Archivi della categoria: Giovanissimi Regionali Elite

Giovanili, un week-end di passione e sofferenza

JUNIORES REGIONALI, CITTA’ DI CIAMPINO-LODIGIANI 3-2. Nel momento in cui scriviamo non siamo ancora a conoscenza del contenuto dello scritto di Antonio. In attesa della fedele cronaca, bisogna constatare la sesta partita consecutiva dei biancorossi a digiuno di vittorie. Il punteggio lascia intendere una partita non a senso unico, ma chiaramente aspettiamo con curiosità di saperne di più.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – PRO CALCIO FERENTINO 0-0. Poco da dire: la Lodigiani continua il suo momento di forma mediocre e non riesce ad andare oltre al risultato a reti bianche, rendendo così il bicchiere mezzo vuoto. Per carità, nulla obbligava tassativamente e disperatamente i biancorossi a cercare la vittoria, ma l’impressione è che, a poche giornate dalla fine, la stanchezza agonistica si stia facendo sentire. Di contro, chi ride è la Pro Calcio Ferentino, dimostratasi squadra quadrata e all’occorrenza anche piuttosto insidiosa. Per i nostri avversari si tratta di un’altra perla stagionale: se si fosse trattato di una sfida a eliminazione diretta con andata e ritorno, sarebbero passati loro. Pochi i cenni veramente interessanti di classifica. La Lodigiani va a 37 punti e rimane davanti al Certosa di un punto (altro 0-0 casalingo per i neroverdi, contro l’Albalonga), mentre la Polisportiva Carso perde clamorosamente per 3-2 contro lo Sporting Città di Fiumicino e resta a quota 35. A 5 giornate dalla fine, la Lodigiani ha 10 punti di vantaggio sulla zona playout. Per la matematica ormai solo una questione di poco tempo. Domenica prossima trasferta sul campo dell’Albalonga.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – APRILIA 2-1. Di solito, nelle anticipazioni del Giovedì, siamo abbastanza precisi nell’indovinare una parte delle dinamiche che poi regolarmente avvengono durante il turno di campionato. Lo avevamo detto: in questo girone nessuno regala niente, e l’Aprilia è stata la conferma di questa regola. Le rondinelle ci hanno fatto prendere un bello spavento, giocando un primo tempo aggressivo e lasciando pochi spazi ai biancorossi. Di sicuro non ha agevolato il gol incassato al 17° da Follo. Con l’Aprilia in vantaggio gli spazi si chiudono ulteriormente. La Lodigiani prova a reagire, ma solo nel secondo tempo trova il bandolo della matassa. Nella seconda frazione, infatti, l’atteggiamento più spregiudicato appare abbastanza evidente, per quanto il pareggio di Ambrosecchio al 15° tutto era tranne scontato. Solo sul punteggio di 1-1 la Lodigiani riprende il suo gioco abituale, e punta direttamente ai tre punti. Ciò avviene al 23° grazie al solito Lico, tra i trascinatori di questa squadra. Passato lo spavento (che serva da lezione…), la Lodigiani potrebbe anche aumentare il divario, ma il punteggio non cambia: 2-1. Tra la Lodigiani e i playoff, ormai, l’unico ostacolo rimanente si chiama Romulea, nostra prossima avversaria, sabato prossimo in trasferta: infatti la Lodigiani resta terza a 41 punti, mentre la Polisportiva Carso resta seconda a 43 grazie alla vittoria casalinga di misura sulla Tor Tre Teste per 1-0; i rossoblu, fermi a 32 punti, sono ormai fuori dai giochi, mentre la Romulea, quarta a 35, punterà tutto sulla battaglia di Sabato prossimo. Serve la miglior Lodigiani, ma è solo un ultimo sforzo richiesto prima di avere maggiori sicurezze.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, ANAGNI-LODIGIANI 1-2. A dispetto del punteggio e del copione della gara, la Lodigiani ha ampiamente meritato di portare a casa i tre punti, giocando una partita di attacco contro un avversario comunque ben disposto e mai domo. I ciociari, infatti, sono scesi in campo con l’atteggiamento di chi sta giocando la partita della vita. Ciò non ha sconvolto la Lodigiani che, con molta pazienza, ha cercato di tessere la ragnatela per incastrare l’avversario al primo passo falso. Dopo un primo tempo incredibilmente a reti bianche, la partita riesce a sbloccarsi solo in fase avanzata del secondo tempo, con la realizzazione di Rodi. Come accade più o meno sempre in questi casi, la squadra sfavorita che vede violata la propria porta per la prima volta, difficilmente riesce a ritrovare il bandolo della matassa. Così passano pochi minuti e arriva diretto il raddoppio, meritato, di Nascimben. La pratica potrebbe definirsi anche chiusa, ma, verso la fine della partita, Antonacci sorprende la nostra difesa regalando una rete utile solo per la gloria. La Lodigiani resta al primo posto e adesso, a cinque giornate dalla fine, i punti sono 66. La Vigor Perconti non molla, e nonostante la vittoria striminzita per 0-1 sul campo della Fortitudo. Rimane attaccata al nostro polpaccio con 64 punti. Il Tor di Quinto perde clamorosamente in casa per 0-1 contro il Città di Ciampino, resta a 56 punti e con ogni probabilità chiuderà la stagione regolare al terzo posto. Domenica prossima ci sarà Lodigiani-Ceprano.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, LODIGIANI-FROSINONE 1-2. Un gol all’ultimo minuto ci condanna a un campionato molto più complicato del previsto per poter aspirare ai play-off. Una Lodigiani più in affanno del solito sembrava, fino alla fine, già abbastanza appagata nel portare un punto a casa, dopo una partita passata a rincorrere contro un Frosinone dinamico e agguerrito. Nel primo tempo, infatti, sono proprio i ciociari a passare dopo dieci minuti con Mattei. Nonostante la partita si mette subito male, la Lodigiani trova il piglio per reagire, dimostra di crederci e perviene al pareggio alla mezzora con Maurizi. La partita resta combattuta anche nella ripresa. Le due squadre si sfidano a viso aperto ma il Frosinone sembra possedere quella marcia in più mancante ai nostri. Ciò nonostante, il gol beffa a tempo praticamente scaduto di Di Bono ci riporta sulla terra con uno come uno schiaffo di rara precisione. Ovviamente, data la mancanza di altri scontri diretti, perdiamo il primato: l’Urbetevere non fa nessuna fatica a strapazzare l’Anzio in casa propria per 0-5 e va a 50 punti, mentre noi diventiamo inseguitori a 48. Il Frosinone è ora a 47, assieme alla Lazio (0-5 al Futbolclub). Il cammino è ora in salita e dobbiamo subito riscattarci: l’occasione è il prossimo turno, dove si va sul campo del Città di Ciampino.

Week-end biancorosso, 12 e 13 Marzo 2016

“Quando le cose cominciano ad andare storte non ti preoccupare, andranno sempre peggio”. Un celebre aforisma in stile Legge di Murphy potrebbe adattarsi benissimo agli Juniores Regionali, ormai insolitamente digiuni di vittorie da cinque turni. Ovviamente il ritorno sulla terra dei biancorossi ha coinciso con un atteggiamento rinunciatario e talvolta disfattista di qualche elemento, anche se la maggior parte del collettivo resta a fianco del mister nel tentativo di salvare l’orgoglio di squadra. Certo, tra squalifiche immeritate e altri fattori negativi, appare difficile, ora come ora, andare a sbancare un campo ostico come quello del Città di Ciampino, squadra che ci precede di quattro punti. Il “bello” di tutto ciò è che i Ciampinesi sono stati dietro di noi in classifica praticamente per tutto il campionato, salvo sorpassarci nel nostro momento di maggior appannamento. Tra l’altro i rossoblu, su 9 partite in casa, ne hanno vinte ben 7, pareggiandone e perdendone una. Oggettivamente, se ci si dovesse affidare alle sensazioni e alla condizione di forma, la Lodigiani dovrebbe avere ben poche speranze. Da parte nostra sappiamo come ogni momento sia buono per risalire la china. I ragazzi hanno le qualità e devono solo trovare una buona occasione per sbloccarsi e tornare alla vittoria.

Anche se gli Allievi Regionali Elite hanno definito chiuso il discorso playout da diverso tempo (discorso effettivamente assurdo per una squadra quinta in classifica), data la forbice comunque stretta a causa della classifica corta, non sarebbe per nulla male incamerare ancora qualche vittoria e proiettarci verso una situazione di tranquillità assoluta. Probabilmente una vittoria a San Donato Pontino avrebbe già chiuso anche quel minimo di apprensione rimasta, ma non è con la distopia che si costruiscono i fatti. Contro le piccole-medie squadre si soffre in trasferta, ed è un dato di fatto. Il prossimo avversario alla Borghesiana già ci ha fatto passare non pochi momenti antipatici in occasione della gara di andata, sorprendendoci e imponendosi per 2-0: parliamo della Pro Calcio Ferentino, squadra che, rispetto alla gara di andata, è in una posizione leggermente più tranquilla, con 29 punti e la consapevolezza di avere un collettivo con tutte le carte in tavola per ottenere una salvezza agevole. Inutile a dirlo, rimangono di gran lunga gli ospiti quelli più esposti a rischi di classifica. Pur non vantando una gran continuità in termini di risultati, gli amaranto di tanto in tanto mettono a segno qualche colpo. In particolare, con 5 successi all’attivo, il Ferentino sembra molto ben predisposto alle imprese sul campo avverso. Insomma, alzare il livello di guardia è cosa assai gradita. Ottenere un successo corroborante sarebbe ancora più auspicabile.

Gli Allievi Fascia B hanno sicuramente festeggiato la loro impresa sul campo della Nuova Tor Tre Teste, equivalente ad un’autentica nomination per i playoff. Al di là dei sei punti di vantaggio contro l’avversario diretto, a convincere, per l’ennesima volta, è stata la solidità complessiva della squadra. I giocatori comunicano tra di loro e, già da tempo, hanno ritrovato degli automatismi talvolta letali per l’avversario di turno. Se sei punti non sono pochi davvero, bisogna pur sempre usare quel po’ di cautela che non guasta mai, facendo un paio di considerazioni: la prima è che la Romulea, a pari punti della Tor Tre Teste, è in scia, distante ma ci vede, considerando anche la partita in casa loro tra due settimane; la seconda è che in questo girone non esistono partite scontate e già vinte prima di giocare, e i tre punti richiedono ogni volta un discreto esborso di sudore. Intanto ci godiamo la nostra imbattibilità, arrivata alla bellezza di ben 13 turni. Contro l’Aprilia si torna alla Borghesiana e si cercherà di fare 14. I pontini, con il loro ottavo posto e 22 punti all’attivo, cercano gli ultimi risultati positivi per ottenere una salvezza tranquilla. Se quando incontrammo le rondinelle all’andata loro avevano appena un punto dopo sei giornate, da quel momento la squadra biancoblu iniziò un trend positivo assai notevole, costruendo le basi per una classifica decisamente più solida. Fiore all’occhiello di quella risalita fu la vittoria sul campo della Polisportiva Carso all’andata, impresa che speriamo si ripeta tra due settimane. Mantenere gli scudi alzati è il minimo che si possa fare; la corsa deve continuare.

I Giovanissimi Regionali Élite vanno avanti sulla loro strada dorata per il primato finale del girone, eventualmente foriero di numerosi benefit da non disprezzare. L’attacco stellare della Lodigiani (migliore del raggruppamento con ben 70 reti all’attivo, quasi 3 di media a partita) è una schiacciasassi e non si ferma praticamente mai. Ma, come insegna il Real Madrid, miglior attacco tutto vuol dire tranne primato e titolo garantito, e a tal proposito è bene ricordare le appena 14 reti incassate dalla difesa, seconda del girone (meglio solo il Tor di Quinto a 13). La squadra funziona e i risultati sono ben visibili di settimana in settimana. Il prossimo impegno è sul campo di Anagni, contro un club poco abituato alle categorie Élite. Ciò nonostante, i loro 2001 sono in piena lotta per la salvezza: ben 4 squadre a 27 punti lotteranno tra di loro per evitare due posti nell’inferno dei playout. Tra queste c’è proprio l’Anagni, nell’ambito di una concorrenza senza esclusione di colpi. Se la squadra che ci ospiterà ha avuto il suo momento brillante nella parte mediana del campionato, in questo momento paga un digiuno di vittore da ben 5 turni, con due soli punti ottenuti in questa striscia, tra l’altro sempre contro avversari di media o bassa classifica. Rispetto alle concorrenti l’Anagni ha forse qualche numero migliore dalla sua per salvarsi, ma le speranze contro la Lodigiani resteranno poche. Da parte biancorossa, invece, è bene ricordare come il movimento ciociaro sia notevolmente cresciuto negli ultimi anni, e ogni trasferta in quelle zone equivale ad un’insidia inaspettata.

Giovanissimi Fascia B Elite. Dopo la gara magistrale in casa della Tor Tre Teste, con un avversario diretto in meno sul pallottoliere, ora bisogna subito buttarsi a capofitto e senza paura in un altro scontro diretto, che ci vede opposti al Frosinone. Prima di introdurre la gara, vogliamo comunque elogiare il gruppo per la maturità con cui sta gestendo questo campionato. Ogni settimana c’è una piccola dimostrazione di come non sia impossibile sognare in grande. Come anticipato, però, ora bisogna pensare al Frosinone. I canarini hanno tenuto il primato per numerosi turni in avvio di stagione, salvo vedersi superati dalla Lodigiani, squadra che ormai ha detenuto il primato solitario per un numero maggiore e consecutivo di turni. In realtà, nella gara di andata, noi eravamo primi proprio a pari punti del Frosinone e a punteggio pieno. Eravamo carichi, come oggi, per la vittoria sulla Tor Tre Teste, salvo poi essere riportati sulla terra dai ciociari, che si imposero per 4-2. Fortunatamente, da allora, abbiamo ripreso le misure del Frosinone e operato un solido controsorpasso costruito giornata dopo giornata, al punto da avere, oggi, ben 4 punti sui diretti avversari. All’andata sbagliammo l’approccio iniziale alla gara, specie nel primo tempo, salvo rialzarci con orgoglio nella ripresa. Ma non bastò. Proprio sull’approccio iniziale dobbiamo puntare per puntare senza esitazioni ad un’altra vittoria: se la precedente sfida ci ha reso quasi imprendibili per la Tor Tre Teste, una vittoria contro il Frosinone equivarrebbe anche in questo caso, ad un “bye bye” forse definitivo fino alla fine della stagione regolare. Di suo, il Frosinone sembra aver ritrovato smalto e arriva alla Borghesiana con il solo obiettivo di darci un forte dispiacere. Insomma, sarà una gara apertissima. Ai nostri ragazzi auguriamo le cose migliori.

Week-end biancorosso, 5 e 6 Marzo 2016

C’è un po’ di tristezza nel dover introdurre la partita degli Juniores Regionali contro la Virtus Nettuno. Se la sconfitta contro la Lupa Frascati ci poteva stare eccome, classifica e motivazioni alla mano, essa non è andata molto giù per come è maturata. Ovviamente, quando si tocca il fondo, scatta il momento dell’auto-analisi interna: saprà, il gruppo, fare quadrato per chiudere dignitosamente questo campionato e, in fondo, un’esperienza di vita? Oppure si andrà avanti alla “si salvi chi può” fino a fine campionato, col mister chiamato a mettere le pezze su una situazione altamente ingestibile? Noi, ovviamente, siamo tutti propensi a considerare la prima soluzione. Tra l’altro, alla Borghesiana arriva un avversario di bassa classifica ma, ciò nonostante, tranquillo. Tolta la parentesi Lariano di due settimane fa, la Virtus fa generalmente molta fatica a trovare la strada della vittoria. L’occasione è pertanto propizia, per i biancorossi, per cancellare la serie negativa di risultati che ormai si sta trascinando da ormai 4 lunghe settimane, per non parlare del digiuno di gol da tre gare. Insomma, l’augurio per i nostri ragazzi è quello di ritrovare entusiasmo e gioia di giocare a calcio.

Chi sembra giocare decisamente estraneo alle motivazioni di classifica è il gruppo degli Allievi Élite che, a parte qualche rimpianto per qualche punto perso qua e là, sta disputando un signor campionato. Sicuramente questo è lo spirito giusto per continuare a giocare anche dopo la fine dell’esperienza Lodigiani, visto che in molti si accaseranno altrove a fine stagione e non è ancora chiaro se e come la società vorrà mantenere la categoria degli Juniores Regionali, comunque comprensibilmente poco appetibile per dei ragazzi abituati al livello Élite. Sono considerazioni da farsi più approfonditamente a fine anno, e intanto meglio tuffarsi nella prossima sfida, che vedrà i biancorossi in trasferta contro il San Donato Pontino. Se ormai la Lodigiani gioca con una totale tranquillità di classifica, il San Donato, coi suoi 25 punti, è costretto a vivere costantemente ai margini tra la linea dei playout e la salvezza diretta: i pontini, infatti, hanno davanti a sé ben quattro squadre con un punto appena in più, quindi tutto è aperto. Effettivamente, se pensiamo alla Lodigiani quinta con 36 punti, la quota salvezza, quest’anno, è decisamente alta. Il San Donato paga, nel suo difficile campionato, molte amnesie difensive e un attacco discreto ma non sempre continuo. Ovviamente i padroni di casa scenderanno in campo con qualche motivazione in più. Ma scommettiamo che i nostri no regaleranno assolutamente niente?

Parte del destino del campionato dei nostri Allievi Fascia B Élite si deciderà questo Sabato: dopo il rocambolesco 1-1 con la Polisportiva Carso, ora siamo attesi da un altro scontro diretto, quello contro la Tor Tre Teste quarta. I ragazzi di via Candiani sono, finora, i grandi delusi di questo torneo, per quanto ampiamente in corsa per i play-off. Tor Tre Teste quarta a 32 punti, Lodigiani terza a 35. All’andata la Tor Tre Teste ci fece estremamente male alla Borghesiana, espugnando il nostro campo col punteggio di 0-1. Quella, però, era un’altra Lodigiani. Quella contro la Tor Tre Teste, in data 14 Novembre 2015, fu l’ultima nostra sconfitta in campionato, prima di una serie di risultati positivi che durano ancora oggi. Insomma, la Lodigiani resta una squadra difficilissima da battere, mentre la Tor Tre Teste ha già subito ben 5 sconfitte in campionato. La Lodigiani mantiene decisamente la miglior difesa del campionato, mentre la Tor Tre Teste, con 41 reti all’attivo, ha il miglior attacco: niente male per una squadra quarta in classifica. Ovviamente, nei calcoli, c’è poco posto per la fantasia: una eventuale sconfitta provocherebbe l’aggancio avversario con inferiorità negli scontri diretti; un pareggio potrebbe ancora essere sufficiente; una eventuale nostra vittoria ci porterebbe quasi definitivamente verso i play-off. Il compito di espugnare il campo avverso sarà duro, ma già la Vigor Perconti e la Polisportiva Carso ci sono riuscite. Perché non potremmo anche noi?

Ormai, nel campionato Giovanissimi Élite, il primato sembra essere una questione a due tra la Lodigiani, capolista a 60 punti, e la Vigor Perconti, prima inseguitrice a 58. Dopo la vittoria in quel di Tor di Quinto, appare altamente improbabile una rimonta dei ragazzi di via del Baiardo, ai quali rimane lo scontro diretto con la Vigor a fine campionato. La Lodigiani, quindi, deve continuare a fare ciò che ha sempre fatto: vincere senza fare mai passi falsi. Specialità, questa, in cui ormai i ragazzi di Santucci sembrano eccellere. Si torna alla Borghesiana per affrontare il San Donato Pontino, squadra mestamente penultima in classifica, con 16 punti, virtualmente già pronta ad affrontare i playout (essendo pressoché impossibile la retrocessione diretta, col Futbolclub ultimo a 7 punti). Quasi un testacoda, testimoniato impietosamente dai numeri: la Lodigiani ha quasi il quadruplo dei punti dei pontini, così come non c’è storia tra i vari reparti di gioco. Fin qui il San Donato ha vinto solo tre partite, pareggiandone sette. Allo stato attuale delle cose, non si riesce in alcun modo a immaginare un pronostico anche solo parzialmente sfavorevole ai padroni di casa. La Vigor Perconti, invece, affronterà la Romulea in casa. Ormai è una lotta serrata, ma anche qui restiamo favoriti.

I Giovanissimi Fascia B Élite, dopo diversi turni in cui hanno tirato il fiato e si sono meritatamente goduti il loro primato, entrano nel vivo della stagione per aggiudicarsi una delle tre preziosissime poltrone valide per i play-off. L’avversario lo conosciamo sin troppo bene: è la Tor Tre Teste, attualmente quinta in classifica con 38 punti, ovvero 7 lunghezze di distacco dai biancorossi. Se il match è importante per entrambe le formazioni, sono i padroni di casa a giocare con l’acqua alla gola: una nostra vittoria renderebbe difficilissimo ogni tentativo dei rossoblu di rientrare in carreggiata play-off, contando come impossibile una rimonta ai nostri danni; un pareggio potrebbe servire più a noi che a loro, benché ne faremmo volentieri a meno. Una vittoria dei padroni di casa rimescolerebbe non indifferentemente tutte le carte in chiave play-off. Ci sarà da soffrire, ne siamo sicuri. A parte 5 partite, la Tor Tre Teste ha sempre vinto in campionato. Peccato che quattro di queste cinque sfide siano tutti big match: Lodigiani – Tor Tre Teste 3-0 (match che ricordiamo effettivamente con grande piacere), Frosinone – Tor Tre Teste 1-1, Urbetevere – Tor Tre Teste 4-1, Tor Tre Teste Lazio 0-2, aggiungendo lo 0-0 casalingo contro la Vigor Perconti. Insomma, i nostri avversari sanno bene che solo sbloccandosi nelle sfide di vertice possono sperare di raggiungere i playoff. Unico vero punto debole di questa squadra è una difesa un po’ troppo traballante quando il livello degli avversari si alza. Noi, come sempre, facciamo il tifo per i nostri ragazzi, ricordando sempre che siamo i biancorossi e non i biancoblu!

Week-end biancorosso, 27 e 28 Febbraio 2016

Pesano le due sconfitte consecutive per gli Juniores Regionali, peraltro maturate entrambe in casa, ma ora l’imperativo per la squadra di mister Caterino è guardare avanti. Ovviamente l’impressione è che ci sia una sorta di maledizione per questa squadra volenterosa ma penalizzata da errori propri e talvolta altrui. L’imperativo, ora, è guardare avanti, e ciò significa mettere piede in casa della squadra del momento, quella Lupa Frascati già in grado di espugnare La Borghesiana all’andata e ora seconda in scia della capolista Anzio. Ovviamente il morale tra i due collettivi è contrapposto, mentre le motivazioni non devono pendere necessariamente dalla parte dei castellani. È vero che per loro c’è in palio la caccia alla prima posizione, ma per noi si tratta di rialzarci e di guardare con maggiore fiducia a ciò che resta di questo campionato. Per capire il momento felice dei giallorossi, basti pensare alla serie positiva di 9 partite, “rallentata” solo nelle ultime tre uscite con un paio di pareggi. Il Frascati ha una notevole forza offensiva, e le 47 reti all’attivo parlano molto chiaro in tal senso. Sul fronte offensivo è la Lodigiani ad avere problemi da tre gare a questa parte, con zero reti segnate: un digiuno al quale non siamo assolutamente abituati, maturato, tra l’altro, nonostante tante occasioni prodotte. Come dire che il problema non è l’attacco, ma buttarla dentro. In difesa i numeri sono sempre favorevoli alla Lodigiani, rimaniamo di gran lunga la squadra meno battuta del girone, ma purtroppo questo dato non aiuta a riportarci nelle primissime posizioni di vertice, per quanto dia una notevole soddisfazione. La gara sarà comunque aperta, e la Lupa Frascati probabilmente non dorme sogni tranquillissimi, per quanto resti favorita.

Il quinto posto in classifica è magari un obiettivo aleatorio, ma gli Allievi Élite, nonostante le ambizioni compromesse a causa di un inizio di stagione in sordina, non hanno mai mollato e hanno spesso sfoggiato doti di grande squadra, nonostante i risultati negativi maturati spesso in maniera immeritata. Se l’attuale posizione va comunque protetta per motivi di orgoglio, ciò è ancora più vero quando arriva una squadra valida come la Polisportiva Carso, distante da noi appena un punto. Da qualche anno a questa parte, e in ogni categoria, le sfide tra questi due club sono sempre sinonimo di calcio di alta qualità, e anche questa partita non farà assolutamente eccezione. La Lodigiani, dopo aver pagato dazio contro le prime due della classe e dopo uno scivolone inaspettato contro la penultima in classifica, ha ripreso a marciare alla grande, con due vittorie convincenti e ben sei reti segnate. D’altronde, quando ingrana, il nostro attacco fa scintille. Anche se ha iniziato meglio il campionato, la Polisportiva Carso, un po’ come noi, paga alcuni momenti di discontinuità in questo campionato, condizionati anche da una difesa non sempre impeccabile, almeno per gli standard di una squadra di discrete ambizioni. Se la Lodigiani sorride per i 6 punti nelle ultime due partite, i pontini ne hanno fatti 9 nelle ultime tre, quindi abbiamo la garanzia di una sfida tra squadre in piena forma. Ci sarà da divertirsi.

Tornano in campo, dopo due settimane salutari di riposo, gli Allievi Fascia B Élite. Dopo l’inaspettato quanto sfortunato 1-1 di Ceprano, l’unico imperativo, per i ragazzi di Scardini, è quello di riprendere la marcia in vista dello sprint finale. 10 le partite ancora da giocare in campionato, 10 colpi da non sbagliare. La situazione è aperta a ogni tipo di stravolgimento. Oggi siamo terzi ma possiamo persino aspirare al primato, senza però scordarci che è sin troppo facile fare un bel balzo all’indietro e rimanere clamorosamente fuori dai playoff. L’obiettivo minimo, quindi, è entrare nelle fasi finali. Se poi arriva qualche soddisfazione ulteriore, ben venga. La ripresa del campionato coincide con una partita assolutamente da non sbagliare: alla Borghesiana, infatti, si affaccia la Polisportiva Carso, squadra protagonista non a caso di questo campionato, seconda in classifica e con due punti in più della Lodigiani. Già nel campionato Giovanissimi Élite dello scorso anno i pontini ci fecero piangere lacrime amare nonostante il gap di classifica; quest’anno, invece, la squadra del borgo latinense ha fatto un salto di qualità anche dal punto di vista dei risultati. Per noi sempre di bestia nera si tratta, se si pensa alla sconfitta rimediata all’andata col punteggio di 1-0. La Polisportiva Carso, del resto, è questo: non ha bisogno di segnare gol a raffica, poiché, proprio dopo la nostra, ha la miglior difesa del campionato, con 12 reti subite. Se i biancoblu hanno dimostrato di reggere alla grande l’urto con le grandi del campionato (vittorie anche contro Tor Tre Teste e Vigor Perconti), essi hanno dimostrato di soffrire i derby e le partite contro squadre di media classifica ma non per questo meno agguerrite. Per il momento, la Polisportiva Carso non perde da sette turni, per vincere cinque delle ultime sei partite disputate. Se la Polisportiva Carso non scherza, la Lodigiani fa sul serio: 11 sono i risultati positivi consecutivi dei biancorossi, con uno score di 8 vittorie e tre pareggi. Pertanto, la partita non andrà affrontata con spirito di vendetta sportiva, ma con la piena consapevolezza delle nostre forze. Anche perché i tre punti possono proiettarci al secondo posto.

Partita verità, per i Giovanissimi Élite, quella che andrà in scena a via del Baiardo tra la Lodigiani prima e il Tor di Quinto terzo. Tante le implicazioni di questo big-match tra due delle tre assolute protagoniste di questo girone. La prima considerazione è bene farla sui numeri: Lodigiani 57 punti in classifica, Tor di Quinto 53. Lodigiani miglior attacco del girone, con 64 reti segnate, alla pari della Vigor Perconti seconda in classifica. Tor di Quinto terza forza offensiva ma con appena 41 gol fatti. Il Tor di Quinto trae forza dal suo reparto arretrato, il migliore di questo raggruppamento, il quale fin qui ha incassato appena 11 reti, mentre la Lodigiani la segue a ruota con 14. Finora il Tor di Quinto ha peccato qualcosa in continuità scivolando in partite assai inaspettate, contro squadre di media caratura. I biancoblu, tuttavia, per ora, sono i padroni degli scontri diretti, avendo vinto sia in casa nostra all’andata (con un pesantissimo 0-3), sia in casa con la Vigor Perconti (1-0 il punteggio). Per la Lodigiani è l’ultimo scontro diretto di alta classifica, ma fin qui ha sempre perso nei precedenti big-match. Serve, pertanto, una risposta convinta, anche in chiave playoff. Tra l’altro, ci sono i calcoli di classifica da fare. Una sconfitta ci lascerebbe minimo secondi, ma un sorpasso della Vigor Perconti potrebbe trascinarsi fino a fine stagione e avere il Tor di Quinto ad appena una lunghezza non sarebbe il massimo della vita. Un pareggio potrebbe permetterci di ipotecare il vantaggio finale, a fine stagione, sul Tor di Quinto, ma un aggancio della Vigor Perconti non sarebbe felicissimo in virtù degli scontri diretti. Una vittoria sarebbe decisiva quanto auspicata per mettere in cassaforte almeno il secondo posto e gettare più di una garanzia sul primo. In tutto ciò mancherà lo scontro finale tra Vigor Perconti e Tor di Quinto alla penultima giornata. Noi confidiamo nei nostri ragazzi, nella loro bravura e nella loro maturità. Siamo sicuri che non peseranno i tre scontri diretti già persi, e che la squadra di Santucci andrà a giocarsi la partita. Forza ragazzi!

Come per i 2000, anche i Giovanissimi Fascia B Élite tornano a giocare in campionato a distanza di tre settimane. Ormai manca veramente poco per affrontare il lungo ciclo-verità che ci dirà chi siamo e dove possiamo veramente arrivare. Per ora ci troviamo primi in classifica, e ci piace così. In queste ultime giornate la vetta del girone non è mai stata messa in discussione, sia per la mancanza di sfide di vertice, sia per la maturità mentale dei nostri ragazzi, ormai pienamente inseriti nel ruolo di squadra da battere. Il prossimo avversario, che affronteremo in casa, è il Futbolclub, squadra tristemente penultima con 8 punti e qualche residua speranza di salvezza, distante appena quattro punti. Ovviamente, per gli orange non sarà contro la Lodigiani la partita della speranza, poiché il differenziale tecnico è troppo alto. I punti di scarto in classifica sono ben 34. La Lodigiani ha di gran lunga il miglior attacco del girone: una vera macchina da gol in grado, fin qui, di segnare ben 69 reti; il Futbolclub ne ha fatti 14. Lodigiani seconda miglior difesa del girone, con 10 gol subiti. Se si esclude il disastroso Anzio (114 gol subiti!), il Futbolclub, con 64 reti incassate, è la peggior difesa del girone. Dopo ben 11 sconfitte consecutive, il Futbolclub ha ottenuto due pareggi di fila, ma uno di questi ha regalato il primo punto in classifica all’Anzio. Pronostico a senso unico? Brutto da dirsi, ma è così. Senza mai scordarci il rispetto dovuto. Big match di giornata Vigor Perconti-Urbetevere, con gli ospiti comunque favoriti. Noi intanto pensiamo al Futbolclub, poi inizieranno le sfide di alta classifica.

Giovanili, stesso copione di 7 giorni fa

JUNIORES REGIONALI, LODIGIANI-AGORA 0-2. Seconda sconfitta casalinga consecutiva che, molto probabilmente, è destinata a spegnere qualche sogno legittimamente maturato durante il corso della stagione. Peccato perché se la Lodigiani avesse vinto per 3-0 nessuno avrebbe avuto da obiettare. Ma il calcio è questo, e va accettato. L’invito per gli appassionati è sempre di leggere la cronaca completa di Antonio, che ringraziamo come sempre per la sua preziosissima collaborazione.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, PRO CALCIO TOR SAPIENZA – LODIGIANI 1-3. Una Lodigiani perfetta e in palla passa meritatamente sul campo del Tor Sapienza. In controllo costante della partita per tutti gli 80’, la Lodigiani ha rischiato di mettere a repentaglio la sua gara a causa di un penalty assegnato ai padroni di casa nella ripresa, ma negli ultimi minuti la Lodigiani ha riportato in ordine le cose. Ci mette 26 minuti la Lodigiani a trovare il vantaggio contro un Tor Sapienza mai domo, ma poi il solito Romani ci mette lo zampino per il meritato 0-1. Nella ripresa la partita sembra ampiamente a favore degli ospiti, finché un calcio dagli 11 metri assegnato dall’arbitro non rimette in parità e quindi in discussione, la partita. Ciò avviene quando manca ancora metà tempo da giocare. La Lodigiani, forse un po’ assopita prima, si desta nuovamente e ci mette una decina di minuti a riportarsi in vantaggio con Casciotti. Nei minuti finali torna in parità il conto dei penalty, con la realizzazione di Sandu per il definitivo 1-3. Seconda vittoria consecutiva per i biancorossi, ora nuovamente in assoluta tranquillità di classifica. Grazie alla vittoria della Polisportiva Carso per 2-1 sul Certosa, la Lodigiani torna quinta a 33 punti, sopra di una lunghezza proprio ai danni di Polisportiva Carso e Certosa. Il quinto posto è ormai, con ogni probabilità, l’unico obiettivo ancora a disposizione, data la distanza di 11 punti dall’Ostia Mare, quarta in classifica. Domenica prossima altra sfida interessante tra Lodigiani e Polisportiva Carso.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – POLISPORTIVA CARSO 4-3. Partita vietata ai deboli di cuore quella andata in scena alla Borghesiana tra la prima e la quarta forza del girone. Al di là di ciò che dice il punteggio, la Lodigiani ha rischiato di non vincere solo in apertura di match. Inizialmente la Polisportiva Carso sembra intraprendente e solida, e la Lodigiani fa un po’ di fatica a sfondare le linee nemiche. Tant’è che dopo 19 minuti Viele porta in vantaggio la Polisportiva Carso. La gioia degli ospiti viene interrotta dopo appena un minuto, grazie a Bonifazi che sfrutta un buco della difesa avversaria. Con il gol segnato la Lodigiani ingrana la quinta e comincia ad agire in avanti con maggior convinzione. A due minuti dalla fine Mercuri concretizza la pressione biancorossa. È lo stesso giovane biancorosso a ripetersi a inizio ripresa, dopo appena tre minuti, per portare a tre le reti dei padroni di casa. Tutto finito? Macché! La Polisportiva Carso, come rimette la faccia avanti, trova, al 12°, il 3-2. Serve il miglior Bonifazi, al 20°, per siglare il 4-2. La Lodigiani ha anche l’occasione per realizzare la quinta rete, ma Bonifazi fallisce la tripletta dagli 11 metri. Giornata comunque più che positiva per lui. Nel finale la Polisportiva Carso accorcia nuovamente, ma non c’è più tempo per andare oltre. Finisce 4-3 e la Lodigiani può ora prepararsi alla sfida decisiva di Domenica prossima in casa del Tor di Quinto, vero spartiacque della nostra stagione. Anche perché dietro di noi nulla cambia: Lodigiani prima con 57 punti, Vigor Perconti seconda a 55 (ma che fatica per battere il Racing in casa 2-0) e Tor di Quinto terzo a 53 (facile vittoria per 0-3 sul campo della Spes Montesacro. Ora, come detto, massima attenzione alla partita di domenica. L’invito è di leggere il nostro prepartita del Giovedì.

Week-end biancorosso, 20 e 21 Febbraio 2016

Il periodo non è sicuramente dei migliori per i nostri Juniores Regionali. La sconfitta interna contro la Libertas Casilina ci ha riportato sulla terra, offrendoci una maggior consapevolezza dei nostri limiti e delle pecche. Certo, una cosa va detta: partita più, partita meno, in poche occasioni siamo riusciti a scendere in campo senza handicap legati a infortuni, indisponibilità varie e decisioni arbitrali tramutatesi in sentenze del giudice sportivo. Reinventare ogni volta schemi e dinamiche tattiche è difficile e le varianti in atto sono molteplici. Senza dubbio, il fattore mentale ha sempre la sua quota maggioritaria nella riuscita o meno di una partita. La Lodigiani di mister Caterino non ha ancora compromesso le sue ambizioni, ma esse sono diventate sicuramente di più difficile attuazione. In un campionato dove c’è chi sale e c’è chi scende, il nostro prossimo avversario, l’Agorà di Latina, è attualmente in una buona condizione di forma: nelle ultime 9 gare due sole sconfitte a scarto minimo (contro regine del campionato quali Anzio e Vivace Grottaferrata), sei vittorie e un pareggio; niente male per una squadra con l’ambizione di salvarsi il più in fretta possibile. Intanto i punti in classifica sono 28, e i punti di distanza con la Lodigiani sono appena quattro. I rossoblu pontini presentano ottimi numeri sia in avanti che nel reparto arretrato, il che è sinonimo di un collettivo perfettamente oleato e funzionante. Pertanto, l’Agorà è una squadra insidiosa da affrontare per chiunque, mentre noi stiamo cercando di ritrovare la nostra vera identità. Siamo fiduciosi in un recupero completo dei nostri ragazzi specialmente per quanto riguarda la loro autostima. Mancano ancora 11 turni alla fine del campionato e tutto può succedere.

Gli Allievi Élite sorridono per la vittoria ritrovata, per il buon gioco e per una condizione fisica più che soddisfacente. La vittoria con la Romulea ha esorcizzato pericoli vicini e lontani e, soprattutto, ha dato merito a un gruppo che in questa stagione sta raccogliendo poco rispetto a quanto seminato. Ora si può guardare con una certa serenità a ciò che resta di questo campionato, senza però permettersi il lusso di perdere la concentrazione. Mentre possiamo festeggiare il meritato inserimento di Sandu e Romani nella rappresentativa Allievi regionale, bisogna prepararsi ad affrontare il prossimo avversario. Ci si allontana di pochi chilometri dalla Borghesiana per andare ad affrontare la Pro Calcio Tor Sapienza, squadra attualmente terzultima in classifica a pari merito dell’Albalonga con 19 punti. Se la retrocessione diretta sembra scongiurata (la Vivace Grottaferrata, ultima, ha appena nove punti), il pericolo playout è reale, poiché la salvezza diretta dista 4 punti: non pochi per una squadra che in 21 partite ha vinto solo 4 volte e pareggiato in sette occasioni. Se la difesa del Tor Sapienza ha numeri discreti per la media del girone, l’attacco è il secondo più sterile (appena 15 le reti messe a segno): questo è il motivo principale delle sfortune dei nostri anfitrioni. È anche vero che due vittorie e un pareggio nelle ultime tre giornate sono un buon trend per una squadra di bassa classifica. Tuttavia, saremo noi a giocarci le chances migliori, ma occhio alle motivazioni degli avversari: in questo senso, lo Sporting Città di Fiumicino ci ha già castigato.

Capitolo Giovanissimi Élite. La nostra squadra continua con umiltà e abnegazione a giocarsi ogni partita fino all’ultima stilla di sudore, rispettando l’avversario di turno senza, tuttavia, mai alterare la propria natura vincente. La forza del gruppo, lo ripetiamo e lo ripeteremo, è di non cadere in trappole letali per le nostre dirette concorrenti, specie quando si affrontano squadre valide e motivate, benché aventi meno della metà dei nostri punti in classifica. Non è certamente il caso della Polisportiva Carso, squadra tra le meno motivate del campionato in termini di classifica ma tra le più valide (forse la più valida) al di fuori del trio di testa. Chi sono i pontini a livello giovanile ormai ne abbiamo parlato in più di un’occasione. Se il loro campionato è “deludente” non è tanto per il quarto posto (ci mancherebbe altro), ma per i quindici punti di distanza dal terzo, ovvero un abisso dalla zona play-off. D’altronde, le tre regine del girone hanno fatto il vuoto, sempre più evidente ogni giornata che passa. Il motivo di questo gap è qualche scivolone di troppo qua e là, un po’ di mezzi passi falsi e le sole sconfitte contro le prime tre forze del torneo. All’andata passare sul loro campo era già da considerare una mezza impresa; ora, invece, dobbiamo affrontare l’avversario senza sottovalutarlo. Una squadra come la Polisportiva Carso nasce per tentare sgambetti e guastare feste, pertanto è consigliabile la massima prudenza. Non scordiamoci mai di avere la migliore difesa del campionato (solo 11 reti subite) alla pari con il Tor di Quinto e la seconda forza offensiva (60 reti fatte, solo la Vigor Perconti ha fatto meglio, con 62). Quindi Forza Lodigiani, la nostra armata non deve temere confronti.

Giovanili, più forti del maltempo. Peccato solo per la Juniores

JUNIORES REGIONALI, LODIGIANI-LIBERTAS CASILINA. Una sconfitta pesante, pesantissima, soprattutto in chiave ambizioni di fine anno. Le dirette concorrenti al secondo posto vincono, noi cadiamo in partite dove il margine di errore dovrebbe essere zero. Ma questo è il calcio. Come sempre, il nostro cronista ci ha raccontato tutto. Ora, speriamo di rialzarci. Forza ragazzi!

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI-ROMULEA 3-0. Dopo Ostia in trasferta, arriva un’altra perla da incorniciare e appendere come tesoro a fine stagione. Stavolta la fame di punti c’è stata anche su sponda biancorossa, e le motivazioni sono, alla fine, emerse. Intendiamoci, la Romulea non ha regalato nulla: ha provato a portare la partita dalla sua parte, ha avuto le sue occasioni, ma la Lodigiani è sempre riuscita a coprire dietro e, stavolta, a rendersi pericolosa in avanti. In realtà il primo tempo non finirà agli annali delle migliori partite di calcio mai viste, poiché ha dominato un certo tatticismo esteticamente non bello da vedere ma efficace se si pensa alla nostra causa. Forse un po’ inaspettatamente, al 36°, Romani raccoglie di testa un cross da calcio da fermo e realizza il nostro vantaggio. Cambia, ovviamente, la partita. Nella ripresa, per un buon quarto d’ora, la Romulea si presenta da grande squadre quale effettivamente è, ma oggi non è aria. Così, chi esagera d’attacco, viene colpito con la difesa sguarnita, ed è ciò che accade al 14° con la solita asse Romani-Sandu, con quest’ultimo a concludere per il 2-0. La partita è virtualmente finita, la Romulea esce dalla partita ma c’è il tempo del definitivo 3-0 di Romani in velocità. Grande gara, ottima tenuta, eccellente spirito di sacrificio. La nostra classifica può tornare ad essere tranquilla, per quanto non abbia mai subito serie minacce. Se per la Romulea la lotta play-off si complica, per noi si tratta di avere più margine rispetto alla zona play-out: la Lodigiani va a 29 punti in compagnia della Polisportiva Carso (1-2 sulla Pro Roma), e ha un rassicurante +7 sulla zona playout. Prossima partita Pro Calcio Tor Sapienza – Lodigiani.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, FORTITUDO – LODIGIANI 1-3. Altra ottima prestazione della squadra di Santucci, resa ancora più pregevole dalla reazione al gol a freddo subito in apertura di match e che poteva condizionare in negativo la nostra partita. Invece, durante la contesa, si è vista una Lodigiani grintosa e persino più forte del maltempo regnante sul campo di gioco della Fortitudo. Tre punti dal sapore di primato prolungato, mentre le nostre inseguitrici non perdono colpi ma continuano, con non poca frustrazione, a rimanere indietro. La capolista c’è, quindi, e poco fa il gol messo a segno per la Fortitudo al 2° minuto di gioco da Bebereche. La Lodigiani reagisce subito e ci mette 8 minuti a trovare il gol del pareggio con uno scatenato Rodi. Neanche il tempo di reagire per la Fortitudo e la Lodigiani mette la freccia per il sorpasso: al 14°Bonifazi è autore di una splendida rete. 2-1 Lodigiani. La Fortitudo subisce il colpo ma, ciò nonostante, continua a tenere botta, per quanto si moltiplichi la spinta degli ospiti per chiudere definitivamente la faccenda. Devono passare 18 minuti della ripresa affinché ciò si verifichi, ed è sempre Rodi a mettere il sigillo, stavolta veramente definitivo, alla partita. Si chiude 3-1 per noi ma con applausi per tutti. Dopo aver reso onore ad un buon avversario, si guarda a classifica e prossimo turno: la Lodigiani vola a 54 punti, ma convince anche la Vigor Perconti, a 52, che passa di prepotenza per 4-1 sul campo del Città di Ciampino. Stenta il Tor di Quinto, terzo a 50 punti, sul proprio terreno di gioco, battendo per 1-0 la Pro Roma. Domenica prossima arriva in via della Capanna Murata la temibile Polisportiva Carso.

Week-end biancorosso, 13 e 14 Febbraio 2016

Squalifiche, infortuni, gol rimediati negli ultimi secondi di gioco, decisioni del giudice sportivo, arbitri palesemente ostili e chi più che ha, più ne metta. Non è per fare del facile vittimismo (per quello sono buoni tutti), ma un po’ di sana onestà intellettuale dice che i nostri Juniores Regionali avrebbero meritato di più, nonostante siano all’inseguimento del secondo posto e a distanza non siderale dalla prima posizione. Poi, a volte, ci mettiamo anche del nostro, ma è bene ricordare le condizioni al limite in cui si gioca in certi campi. Il calendario dirà pure 2016, ma alcuni impianti e terreni di gioco potrebbero essere datati al 1950 o giù di lì. Normale che poi squadre come il Pro Cecchina ne approfittino contro squadre più tecniche. E allora è un conforto sapere di giocare due gare di fila alla Borghesiana. Ora, ovviamente, sta a noi fare quadrato ed essere più forti di tutti gli ostacoli. La squadra e la nostra storia meritano il traguardo degli Élite (il quale un tempo sarebbe stato normalissimo per una squadra chiamata Lodigiani), però ora sta ai nostri ragazzi mettercela tutta per raggiungere l’ambito traguardo. Nessuno ha mai smesso di credere in questo gruppo, quello che forse, negli anni, ha più dimostrato attaccamento alla nostra storica casacca. Virtù non da poco se si pensa che spesso, nei settori giovanili, ci si fregia di chissà quali conoscenze o affiliazioni per illudere squinternati genitori e ragazzi con la testa non propriamente sulle spalle, i quali non giocano più per puro diletto. La Juniores gioca per divertirsi e, giustamente, anche per vincere, ma non con la malsana idea di guadagnare milioni di euro, tra qualche anno, accanto a qualche stella di Serie A. Scusate se è poco. Allora sotto con la Libertas Casilina, squadra distante da noi poche centinaia di metri in linea d’aria e senza grandi ambizioni per la stagione in corso. Certo, della Pro Calcio Cecchina dicevamo lo stesso. Ma stavolta, siamo sicuri, andrà diversamente.

Tre sconfitte di fila ridanno qualche apprensione di classifica agli Allievi Élite. Guardandoci alle spalle, 5 punti dai play out sono un po’ pochini, e dobbiamo pensare a far risultato. La gara con lo Sporting Città di Fiumicino ha rappresentano un’involuzione rispetto alle sconfitte contro le prime due della classe, e anche Domenica andare a punti non sarà facile. Alla Borghesiana, infatti, arriva la Romulea, autentica rivelazione di questo torneo, seconda a pari punti con la Tor Tre Teste e con un piede e mezzo nei play-off, Ostia Mare permettendo. La Romulea è stata costruita sulla forza del gruppo e sulla bravura del proprio allenatore, il quale ha saputo plasmare ogni meccanismo a sua immagine e somiglianza. I risultati parlano chiaro: 45 punti, un attacco impressionante (57 reti fatte; basti pensare che dopo la Romulea la squadra che più è andata a rete è la Tor Tre Teste con 44 gol segnati), una difesa non impeccabile ma comunque molto ordinata e spigolosa, alcuni elementi veramente interessanti. Siamo dunque spacciati? In fondo no. Basti pensare alla nostra gara d’andata persa per 2-1 al Campo Roma, in cui abbiamo retto il passo di una grande che non sapevamo ancora essere una grande. Ovviamente non sarà facile, perché la Romulea non perde dal lontano 6 Dicembre, mentre noi cominciamo ad avere una fame tremenda di punti, e ciò non ci aiuta sul lato psicologico. Serve dunque fare quadrato, non pensare al divario in classifica e sfruttare i nostri elementi migliori. Ce la possiamo fare, senza dubbio.

Se non fosse per il fatto di giocare in trasferta, la partita dei Giovanissimi Élite contro la Fortitudo Calcio potrebbe essere introdotta, né più né meno, come quella contro i Vigili Urbani, poi vinta sin troppo comodamente col punteggio di 4-0. La Fortitudo è una squadra valida che in campionato ha fatto vedere delle belle cose, dimostrando una certa solidità e coesione di gruppo. In un girone diverso da questo, dove le prime tre hanno fatto il vuoto, i biancoblu, coi loro 25 punti e la posizione di metà classifica rischiano i play-out. Il problema è che in quella parte di classifica si sono ammassate ben 8 squadre in tre punti con due posizioni play-out da assegnare. Si è quindi scatenata la bagarre salvezza, e pertanto la Lodigiani si troverà ad affrontare un avversario in pieno tumulto e bisognoso di punti. Se la Lodigiani è abituata ad ottenere sempre il massimo da squadre dall’alto-media classifica in giù, anche la Fortitudo sta attraversando un buon momento di forma: nelle ultime quattro partite, infatti, la squadra di San Giovanni ha vinto tre volte e ottenuto un pareggio, peraltro contro avversari di discreta caratura quali Romulea e Atletico 2000. Sicuramente dai biancoblu non otterremo nessun regalo. La ricetta migliore, per noi, è essere quelli di sempre e giocare senza pensieri, semplicemente come sappiamo. Non ci dobbiamo fermare, non dobbiamo concedere nulla.

Giovanili, le più giovani prime e contente. Pareggi per Juniores e 2000, sconfitta sfortunata per i 1999

JUNIORES REGIONALI, PRO CALCIO CECCHINA – LODIGIANI 0-0. In attesa della cronaca integrale di Antonio, registriamo un risultato abbastanza inedito per i nostri ragazzi, abituati a segnare con costanza. Contro la Pro Calcio Cecchina, infatti, non si va oltre lo 0-0. Mal comune, mezzo gaudio: a parte la vittoria della Vivace Grottaferrata sul Città di Ciampino per 2-1, in alta classifica si registrano pareggi a raffica: Anzio – Virtus Nettuno 2-2, VJS Velletri – Borghesiana 1-1, Polisportiva De Rossi – Lupa Frascati 1-1. Aspettiamo i particolari per saperne di più.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, SPORTING CITTÀ DI FIUMICINO – LODIGIANI 1-0. Arriva da Fiumicino una delle sorprese di giornata, in un girone dove nessuna partita appare mai scontata per qualsiasi squadra. Intendiamoci, la Lodigiani poteva vincere o meglio pareggiare, ma alla fine ci sta anche la sconfitta, per quanto determinata da una buona dose di sfortuna. In 80’spigolosi e poco spettacolari, anche il gol decisivo, segnato al 26° da Giacinti, per quanto bello, è stato baciato da tanta buona sorte. Poi tante interruzioni, nervosismo e condizioni metereologiche difficili. Purtroppo, il dato che più ci interessa è la terza sconfitta di fila, che ci induce ad una maggior prudenza per il prosieguo di questo torneo. Nulla di allarmante e il riscatto arriverà senza dubbio, ma ora la via dei tre punti va trovata con maggior determinazione. In classifica restiamo ancora ancorati a 26 punti, ma adesso la compagnia è numerosa: condividono la piazza il San Lorenzo (0-1 sulla Pro Calcio Ferentino) e la Polisportiva Carso (3-0 alla Vivace Grottaferrata), ma anche l’Atletico 2000, a 25, si fa sotto: la vittoria dell’Atletico sul campo del San Donato Pontino per 0-2, tuttavia, è assai salutare, in quanto mantiene la zona playout a 5 punti da noi. Domenica altra sfida delicata, in casa contro la Romulea.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, CEPRANO – LODIGIANI 1-1. Supremazia territoriale, buon gioco e tante idee non bastano alla Lodigiani per aver ragione di un Ceprano sceso sul rettangolo verde con fare combattivo e con un’organizzazione di gioco molto ben strutturata. Ai punti non ci sarebbe stata storia, ma dobbiamo fare i conti con qualche occasione sprecata di troppo e con un avversario che ha sbagliato veramente molto poco. A parte qualche informazione arrivata col contagocce e appena riportata, non abbiamo molti dettagli. La rete della Lodigiani è stata firmata De Carlo a metà primo tempo, ma siamo stati subito sorpresi e ripresi pochi minuti dopo. Analizzando la classifica, vincono tutte le contendenti nelle zone alte, ma almeno il margine playoff resta per noi assai rassicurante. La Vigor Perconti passa col punteggio di 0-3 sul campo della Romulea e si tiene la testa del girone con 40 punti. La Polisportiva Carso, seconda, approfitta del nostro mezzo passo falso, batte 2-1 il San Lorenzo e si porta a 36 punti. A 34 arriva la Lodigiani, mentre si avvicina la Tor Tre Teste a quota 29, grazia alla sin troppo facile vittoria sul Certosa per 9-1. Si torna in campo il 27 con il match chiave contro la Polisportiva Carso.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – VIGILI URBANI 4-0. Se qualcuno poteva temere la determinazione dei Vigili Urbani, sarà rimasto soddisfatto dalla spregiudicatezza della capolista contro un avversario praticamente mai pervenuto in via della Capanna Murata. Lo avevamo scritto nell’anteprima del turno: contano le motivazioni, e nella gara giocata dalla Lodigiani c’è tutto il piglio di una squadra convinta e forse anche un po’arrabbiata, senza dubbio grintosa. I ragazzi si allenano duramente in settimana, ed è bello quando poi i risultati non si fanno attendere nel momento in cui si scende in campo. La gara non ha avuto storia sin dalle primissime battute, e la Lodigiani ci mette appena 8 minuti a passare con Giorgio. La difesa dei Vigili Urbani tiene come il burro e al 12° Coccia ha vita facile nel segnare il raddoppio. Lodigiani dilagante e al 25° la contesa è chiusa in anticipo con la marcatura di Mazza. Nel secondo tempo, in apertura, c’è subito gloria per Bonifazi, suo il definitivo 4-0. Poi tanta accademia e la giusta soddisfazione a fine partita. Nulla cambia, quindi, nei quartieri alti: Lodigiani prima con 51 punti, Vigor Perconti a 49 (vittoria in pieno recupero in casa contro il Ceprano per 1-0) e Tor di Quinto a 47 (convincente 0-2 in casa dell’Atletico 2000). Domenica ci sarà Fortitudo – Lodigiani.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, ATLETICO 2000 – LODIGIANI 0-2. Avevamo anticipato che giocare sul campo dell’Atletico 2000 non sarebbe stato facile, tuttavia i biancorossi hanno vinto e convinto, disputando una gara quadrata e concreta e rafforzando il primato del girone. La rete di Di Chio, dopo una manciata di secondi di gioco, spiana subito la strada alla squadra ospite. Sembra tutto facile, ma dalla metà del primo tempo in poi anche l’Atletico 2000 si fa insidioso. Ci vogliono una dozzina di minuti della ripresa per scatenare l’estro di Maurizi e chiudere definitivamente la faccenda. Per il resto tanto controllo e qualche occasione per dilagare ulteriormente, ma i nostri avversari, francamente, non lo avrebbero neanche meritato. Chiaramente la classifica ci continua ad ammiccare: con 42 punti restiamo in testa, anche se non molla l’Urbetevere (4-2 sull’Aprilia) a 41. A distanza, con 38 punti, continuano a puntarci la Lazio (ottimo 4-1 casalingo sulla Polisportiva Carso) e il Frosinone (rotondo 6-0 all’Albalonga). Più in là, 35 punti, c’è la Tor Tre Teste (9-0 sull’Anzio). Torneremo in campo il 27 Febbraio, con Lodigiani – Futbolclub.

Week-end biancorosso, 6 e 7 Febbraio 2016

Ripartiamo da dove siamo rimasti. La Juniores Regionale si conferma potenza del girone. Ormai, a questo punto del campionato, è chiaro che la nostra squadra può puntare obiettivi di alto profilo, e la nostra posizione in graduatoria non è casuale. Esistono poi curiosità e amenità: per esempio, la Lodigiani esprime il suo miglior gioco contro le big anziché contro le squadre di media-bassa classifica. Evidentemente, il nostro gruppo trova più spazi contro squadre agonisticamente più complete, mentre ciò è più difficile quando si gioca contro squadre più chiuse per propria natura. Il match in trasferta contro la Pro Calcio Cecchina fa parte più del secondo gruppo che del primo. Squadra decima in classifica con 20 punti, il Cecchina si sta guadagnando una tranquilla salvezza e potrebbe (potrebbe) giocare con motivazioni non altissime. Fatto sta che i castellani nelle ultime sei uscite hanno vinto una sola volta e totalizzato solo 5 punti su 18 a disposizione, evidenziando uno stato di forma non perfetto. C’è anche un altro dato interessante: al di fuori dell’Anzio capolista, nessuna squadra, finora, ha espugnato il campo di via Nettunense. Non sarà sicuramente una passeggiata e servirà la miglior Lodigiani, quella…formato big!

Gli Allievi Élite, purtroppo, hanno totalizzato zero punti nelle due uscite consecutive contro le prime due potenze del girone. Se da una parte, date le motivazioni opposte, ciò poteva essere un po’ prevedibile, è anche vero che la Lodigiani non ha sfigurato e avrebbe meritato di portare qualche punto in cascina. Ma tant’è, ormai non abbiamo nessun particolare obiettivo di campionato, se non quello di onorarlo e di fare bel gioco sino alla fine. Forse prematuro dirlo a Febbraio, ma le distanze in classifica parlano chiaro, soprattutto verso l’alto, mentre in basso bisogna fare un minimo di attenzione al San Donato Pontino, quintultimo a -5 da noi. Giocare per fare bene, quindi. Dopo un bel digiuno, sicuramente non manca la fame di punti, e la gara contro lo Sporting Città di Fiumicino potrebbe lenire l’appetito. Parlando di pura classifica, il divario c’è: Lodigiani sesta a 26 punti e Sporting Città di Fiumicino terzultimo a 15. Per carità, gli aeroportuali non hanno l’aria della squadra di bassa classifica che fa una fatica tremenda a far punti, e la classifica corta offrirà uno stimolo notevole. Tra l’altro, da un paio di mesi a questa parte, lo Sporting sembra aver trovato un miglior assetto, e i numerosi risultati positivi ne sono una conferma. Per noi, però, non c’è tempo di fare queste considerazioni. Si deve tornare a far punti, ora.

Gli Allievi Fascia B continuano la loro marcia apparentemente inarrestabile: fatta un’altra vittima, si punta direttamente la prossima. Dopo l’ottima e non scontata vittoria sul campo del San Lorenzo, ora si affronta la seconda trasferta consecutiva, che, tra l’altro, è una vera trasferta anche in fatto di chilometri da percorrere, almeno se si pensa al forte nucleo prettamente romano dei campionati giovanili. Parliamo, ovviamente, della sfida sul campo del Ceprano, squadra in provincia di Frosinone. Il Ceprano soffre parzialmente il suo “isolamento” geografico, e cerca di fare il suo onesto campionato entrando in piena lotta per non retrocedere. Per quanto non ce ne occupiamo quasi mai, in coda la bagarre è tanta: i cepranesi sono terzultimi a 13 punti, con le due ultime ad appena un punto, a pari merito col San Donato Pontino e con posizioni più tranquille ancora a portata di mano, se non di singola partita. Ovviamente parliamo di valori opposti: la Lodigiani ha perso solo due volte in campionato e ormai è considerata, a pieno merito, la squadra con la difesa più inespugnabile del girone. Però, partita dopo partita, anche il reparto offensivo ha trovato la sua svolta, è questo ha rappresentato quell’evoluzione in più che mancava fino a qualche tempo fa: ormai le nostre truppe di assalto, con 32 cannonate andate a segno, sono seconde solo alla Vigor Perconti. La Lodigiani può continuare la sua inarrestabile ascesa.

Alla Lodigiani Giovanissimi Élite, ancora in testissima dopo la roboante vittoria in casa del Città di Ciampino col punteggio di 0-5, mancano solo un pugno di vittorie e qualche turno per assicurarsi, con largo anticipo, il diritto di disputare i play-off. La sola variante è la posizione di accesso, e per quello bisogna ancora lavorare duro e non fermarsi mai (e, magari, anche vincere il prossimo scontro diretto). Si torna a giocare alla Borghesiana contro una squadra che sta facendo benissimo in questo campionato e che, anche all’andata ci ha fatto sudare le classiche sette camicie per passare: si tratta dei Vigili Urbani. Certo, rispetto a quella lontana partita, il quadro di riferimento è cambiato: allora, per i Vigili, vincere poteva voler dire mettere un mezzo piede in zona play-off e aumentare il peso delle proprie ambizioni. Così non è stato, per nostra fortuna, ma abbiamo testato sulla nostra pelle quanto sia dura affrontare una squadra avversaria così ben organizzata e attrezzata. Ovviamente, nel corso di questo campionato, i Vigili hanno mollato qualcosina: nelle ultime dieci uscite, in sole due occasioni sono arrivati i tre punti mentre, per il resto, si è andati avanti con qualche pareggio e troppe sconfitte. Ciò, indiscutibilmente, non toglie assolutamente nulla alla qualità del loro campionato. Siamo chiamati a ripetere i nostri numeri migliori, e così sarà fino alla fine del campionato: è questo il destino di una big, ma anche la sua fortuna.

È vero, non sono partite vinte sin troppo facilmente e largamente come quella di Sabato scorso contro il Cinecittà Bettini a fare da marcatore allo stato di forma dei nostri Giovanissimi Fascia B Elite, ma effettivamente esse aiutano a capire la voglia e l’agonismo messi in campo dai nostri ragazzi. Gli elogi si sprecano per la squadra Rivetta-Francolini, per quanto le sfide delicate debbano ancora arrivare. L’imperativo attuale è non sottovalutare nessuno, nemmeno la terzultima in classifica. L’Atletico 2000, infatti, è una delle squadre al di sotto dei propri obiettivi in questo campionato, con appena 11 punti. La sensazione netta è che i nostri prossimi avversari abbiano raccolto molto meno di quanto effettivamente seminato: in molte partite ben giocate, i biancorossi di Via di Centocelle sono usciti con zero punti e tanto rammarico. Per quanto questo sia un campionato assai strano, difficilmente si riesce ad ipotizzare la retrocessione di un club che fa bene in tutte le categorie. Noi, comunque, dobbiamo guardare al nostro. Sconti non ne facciamo mai e, in questo momento, la truppa sembra essere con il morale alle stelle. Il primato aiuta anche in questo senso. Nulla da segnalare in ottica scontri di alta classifica, e il maggior interesse è dato dalla partita tra Lazio e Polisportiva Carso.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 782 follower