo il 3 Aprile in casa contro l’Ostia Mare.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, ROMULEA – LODIGIANI 3-4. Dopo una partita del genere, e a ormai 6 gare dalla conclusione della stagione regolare, appare chiarissimo che la Lodigiani è già virtualmente nei pay-off. E non potrebbe essere diversamente: la Lodigiani va due volte in svantaggio, soffre, ribalta il punteggio, soffre nuovamente ma poi porta a casa tre punti più pesanti del piombo. La partita non inizia assolutamente bene per la squadra di Scardini. Dopo due minuti appena, infatti, l’arbitro concede un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di mano, e Falanga realizza con autorevolezza. Passano appena tre minuti e una Lodigiani più reattiva che mai pareggia grazie a un comodissimo tap-in di Ciccotti. La Romulea non ci sta, sa di giocarsi tutto in una gara e riparte di slancio. La pressione sortisce i suoi frutti alla mezzora, quando De Chiara sfrutta un pallone accorrente in area. La Romulea prova addirittura a calare il tris, ma bravo il nostro portiere a impedirlo. Il secondo tempo permette alla Lodigiani di ritrovarsi e, subito in apertura, il calcio di rigore è per noi, e Riolo non sbaglia: 2-2. Stavolta è la Lodigiani a mettere la sesta marcia, e all’ottavo Ambrosecchio porta per la prima volta avanti la Lodigiani: 2-3. La Lodigiani rischia qualcosa ma una mano ai locali la dà l’arbitro, concedendo un rigore discutibile, trasformato ancora da Falanga al 20°. La Lodigiani non ci sta e comincia a spingere a testa bassa: alla mezzora Ambrosecchio, grazie alle sue doti offensive, trova l’ispirazione per il definitivo 3-4. Il ragazzo biancorosso si sta riscoprendo, giornata dopo giornata, sempre più uomo partita. Col fischio finale inizia la festa, tinta di biancorosso. Il colpo da maestro chiude praticamente qualsiasi velleità di rimonta sul nostro posto, fissato a 44 punti con la Romulea prima inseguitrice a 35. Interessantissima la situazione avanti: la Vigor Perconti non va oltre l’-1 sul campo del Giardinetti e resta prima a 48 punti; non molla la Polisportiva Carso, seconda a 46 punti, che si impone, in un’altra bella sfida, per 2-3 sul campo dell’Aprilia. Insomma, tutto può veramente succedere. Si torna in campo il 2 Aprile con la sfida tra Lodigiani e Atletico 2000.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – CEPRANO 2-1. Forse è la stanchezza a farsi sentire, tutte le grandi di questo campionato non stanno dando il massimo e, talvolta (Tor di Quinto) possono anche prendere inaspettate batoste. La Lodigiani è andata vicino non tanto a una batosta, quanto a uno stop che avrebbe potuto avere conseguenze molto imprevedibili. È vero, non si può sempre pretendere di vincere ma, data la nostra posizione, è bene fare un ultimo sforzo e arrivare incolumi a fine campionato per poter preservare il nostro preziosissimo primo posto. Il Ceprano, complice anche una nostra giornata non perfetta, merita i complimenti per come è sceso in campo alla Borghesiana: dopo 12 minuti i ciociari vanno subito in vantaggio grazie ad un tiro di Bartolomeo. Ci si potrebbe aspettare la reazione veemente della Lodigiani, ma essa arriva in sordina, forse a causa di un atteggiamento di sufficienza non usuale per i nostri. A inizio ripresa serve una scossa del mister e una perla di Bonifazi per riequilibrare le sorti del match. Ciò nonostante, la risposta della Lodigiani non arriva come si deve e il Ceprano continua a giocare la sua partita senza farsi intimorire. Solo nei minuti finali la Lodigiani riesce ad alzare significativamente il baricentro e, sfruttando un po’ la paura degli ospiti, trova nel primo minuto di recupero la realizzazione di Vergine, match-winner di questa contesa. Ovviamente l’esultanza è triplicata, anche perché questi tre punti pesano come macigni: la Lodigiani va a 69 punti e, complice il 3-0 subito dal Tor di Quinto ad opera dei Vigili Urbani, ottiene con larghissimo anticipo la certezza di non essere più agguantata al terzo posto, per quanto tale dato ormai fosse una formalità. Chi non molla è la Vigor Perconti a 67 punti, grazie alla vittoria in casa contro l’Atletico 2000 col nostro medesimo punteggio: forse i blaugrana non hanno sofferto come noi, ma qualche sudore freddo c’è stato sicuramente anche a quei lidi. Ora un turno fondamentale di riposo per le festività pasquali e poi si torna in campo contro il Racing Club, per una partita per nulla scontata e dove dovremo dare battaglia.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, CITTÀ DI CIAMPINO – LODIGIANI 0-4. Serviva una vittoria nell’intermezzo tra Frosinone e Urbetevere, e vittoria è stata. La Lodigiani ha già voltato pagina e, al di là del risultato abbastanza scontato, dimostra, soprattutto con un buon primo tempo, quella grinta necessaria per affrontare con la giusta forza di spirito le prossime delicatissime sfide. Già, il primo tempo: bastano due minuti a Proietti per approfittare della prima sbandata della difesa ciampinese e mettere le cose in chiaro. Subito in vantaggio, i biancorossi continuano la loro opera di spinta propulsiva, trovando il raddoppio grazie al solito quanto immenso Di Chio. Con la gara già nelle proprie mani, in fase di ripresa del gioco, la Lodigiani ha solo qualche attimo di deconcentrazione, prima di ripartire più aggressiva di prima. Dopo 13 minuti Maurizi chiude la partita, e serve giusto per gli almanacchi la realizzazione del 4-0 di Arezzini dopo un’azione confusa in area rossoblu. Come da copione, quindi, arrivano i tre punti e, come da copione, in questo turno non ci sono sorprese. La Lodigiani resta seconda a 51 punti, all’inseguimento dell’Urbetevere che dista appena due punti, in attesa del big match del prossimo turno, programmato il 2 Aprile alla Borghesiana: i gialloblu hanno piegato con scioltezza, per 4-0, il Cinecittà Bettini. Ad un punto da noi restano la Lazio (esagerato 13-0 casalingo contro l’Anzio) e il Frosinone (4-0 al Futbolclub), mentre la Tor Tre Teste, quinta a 44 punti, dimostra di essere pronta per la prossima sfida casalinga contro il Frosinone, battendo per 0-6 l’Atletico 2000.

Week-end biancorosso, 19 e 20 Marzo 2016

Il digiuno degli Juniores Regionali comincia a diventare lungo quanto assai insolito. Eravamo abituati a veder vincere regolarmente questa squadra, e ora sorprende la continua mancanza di feeling con i tre punti. Delle note positive ci sono sempre, comunque. Dalla gara di Ciampino è emerso l’ottimo inserimento del ’99 Romani, così come, rispetto alle ultime uscite, ha convinto lo spirito di squadra: non si vista la Lodigiani rinunciataria degli ultimi turni, ma un collettivo consapevole dei propri mezzi e in cerca di un riscatto. Ora, chiaramente, bisognerà attendere nuovi sviluppi e sperare di sbloccarci anche dal punto di vista del mero risultato. Il prossimo ospite alla Borghesiana è…il Borghesiana; non servono altre parole per capire che si tratta di una sorta di derby. Ovviamente le motivazioni sono ben diverse: la Lodigiani ormai staziona in zone anonime di metà classifica, mentre il Borghesiana è alla ricerca disperata di punti salvezza, occupando la quintultima piazza con appena 19 punti. In avvio di campionato i nostri prossimi avversari hanno collezionato una serie con addirittura 9 sconfitte consecutive, salvo ritrovarsi e diventare più competitivi nella seconda fase del torneo. Sicuramente sul nostro campo non arriverà una squadra né battuta in partenza e né demotivata. La nostra motivazione, invece, consiste tutta nel ritrovare il nostro orgoglio perso un po’ per strada.

Passo in avanti, passo falso, mezzo passetto, pian piano si sta concludendo la stagione dei nostri Allievi Élite chiamati alle ultime cinque gare prima dello “sciogliete le righe” che segnerà la fine del percorso biancorosso per molti (tutti?) i componenti della rosa. In queste ultime apparizioni è evidente una certa stanchezza, unita a un accenno di rilassamento a causa di una classifica comunque abbastanza serena. Chi non può definirsi tranquillo è il nostro prossimo avversario, l’Albalonga, che contro di noi giocherà in casa una partita chiave per tirarsi fuori dalla delicatissima zona play-out. I castellani, infatti, sono quintultimi a 27 punti (10 di distanza dalla Lodigiani), con la quartultima dietro di un punto e quattro squadre davanti che possono ancora essere raggiunte con qualche risultato utile. L’Albalonga ha giocato un gran seconda parte di stagione, perdendo solo un paio di volte nelle ultime 12 apparizioni e avvicinandosi passo dopo passo alla salvezza nonostante una partenza in campionato tutt’altro che brillante. Se da una parte è errato affermare che siamo sfavoriti, è anche vero che è lecito aspettarsi dagli avversari una spinta emotiva maggiore rispetto ai nostri ragazzi. Resta una gara a pronostico aperto, dove abbiamo buone chances per spuntarla.

Dopo tanta sofferenza all’ultimo turno contro l’Aprilia, con una vittoria molto difficile in sorpasso, ora per gli Allievi Élite Fascia B arriva il momento della verità, o almeno uno dei momenti verità. Il prossimo avversario, infatti, è l’unico che ha ancora qualche possibilità per spodestarci dal terzo posto e scalciarci via dalla zona playoff. Si tratta della Romulea, squadra che in questi ultimi turni sta dando veramente il meglio di sé. Noi la ricordiamo per averci costretto a un mezzo stop all’andata alla Borghesiana (la partita finì col punteggio di 1-1). Ovviamente, in quella fase, non c’era ancora la miglior Lodigiani, ma potremmo dire neanche la miglior Romulea. Bene sempre ricordarlo, la Lodigiani, dopo Sabato scorso, è arrivata al suo quattordicesimo turno utile consecutivo. Di contro, la Romulea ha ottenuto 18 punti su 21 nelle ultime sette apparizioni. Parliamo, quindi, di un avversario in grande stato di forma. Va detto che tutte le ultime vittorie giallorosse non sono arrivate contro avversari di alta caratura, ma a volte basta il morale alle stelle per colmare un po’ di gap. La Lodigiani potrebbe anche permettersi qualche calcolo e accontentarsi di un pareggio che terrebbe a sei punti di distanza i nostri avversari, senza dover temere particolarmente un ritorno della Tor Tre Teste. Tuttavia, poiché la Lodigiani ha grandi chances per concludere al secondo posto, distante due punti, è bene tentare ogni carta possibile per arrivare ai tre punti. Per quanto la scaramanzia ci impedisce di immaginarlo, una nostra sconfitta ci renderebbe molto esposti alla Romulea, con tre punti appena di distacco e gli scontri diretti sfavorevoli ai nostri. Si tratta, quindi, di tirare fuori gli artigli e graffiare sul serio.

Cinque turni ancora e i Giovanissimi Élite potranno sapere a che gioco giocheranno nei playoff. Se l’inaspettata sconfitta del Tor di Quinto in casa domenica scorsa ci ha consegnato la quasi certezza di non poter più essere raggiunti dalla squadra di via del Baiardo, oramai rimane il testa a testa con la Vigor Perconti per il primato assoluto del girone: due soli punti di vantaggio per noi ma scontri diretti sfavorevoli. Ergo, giusto per essere sicuri, bisogna vincerle tutte fino alla fine, cosa assolutamente non impossibile per i nostri ragazzi. La prossima partita casalinga ci vedrà in casa contro il Ceprano, squadra decima in classifica a 30 punti. I ciociari stanno disputando, fin qui, un ottimo campionato e cercano, in tutte le maniere possibili, di rimanere estranei al giro playout, per quanto il margine con la quintultima sia di appena tre punti. Troppo pochi, indubbiamente. Certo, al netto dei valori espressi dalle due squadre, appare molto difficile che la tanta differenza tecnica non incida sul risultato finale della gara. La Lodigiani vince da 8 gare consecutive e, in tutto il campionato, ha subìto solo tre battute d’arresto, l’ultima contro la Vigor Perconti 9 giornate fa. Il Ceprano, invece, nonostante la vittoria di domenica scorsa per 2-0 contro la Spes Montesacro, non è mai riuscito a trovare quella continuità necessaria per trarsi, una volta per tutte, d’impaccio dalla zona calde della classifica. Da parte nostra, ci aspettiamo dai ragazzi un’altra grande partita, possibilmente condita da tre punti ormai pesantissimi.

Se da una parte i nostri Giovanissimi Fascia B Élite devono fare i conti col risveglio nella realtà, dopo la sconfitta beffarda nello contro diretto contro il Frosinone, maturata in pieno recupero, dall’altra devono fare quadrato, tener duro, continuare a essere consapevoli della loro forza e insistere nel condurre con entusiasmo questo torneo partita dopo partita. Ci sono altre sfide da giocare, ci saranno altri scontri diretti che, inevitabilmente, ci favoriranno. Neanche a dirlo, la partita chiave della stagione sarà quella in casa contro l’Urbetevere, ma intanto è bene concentrarsi sul Città di Ciampino, di cui saremo ospiti sabato. Va detta una cosa: tolte le prime cinque squadre del campionato, tutte le altre non sembrano veramente attrezzate per tenere il passo, perdono regolarmente contro le prime della classe e devono giocare un campionato un po’ a sé. Questo senza presunzione alcuna, sono i risultati ad offrire questi dati. Il Città di Ciampino, per esempio, ha sempre perso contro le prime sette del campionato, trovando i suoi 22 punti contro avversari di maggior portata. I ciampinesi, bene o male, dovrebbero salvarsi senza nessun patema. Ciò non vuol dire che ci regaleranno la partita, anzi, ma dobbiamo essere assolutamente noi, solo noi, ad avere delle vere motivazioni quando si scenderà in campo. Da segnalare, anche in questo turno, la mancanza completa di scontri diretti tra le grandi del girone.

Giovanili, un week-end di passione e sofferenza

JUNIORES REGIONALI, CITTA’ DI CIAMPINO-LODIGIANI 3-2. Nel momento in cui scriviamo non siamo ancora a conoscenza del contenuto dello scritto di Antonio. In attesa della fedele cronaca, bisogna constatare la sesta partita consecutiva dei biancorossi a digiuno di vittorie. Il punteggio lascia intendere una partita non a senso unico, ma chiaramente aspettiamo con curiosità di saperne di più.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – PRO CALCIO FERENTINO 0-0. Poco da dire: la Lodigiani continua il suo momento di forma mediocre e non riesce ad andare oltre al risultato a reti bianche, rendendo così il bicchiere mezzo vuoto. Per carità, nulla obbligava tassativamente e disperatamente i biancorossi a cercare la vittoria, ma l’impressione è che, a poche giornate dalla fine, la stanchezza agonistica si stia facendo sentire. Di contro, chi ride è la Pro Calcio Ferentino, dimostratasi squadra quadrata e all’occorrenza anche piuttosto insidiosa. Per i nostri avversari si tratta di un’altra perla stagionale: se si fosse trattato di una sfida a eliminazione diretta con andata e ritorno, sarebbero passati loro. Pochi i cenni veramente interessanti di classifica. La Lodigiani va a 37 punti e rimane davanti al Certosa di un punto (altro 0-0 casalingo per i neroverdi, contro l’Albalonga), mentre la Polisportiva Carso perde clamorosamente per 3-2 contro lo Sporting Città di Fiumicino e resta a quota 35. A 5 giornate dalla fine, la Lodigiani ha 10 punti di vantaggio sulla zona playout. Per la matematica ormai solo una questione di poco tempo. Domenica prossima trasferta sul campo dell’Albalonga.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – APRILIA 2-1. Di solito, nelle anticipazioni del Giovedì, siamo abbastanza precisi nell’indovinare una parte delle dinamiche che poi regolarmente avvengono durante il turno di campionato. Lo avevamo detto: in questo girone nessuno regala niente, e l’Aprilia è stata la conferma di questa regola. Le rondinelle ci hanno fatto prendere un bello spavento, giocando un primo tempo aggressivo e lasciando pochi spazi ai biancorossi. Di sicuro non ha agevolato il gol incassato al 17° da Follo. Con l’Aprilia in vantaggio gli spazi si chiudono ulteriormente. La Lodigiani prova a reagire, ma solo nel secondo tempo trova il bandolo della matassa. Nella seconda frazione, infatti, l’atteggiamento più spregiudicato appare abbastanza evidente, per quanto il pareggio di Ambrosecchio al 15° tutto era tranne scontato. Solo sul punteggio di 1-1 la Lodigiani riprende il suo gioco abituale, e punta direttamente ai tre punti. Ciò avviene al 23° grazie al solito Lico, tra i trascinatori di questa squadra. Passato lo spavento (che serva da lezione…), la Lodigiani potrebbe anche aumentare il divario, ma il punteggio non cambia: 2-1. Tra la Lodigiani e i playoff, ormai, l’unico ostacolo rimanente si chiama Romulea, nostra prossima avversaria, sabato prossimo in trasferta: infatti la Lodigiani resta terza a 41 punti, mentre la Polisportiva Carso resta seconda a 43 grazie alla vittoria casalinga di misura sulla Tor Tre Teste per 1-0; i rossoblu, fermi a 32 punti, sono ormai fuori dai giochi, mentre la Romulea, quarta a 35, punterà tutto sulla battaglia di Sabato prossimo. Serve la miglior Lodigiani, ma è solo un ultimo sforzo richiesto prima di avere maggiori sicurezze.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, ANAGNI-LODIGIANI 1-2. A dispetto del punteggio e del copione della gara, la Lodigiani ha ampiamente meritato di portare a casa i tre punti, giocando una partita di attacco contro un avversario comunque ben disposto e mai domo. I ciociari, infatti, sono scesi in campo con l’atteggiamento di chi sta giocando la partita della vita. Ciò non ha sconvolto la Lodigiani che, con molta pazienza, ha cercato di tessere la ragnatela per incastrare l’avversario al primo passo falso. Dopo un primo tempo incredibilmente a reti bianche, la partita riesce a sbloccarsi solo in fase avanzata del secondo tempo, con la realizzazione di Rodi. Come accade più o meno sempre in questi casi, la squadra sfavorita che vede violata la propria porta per la prima volta, difficilmente riesce a ritrovare il bandolo della matassa. Così passano pochi minuti e arriva diretto il raddoppio, meritato, di Nascimben. La pratica potrebbe definirsi anche chiusa, ma, verso la fine della partita, Antonacci sorprende la nostra difesa regalando una rete utile solo per la gloria. La Lodigiani resta al primo posto e adesso, a cinque giornate dalla fine, i punti sono 66. La Vigor Perconti non molla, e nonostante la vittoria striminzita per 0-1 sul campo della Fortitudo. Rimane attaccata al nostro polpaccio con 64 punti. Il Tor di Quinto perde clamorosamente in casa per 0-1 contro il Città di Ciampino, resta a 56 punti e con ogni probabilità chiuderà la stagione regolare al terzo posto. Domenica prossima ci sarà Lodigiani-Ceprano.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, LODIGIANI-FROSINONE 1-2. Un gol all’ultimo minuto ci condanna a un campionato molto più complicato del previsto per poter aspirare ai play-off. Una Lodigiani più in affanno del solito sembrava, fino alla fine, già abbastanza appagata nel portare un punto a casa, dopo una partita passata a rincorrere contro un Frosinone dinamico e agguerrito. Nel primo tempo, infatti, sono proprio i ciociari a passare dopo dieci minuti con Mattei. Nonostante la partita si mette subito male, la Lodigiani trova il piglio per reagire, dimostra di crederci e perviene al pareggio alla mezzora con Maurizi. La partita resta combattuta anche nella ripresa. Le due squadre si sfidano a viso aperto ma il Frosinone sembra possedere quella marcia in più mancante ai nostri. Ciò nonostante, il gol beffa a tempo praticamente scaduto di Di Bono ci riporta sulla terra con uno come uno schiaffo di rara precisione. Ovviamente, data la mancanza di altri scontri diretti, perdiamo il primato: l’Urbetevere non fa nessuna fatica a strapazzare l’Anzio in casa propria per 0-5 e va a 50 punti, mentre noi diventiamo inseguitori a 48. Il Frosinone è ora a 47, assieme alla Lazio (0-5 al Futbolclub). Il cammino è ora in salita e dobbiamo subito riscattarci: l’occasione è il prossimo turno, dove si va sul campo del Città di Ciampino.

Week-end biancorosso, 12 e 13 Marzo 2016

“Quando le cose cominciano ad andare storte non ti preoccupare, andranno sempre peggio”. Un celebre aforisma in stile Legge di Murphy potrebbe adattarsi benissimo agli Juniores Regionali, ormai insolitamente digiuni di vittorie da cinque turni. Ovviamente il ritorno sulla terra dei biancorossi ha coinciso con un atteggiamento rinunciatario e talvolta disfattista di qualche elemento, anche se la maggior parte del collettivo resta a fianco del mister nel tentativo di salvare l’orgoglio di squadra. Certo, tra squalifiche immeritate e altri fattori negativi, appare difficile, ora come ora, andare a sbancare un campo ostico come quello del Città di Ciampino, squadra che ci precede di quattro punti. Il “bello” di tutto ciò è che i Ciampinesi sono stati dietro di noi in classifica praticamente per tutto il campionato, salvo sorpassarci nel nostro momento di maggior appannamento. Tra l’altro i rossoblu, su 9 partite in casa, ne hanno vinte ben 7, pareggiandone e perdendone una. Oggettivamente, se ci si dovesse affidare alle sensazioni e alla condizione di forma, la Lodigiani dovrebbe avere ben poche speranze. Da parte nostra sappiamo come ogni momento sia buono per risalire la china. I ragazzi hanno le qualità e devono solo trovare una buona occasione per sbloccarsi e tornare alla vittoria.

Anche se gli Allievi Regionali Elite hanno definito chiuso il discorso playout da diverso tempo (discorso effettivamente assurdo per una squadra quinta in classifica), data la forbice comunque stretta a causa della classifica corta, non sarebbe per nulla male incamerare ancora qualche vittoria e proiettarci verso una situazione di tranquillità assoluta. Probabilmente una vittoria a San Donato Pontino avrebbe già chiuso anche quel minimo di apprensione rimasta, ma non è con la distopia che si costruiscono i fatti. Contro le piccole-medie squadre si soffre in trasferta, ed è un dato di fatto. Il prossimo avversario alla Borghesiana già ci ha fatto passare non pochi momenti antipatici in occasione della gara di andata, sorprendendoci e imponendosi per 2-0: parliamo della Pro Calcio Ferentino, squadra che, rispetto alla gara di andata, è in una posizione leggermente più tranquilla, con 29 punti e la consapevolezza di avere un collettivo con tutte le carte in tavola per ottenere una salvezza agevole. Inutile a dirlo, rimangono di gran lunga gli ospiti quelli più esposti a rischi di classifica. Pur non vantando una gran continuità in termini di risultati, gli amaranto di tanto in tanto mettono a segno qualche colpo. In particolare, con 5 successi all’attivo, il Ferentino sembra molto ben predisposto alle imprese sul campo avverso. Insomma, alzare il livello di guardia è cosa assai gradita. Ottenere un successo corroborante sarebbe ancora più auspicabile.

Gli Allievi Fascia B hanno sicuramente festeggiato la loro impresa sul campo della Nuova Tor Tre Teste, equivalente ad un’autentica nomination per i playoff. Al di là dei sei punti di vantaggio contro l’avversario diretto, a convincere, per l’ennesima volta, è stata la solidità complessiva della squadra. I giocatori comunicano tra di loro e, già da tempo, hanno ritrovato degli automatismi talvolta letali per l’avversario di turno. Se sei punti non sono pochi davvero, bisogna pur sempre usare quel po’ di cautela che non guasta mai, facendo un paio di considerazioni: la prima è che la Romulea, a pari punti della Tor Tre Teste, è in scia, distante ma ci vede, considerando anche la partita in casa loro tra due settimane; la seconda è che in questo girone non esistono partite scontate e già vinte prima di giocare, e i tre punti richiedono ogni volta un discreto esborso di sudore. Intanto ci godiamo la nostra imbattibilità, arrivata alla bellezza di ben 13 turni. Contro l’Aprilia si torna alla Borghesiana e si cercherà di fare 14. I pontini, con il loro ottavo posto e 22 punti all’attivo, cercano gli ultimi risultati positivi per ottenere una salvezza tranquilla. Se quando incontrammo le rondinelle all’andata loro avevano appena un punto dopo sei giornate, da quel momento la squadra biancoblu iniziò un trend positivo assai notevole, costruendo le basi per una classifica decisamente più solida. Fiore all’occhiello di quella risalita fu la vittoria sul campo della Polisportiva Carso all’andata, impresa che speriamo si ripeta tra due settimane. Mantenere gli scudi alzati è il minimo che si possa fare; la corsa deve continuare.

I Giovanissimi Regionali Élite vanno avanti sulla loro strada dorata per il primato finale del girone, eventualmente foriero di numerosi benefit da non disprezzare. L’attacco stellare della Lodigiani (migliore del raggruppamento con ben 70 reti all’attivo, quasi 3 di media a partita) è una schiacciasassi e non si ferma praticamente mai. Ma, come insegna il Real Madrid, miglior attacco tutto vuol dire tranne primato e titolo garantito, e a tal proposito è bene ricordare le appena 14 reti incassate dalla difesa, seconda del girone (meglio solo il Tor di Quinto a 13). La squadra funziona e i risultati sono ben visibili di settimana in settimana. Il prossimo impegno è sul campo di Anagni, contro un club poco abituato alle categorie Élite. Ciò nonostante, i loro 2001 sono in piena lotta per la salvezza: ben 4 squadre a 27 punti lotteranno tra di loro per evitare due posti nell’inferno dei playout. Tra queste c’è proprio l’Anagni, nell’ambito di una concorrenza senza esclusione di colpi. Se la squadra che ci ospiterà ha avuto il suo momento brillante nella parte mediana del campionato, in questo momento paga un digiuno di vittore da ben 5 turni, con due soli punti ottenuti in questa striscia, tra l’altro sempre contro avversari di media o bassa classifica. Rispetto alle concorrenti l’Anagni ha forse qualche numero migliore dalla sua per salvarsi, ma le speranze contro la Lodigiani resteranno poche. Da parte biancorossa, invece, è bene ricordare come il movimento ciociaro sia notevolmente cresciuto negli ultimi anni, e ogni trasferta in quelle zone equivale ad un’insidia inaspettata.

Giovanissimi Fascia B Elite. Dopo la gara magistrale in casa della Tor Tre Teste, con un avversario diretto in meno sul pallottoliere, ora bisogna subito buttarsi a capofitto e senza paura in un altro scontro diretto, che ci vede opposti al Frosinone. Prima di introdurre la gara, vogliamo comunque elogiare il gruppo per la maturità con cui sta gestendo questo campionato. Ogni settimana c’è una piccola dimostrazione di come non sia impossibile sognare in grande. Come anticipato, però, ora bisogna pensare al Frosinone. I canarini hanno tenuto il primato per numerosi turni in avvio di stagione, salvo vedersi superati dalla Lodigiani, squadra che ormai ha detenuto il primato solitario per un numero maggiore e consecutivo di turni. In realtà, nella gara di andata, noi eravamo primi proprio a pari punti del Frosinone e a punteggio pieno. Eravamo carichi, come oggi, per la vittoria sulla Tor Tre Teste, salvo poi essere riportati sulla terra dai ciociari, che si imposero per 4-2. Fortunatamente, da allora, abbiamo ripreso le misure del Frosinone e operato un solido controsorpasso costruito giornata dopo giornata, al punto da avere, oggi, ben 4 punti sui diretti avversari. All’andata sbagliammo l’approccio iniziale alla gara, specie nel primo tempo, salvo rialzarci con orgoglio nella ripresa. Ma non bastò. Proprio sull’approccio iniziale dobbiamo puntare per puntare senza esitazioni ad un’altra vittoria: se la precedente sfida ci ha reso quasi imprendibili per la Tor Tre Teste, una vittoria contro il Frosinone equivarrebbe anche in questo caso, ad un “bye bye” forse definitivo fino alla fine della stagione regolare. Di suo, il Frosinone sembra aver ritrovato smalto e arriva alla Borghesiana con il solo obiettivo di darci un forte dispiacere. Insomma, sarà una gara apertissima. Ai nostri ragazzi auguriamo le cose migliori.

Week-end biancorosso, 5 e 6 Marzo 2016

C’è un po’ di tristezza nel dover introdurre la partita degli Juniores Regionali contro la Virtus Nettuno. Se la sconfitta contro la Lupa Frascati ci poteva stare eccome, classifica e motivazioni alla mano, essa non è andata molto giù per come è maturata. Ovviamente, quando si tocca il fondo, scatta il momento dell’auto-analisi interna: saprà, il gruppo, fare quadrato per chiudere dignitosamente questo campionato e, in fondo, un’esperienza di vita? Oppure si andrà avanti alla “si salvi chi può” fino a fine campionato, col mister chiamato a mettere le pezze su una situazione altamente ingestibile? Noi, ovviamente, siamo tutti propensi a considerare la prima soluzione. Tra l’altro, alla Borghesiana arriva un avversario di bassa classifica ma, ciò nonostante, tranquillo. Tolta la parentesi Lariano di due settimane fa, la Virtus fa generalmente molta fatica a trovare la strada della vittoria. L’occasione è pertanto propizia, per i biancorossi, per cancellare la serie negativa di risultati che ormai si sta trascinando da ormai 4 lunghe settimane, per non parlare del digiuno di gol da tre gare. Insomma, l’augurio per i nostri ragazzi è quello di ritrovare entusiasmo e gioia di giocare a calcio.

Chi sembra giocare decisamente estraneo alle motivazioni di classifica è il gruppo degli Allievi Élite che, a parte qualche rimpianto per qualche punto perso qua e là, sta disputando un signor campionato. Sicuramente questo è lo spirito giusto per continuare a giocare anche dopo la fine dell’esperienza Lodigiani, visto che in molti si accaseranno altrove a fine stagione e non è ancora chiaro se e come la società vorrà mantenere la categoria degli Juniores Regionali, comunque comprensibilmente poco appetibile per dei ragazzi abituati al livello Élite. Sono considerazioni da farsi più approfonditamente a fine anno, e intanto meglio tuffarsi nella prossima sfida, che vedrà i biancorossi in trasferta contro il San Donato Pontino. Se ormai la Lodigiani gioca con una totale tranquillità di classifica, il San Donato, coi suoi 25 punti, è costretto a vivere costantemente ai margini tra la linea dei playout e la salvezza diretta: i pontini, infatti, hanno davanti a sé ben quattro squadre con un punto appena in più, quindi tutto è aperto. Effettivamente, se pensiamo alla Lodigiani quinta con 36 punti, la quota salvezza, quest’anno, è decisamente alta. Il San Donato paga, nel suo difficile campionato, molte amnesie difensive e un attacco discreto ma non sempre continuo. Ovviamente i padroni di casa scenderanno in campo con qualche motivazione in più. Ma scommettiamo che i nostri no regaleranno assolutamente niente?

Parte del destino del campionato dei nostri Allievi Fascia B Élite si deciderà questo Sabato: dopo il rocambolesco 1-1 con la Polisportiva Carso, ora siamo attesi da un altro scontro diretto, quello contro la Tor Tre Teste quarta. I ragazzi di via Candiani sono, finora, i grandi delusi di questo torneo, per quanto ampiamente in corsa per i play-off. Tor Tre Teste quarta a 32 punti, Lodigiani terza a 35. All’andata la Tor Tre Teste ci fece estremamente male alla Borghesiana, espugnando il nostro campo col punteggio di 0-1. Quella, però, era un’altra Lodigiani. Quella contro la Tor Tre Teste, in data 14 Novembre 2015, fu l’ultima nostra sconfitta in campionato, prima di una serie di risultati positivi che durano ancora oggi. Insomma, la Lodigiani resta una squadra difficilissima da battere, mentre la Tor Tre Teste ha già subito ben 5 sconfitte in campionato. La Lodigiani mantiene decisamente la miglior difesa del campionato, mentre la Tor Tre Teste, con 41 reti all’attivo, ha il miglior attacco: niente male per una squadra quarta in classifica. Ovviamente, nei calcoli, c’è poco posto per la fantasia: una eventuale sconfitta provocherebbe l’aggancio avversario con inferiorità negli scontri diretti; un pareggio potrebbe ancora essere sufficiente; una eventuale nostra vittoria ci porterebbe quasi definitivamente verso i play-off. Il compito di espugnare il campo avverso sarà duro, ma già la Vigor Perconti e la Polisportiva Carso ci sono riuscite. Perché non potremmo anche noi?

Ormai, nel campionato Giovanissimi Élite, il primato sembra essere una questione a due tra la Lodigiani, capolista a 60 punti, e la Vigor Perconti, prima inseguitrice a 58. Dopo la vittoria in quel di Tor di Quinto, appare altamente improbabile una rimonta dei ragazzi di via del Baiardo, ai quali rimane lo scontro diretto con la Vigor a fine campionato. La Lodigiani, quindi, deve continuare a fare ciò che ha sempre fatto: vincere senza fare mai passi falsi. Specialità, questa, in cui ormai i ragazzi di Santucci sembrano eccellere. Si torna alla Borghesiana per affrontare il San Donato Pontino, squadra mestamente penultima in classifica, con 16 punti, virtualmente già pronta ad affrontare i playout (essendo pressoché impossibile la retrocessione diretta, col Futbolclub ultimo a 7 punti). Quasi un testacoda, testimoniato impietosamente dai numeri: la Lodigiani ha quasi il quadruplo dei punti dei pontini, così come non c’è storia tra i vari reparti di gioco. Fin qui il San Donato ha vinto solo tre partite, pareggiandone sette. Allo stato attuale delle cose, non si riesce in alcun modo a immaginare un pronostico anche solo parzialmente sfavorevole ai padroni di casa. La Vigor Perconti, invece, affronterà la Romulea in casa. Ormai è una lotta serrata, ma anche qui restiamo favoriti.

I Giovanissimi Fascia B Élite, dopo diversi turni in cui hanno tirato il fiato e si sono meritatamente goduti il loro primato, entrano nel vivo della stagione per aggiudicarsi una delle tre preziosissime poltrone valide per i play-off. L’avversario lo conosciamo sin troppo bene: è la Tor Tre Teste, attualmente quinta in classifica con 38 punti, ovvero 7 lunghezze di distacco dai biancorossi. Se il match è importante per entrambe le formazioni, sono i padroni di casa a giocare con l’acqua alla gola: una nostra vittoria renderebbe difficilissimo ogni tentativo dei rossoblu di rientrare in carreggiata play-off, contando come impossibile una rimonta ai nostri danni; un pareggio potrebbe servire più a noi che a loro, benché ne faremmo volentieri a meno. Una vittoria dei padroni di casa rimescolerebbe non indifferentemente tutte le carte in chiave play-off. Ci sarà da soffrire, ne siamo sicuri. A parte 5 partite, la Tor Tre Teste ha sempre vinto in campionato. Peccato che quattro di queste cinque sfide siano tutti big match: Lodigiani – Tor Tre Teste 3-0 (match che ricordiamo effettivamente con grande piacere), Frosinone – Tor Tre Teste 1-1, Urbetevere – Tor Tre Teste 4-1, Tor Tre Teste Lazio 0-2, aggiungendo lo 0-0 casalingo contro la Vigor Perconti. Insomma, i nostri avversari sanno bene che solo sbloccandosi nelle sfide di vertice possono sperare di raggiungere i playoff. Unico vero punto debole di questa squadra è una difesa un po’ troppo traballante quando il livello degli avversari si alza. Noi, come sempre, facciamo il tifo per i nostri ragazzi, ricordando sempre che siamo i biancorossi e non i biancoblu!

Week-end biancorosso, 27 e 28 Febbraio 2016

Pesano le due sconfitte consecutive per gli Juniores Regionali, peraltro maturate entrambe in casa, ma ora l’imperativo per la squadra di mister Caterino è guardare avanti. Ovviamente l’impressione è che ci sia una sorta di maledizione per questa squadra volenterosa ma penalizzata da errori propri e talvolta altrui. L’imperativo, ora, è guardare avanti, e ciò significa mettere piede in casa della squadra del momento, quella Lupa Frascati già in grado di espugnare La Borghesiana all’andata e ora seconda in scia della capolista Anzio. Ovviamente il morale tra i due collettivi è contrapposto, mentre le motivazioni non devono pendere necessariamente dalla parte dei castellani. È vero che per loro c’è in palio la caccia alla prima posizione, ma per noi si tratta di rialzarci e di guardare con maggiore fiducia a ciò che resta di questo campionato. Per capire il momento felice dei giallorossi, basti pensare alla serie positiva di 9 partite, “rallentata” solo nelle ultime tre uscite con un paio di pareggi. Il Frascati ha una notevole forza offensiva, e le 47 reti all’attivo parlano molto chiaro in tal senso. Sul fronte offensivo è la Lodigiani ad avere problemi da tre gare a questa parte, con zero reti segnate: un digiuno al quale non siamo assolutamente abituati, maturato, tra l’altro, nonostante tante occasioni prodotte. Come dire che il problema non è l’attacco, ma buttarla dentro. In difesa i numeri sono sempre favorevoli alla Lodigiani, rimaniamo di gran lunga la squadra meno battuta del girone, ma purtroppo questo dato non aiuta a riportarci nelle primissime posizioni di vertice, per quanto dia una notevole soddisfazione. La gara sarà comunque aperta, e la Lupa Frascati probabilmente non dorme sogni tranquillissimi, per quanto resti favorita.

Il quinto posto in classifica è magari un obiettivo aleatorio, ma gli Allievi Élite, nonostante le ambizioni compromesse a causa di un inizio di stagione in sordina, non hanno mai mollato e hanno spesso sfoggiato doti di grande squadra, nonostante i risultati negativi maturati spesso in maniera immeritata. Se l’attuale posizione va comunque protetta per motivi di orgoglio, ciò è ancora più vero quando arriva una squadra valida come la Polisportiva Carso, distante da noi appena un punto. Da qualche anno a questa parte, e in ogni categoria, le sfide tra questi due club sono sempre sinonimo di calcio di alta qualità, e anche questa partita non farà assolutamente eccezione. La Lodigiani, dopo aver pagato dazio contro le prime due della classe e dopo uno scivolone inaspettato contro la penultima in classifica, ha ripreso a marciare alla grande, con due vittorie convincenti e ben sei reti segnate. D’altronde, quando ingrana, il nostro attacco fa scintille. Anche se ha iniziato meglio il campionato, la Polisportiva Carso, un po’ come noi, paga alcuni momenti di discontinuità in questo campionato, condizionati anche da una difesa non sempre impeccabile, almeno per gli standard di una squadra di discrete ambizioni. Se la Lodigiani sorride per i 6 punti nelle ultime due partite, i pontini ne hanno fatti 9 nelle ultime tre, quindi abbiamo la garanzia di una sfida tra squadre in piena forma. Ci sarà da divertirsi.

Tornano in campo, dopo due settimane salutari di riposo, gli Allievi Fascia B Élite. Dopo l’inaspettato quanto sfortunato 1-1 di Ceprano, l’unico imperativo, per i ragazzi di Scardini, è quello di riprendere la marcia in vista dello sprint finale. 10 le partite ancora da giocare in campionato, 10 colpi da non sbagliare. La situazione è aperta a ogni tipo di stravolgimento. Oggi siamo terzi ma possiamo persino aspirare al primato, senza però scordarci che è sin troppo facile fare un bel balzo all’indietro e rimanere clamorosamente fuori dai playoff. L’obiettivo minimo, quindi, è entrare nelle fasi finali. Se poi arriva qualche soddisfazione ulteriore, ben venga. La ripresa del campionato coincide con una partita assolutamente da non sbagliare: alla Borghesiana, infatti, si affaccia la Polisportiva Carso, squadra protagonista non a caso di questo campionato, seconda in classifica e con due punti in più della Lodigiani. Già nel campionato Giovanissimi Élite dello scorso anno i pontini ci fecero piangere lacrime amare nonostante il gap di classifica; quest’anno, invece, la squadra del borgo latinense ha fatto un salto di qualità anche dal punto di vista dei risultati. Per noi sempre di bestia nera si tratta, se si pensa alla sconfitta rimediata all’andata col punteggio di 1-0. La Polisportiva Carso, del resto, è questo: non ha bisogno di segnare gol a raffica, poiché, proprio dopo la nostra, ha la miglior difesa del campionato, con 12 reti subite. Se i biancoblu hanno dimostrato di reggere alla grande l’urto con le grandi del campionato (vittorie anche contro Tor Tre Teste e Vigor Perconti), essi hanno dimostrato di soffrire i derby e le partite contro squadre di media classifica ma non per questo meno agguerrite. Per il momento, la Polisportiva Carso non perde da sette turni, per vincere cinque delle ultime sei partite disputate. Se la Polisportiva Carso non scherza, la Lodigiani fa sul serio: 11 sono i risultati positivi consecutivi dei biancorossi, con uno score di 8 vittorie e tre pareggi. Pertanto, la partita non andrà affrontata con spirito di vendetta sportiva, ma con la piena consapevolezza delle nostre forze. Anche perché i tre punti possono proiettarci al secondo posto.

Partita verità, per i Giovanissimi Élite, quella che andrà in scena a via del Baiardo tra la Lodigiani prima e il Tor di Quinto terzo. Tante le implicazioni di questo big-match tra due delle tre assolute protagoniste di questo girone. La prima considerazione è bene farla sui numeri: Lodigiani 57 punti in classifica, Tor di Quinto 53. Lodigiani miglior attacco del girone, con 64 reti segnate, alla pari della Vigor Perconti seconda in classifica. Tor di Quinto terza forza offensiva ma con appena 41 gol fatti. Il Tor di Quinto trae forza dal suo reparto arretrato, il migliore di questo raggruppamento, il quale fin qui ha incassato appena 11 reti, mentre la Lodigiani la segue a ruota con 14. Finora il Tor di Quinto ha peccato qualcosa in continuità scivolando in partite assai inaspettate, contro squadre di media caratura. I biancoblu, tuttavia, per ora, sono i padroni degli scontri diretti, avendo vinto sia in casa nostra all’andata (con un pesantissimo 0-3), sia in casa con la Vigor Perconti (1-0 il punteggio). Per la Lodigiani è l’ultimo scontro diretto di alta classifica, ma fin qui ha sempre perso nei precedenti big-match. Serve, pertanto, una risposta convinta, anche in chiave playoff. Tra l’altro, ci sono i calcoli di classifica da fare. Una sconfitta ci lascerebbe minimo secondi, ma un sorpasso della Vigor Perconti potrebbe trascinarsi fino a fine stagione e avere il Tor di Quinto ad appena una lunghezza non sarebbe il massimo della vita. Un pareggio potrebbe permetterci di ipotecare il vantaggio finale, a fine stagione, sul Tor di Quinto, ma un aggancio della Vigor Perconti non sarebbe felicissimo in virtù degli scontri diretti. Una vittoria sarebbe decisiva quanto auspicata per mettere in cassaforte almeno il secondo posto e gettare più di una garanzia sul primo. In tutto ciò mancherà lo scontro finale tra Vigor Perconti e Tor di Quinto alla penultima giornata. Noi confidiamo nei nostri ragazzi, nella loro bravura e nella loro maturità. Siamo sicuri che non peseranno i tre scontri diretti già persi, e che la squadra di Santucci andrà a giocarsi la partita. Forza ragazzi!

Come per i 2000, anche i Giovanissimi Fascia B Élite tornano a giocare in campionato a distanza di tre settimane. Ormai manca veramente poco per affrontare il lungo ciclo-verità che ci dirà chi siamo e dove possiamo veramente arrivare. Per ora ci troviamo primi in classifica, e ci piace così. In queste ultime giornate la vetta del girone non è mai stata messa in discussione, sia per la mancanza di sfide di vertice, sia per la maturità mentale dei nostri ragazzi, ormai pienamente inseriti nel ruolo di squadra da battere. Il prossimo avversario, che affronteremo in casa, è il Futbolclub, squadra tristemente penultima con 8 punti e qualche residua speranza di salvezza, distante appena quattro punti. Ovviamente, per gli orange non sarà contro la Lodigiani la partita della speranza, poiché il differenziale tecnico è troppo alto. I punti di scarto in classifica sono ben 34. La Lodigiani ha di gran lunga il miglior attacco del girone: una vera macchina da gol in grado, fin qui, di segnare ben 69 reti; il Futbolclub ne ha fatti 14. Lodigiani seconda miglior difesa del girone, con 10 gol subiti. Se si esclude il disastroso Anzio (114 gol subiti!), il Futbolclub, con 64 reti incassate, è la peggior difesa del girone. Dopo ben 11 sconfitte consecutive, il Futbolclub ha ottenuto due pareggi di fila, ma uno di questi ha regalato il primo punto in classifica all’Anzio. Pronostico a senso unico? Brutto da dirsi, ma è così. Senza mai scordarci il rispetto dovuto. Big match di giornata Vigor Perconti-Urbetevere, con gli ospiti comunque favoriti. Noi intanto pensiamo al Futbolclub, poi inizieranno le sfide di alta classifica.

Giovanili, stesso copione di 7 giorni fa

JUNIORES REGIONALI, LODIGIANI-AGORA 0-2. Seconda sconfitta casalinga consecutiva che, molto probabilmente, è destinata a spegnere qualche sogno legittimamente maturato durante il corso della stagione. Peccato perché se la Lodigiani avesse vinto per 3-0 nessuno avrebbe avuto da obiettare. Ma il calcio è questo, e va accettato. L’invito per gli appassionati è sempre di leggere la cronaca completa di Antonio, che ringraziamo come sempre per la sua preziosissima collaborazione.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, PRO CALCIO TOR SAPIENZA – LODIGIANI 1-3. Una Lodigiani perfetta e in palla passa meritatamente sul campo del Tor Sapienza. In controllo costante della partita per tutti gli 80’, la Lodigiani ha rischiato di mettere a repentaglio la sua gara a causa di un penalty assegnato ai padroni di casa nella ripresa, ma negli ultimi minuti la Lodigiani ha riportato in ordine le cose. Ci mette 26 minuti la Lodigiani a trovare il vantaggio contro un Tor Sapienza mai domo, ma poi il solito Romani ci mette lo zampino per il meritato 0-1. Nella ripresa la partita sembra ampiamente a favore degli ospiti, finché un calcio dagli 11 metri assegnato dall’arbitro non rimette in parità e quindi in discussione, la partita. Ciò avviene quando manca ancora metà tempo da giocare. La Lodigiani, forse un po’ assopita prima, si desta nuovamente e ci mette una decina di minuti a riportarsi in vantaggio con Casciotti. Nei minuti finali torna in parità il conto dei penalty, con la realizzazione di Sandu per il definitivo 1-3. Seconda vittoria consecutiva per i biancorossi, ora nuovamente in assoluta tranquillità di classifica. Grazie alla vittoria della Polisportiva Carso per 2-1 sul Certosa, la Lodigiani torna quinta a 33 punti, sopra di una lunghezza proprio ai danni di Polisportiva Carso e Certosa. Il quinto posto è ormai, con ogni probabilità, l’unico obiettivo ancora a disposizione, data la distanza di 11 punti dall’Ostia Mare, quarta in classifica. Domenica prossima altra sfida interessante tra Lodigiani e Polisportiva Carso.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – POLISPORTIVA CARSO 4-3. Partita vietata ai deboli di cuore quella andata in scena alla Borghesiana tra la prima e la quarta forza del girone. Al di là di ciò che dice il punteggio, la Lodigiani ha rischiato di non vincere solo in apertura di match. Inizialmente la Polisportiva Carso sembra intraprendente e solida, e la Lodigiani fa un po’ di fatica a sfondare le linee nemiche. Tant’è che dopo 19 minuti Viele porta in vantaggio la Polisportiva Carso. La gioia degli ospiti viene interrotta dopo appena un minuto, grazie a Bonifazi che sfrutta un buco della difesa avversaria. Con il gol segnato la Lodigiani ingrana la quinta e comincia ad agire in avanti con maggior convinzione. A due minuti dalla fine Mercuri concretizza la pressione biancorossa. È lo stesso giovane biancorosso a ripetersi a inizio ripresa, dopo appena tre minuti, per portare a tre le reti dei padroni di casa. Tutto finito? Macché! La Polisportiva Carso, come rimette la faccia avanti, trova, al 12°, il 3-2. Serve il miglior Bonifazi, al 20°, per siglare il 4-2. La Lodigiani ha anche l’occasione per realizzare la quinta rete, ma Bonifazi fallisce la tripletta dagli 11 metri. Giornata comunque più che positiva per lui. Nel finale la Polisportiva Carso accorcia nuovamente, ma non c’è più tempo per andare oltre. Finisce 4-3 e la Lodigiani può ora prepararsi alla sfida decisiva di Domenica prossima in casa del Tor di Quinto, vero spartiacque della nostra stagione. Anche perché dietro di noi nulla cambia: Lodigiani prima con 57 punti, Vigor Perconti seconda a 55 (ma che fatica per battere il Racing in casa 2-0) e Tor di Quinto terzo a 53 (facile vittoria per 0-3 sul campo della Spes Montesacro. Ora, come detto, massima attenzione alla partita di domenica. L’invito è di leggere il nostro prepartita del Giovedì.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 782 follower