Archivi della categoria: Giovanissimi Regionali Elite

Giovanili, un inizio di anno col botto

Evidentemente il turno malvoluto da tutti porta bene alla Lodigiani. Cinque vittorie su cinque squadre impegnate, per quanto, in un caso, oltre che di botto, si è trattato di botte.

JUNIORES REGIONALI, VJS VELLETRI – LODIGIANI 0-2 (partita interrotta al 22°ST). È il caso della Juniores Regionale, che ha stravinto il match diretto in casa della VJS Velletri prima che si scatenasse il putiferio: a causa di un fallo commesso da uno dei nostri, il clima si è surriscaldato con botte da orbi un po’ ovunque e a più riprese, fino a costringere l’arbitro a fermare la partita a metà secondo tempo. Purtroppo tale match comporterà sanzioni anche ai nostri, nonostante il clima di provocazione che, ai più, è sembrato studiato a tavolino, in un campo già noto per l’ambiente sin troppo turbolento. La Federazione non dovrebbe punire tanto i nostri giocatori, ma chi permette che andare in una trasferta diventi sinonimo di minacce e provocazione. E, come esperienza insegna, guarda caso, certi episodi sono molto più frequenti in alcuni campi di provincia. Anche se non pianificato dalla società, speriamo ci sia il salto in Élite, dove certi episodi sono molto più radi. Per quanto possa contare, complimenti ai nostri ragazzi per l’impresa sportiva.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – VIVACE GROTTAFERRATA 6-1. Altra categoria, altra situazione. Per fortuna. Alla Borghesiana, per quanto in un match contro l’ultima in classifica, ci sono stati sprazzi di grande Lodigiani, con il pirotecnico 6-1 inflitto alla malcapitatissima Vivace Grottaferrata. Le ampie praterie concesse dagli ospiti hanno valorizzato al meglio il calcio predicato dal mister. Il match, a senso assolutamente unico, viene risolto con tre gol nella prima frazione (qui si insedia l’illusoria rete del vantaggio della Vivace) e altrettanti nella ripresa. In un clima di festa (per noi) assoluta, spicca la pregevole tripletta di Romani (una rete nel primo tempo, due nel secondo). Da segnalare anche la splendida realizzazione di Sandu per il 3-1 e la prima rete biancorossa di Di Vetta. Un encomio va a tutto il nostro collettivo per l’ultima frazione di questo ormai discreto girone di andata e per aver concluso la prima parte del campionato al sesto posto con 23 punti: date le premesse iniziali, questo può essere considerato un grande risultato. Ora ci sarà tutto un intero girone di ritorno, con le sue 15 partite, per confermare il trend positivo e capire se effettivamente possiamo fare qualcosa in più. Il sesto posto arriva grazie alle concomitanti sconfitte di Polisportiva Carso (0-1 contro la concreta Pro Calcio Ferentino), San Donato Pontino (estremo 5-0 beccato nell’anticipo contro una straripante Tor Tre Teste) e Pro Roma (sconfitta per 3-0 dal Certosa quarto con malcelate aspirazioni di play-off). Peccato per qualche punto di troppo perso qua e là, sennò qualche piccolo sogno non avrebbe guastato di certo. Il giro di boa ci consente di rigiocare nuovamente in casa, Domenica prossima, contro la Pro Roma.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, LODIGIANI-GIARDINETTI 1-0. Forse non esprime sempre un gioco frizzante e brioso, ma la Lodigiani targata Scardini comincia ad andare. Lo dimostra, soprattutto, la caparbietà con la quale la squadra, nel secondo tempo, ha cominciato insistentemente a cercare la via del gol con la conseguente vittoria, dopo un primo tempo dove abbiamo sì giocato meglio, ma con qualche sbadiglio di troppo. Come stavamo dicendo, Lodigiani altamente intraprendente nei secondi 40’, con le occasioni che cominciano ad arrivare. La rete arriva al 22° della ripresa grazie ad un inserimento intelligente di De Carlo che “vede” il gioco del suo compagno di squadra ed è bravo a trovare la giusta traiettoria per battere Antonini. Poca e inconsistente la reazione degli ospiti, per quanto anche la Lodigiani non spinga più di tanto. Ma, in fondo, contro un avversario valido e ben disposto, va bene così, e ci prendiamo senza guardare in bocca al caval donato i tre meritatissimi punti. L’ottimo momento dei biancorossi viene premiato con il raggiungimento del terzo posto, roba mica da poco se si pensa all’inizio di campionato piuttosto lento e faticoso. Coi nostri 21 punti, continuiamo a puntare la Polisportiva Carso (a 23 punti grazie al 2-0 sul Futbolclub), superiamo l’Atletico 2000 (battuto inaspettatamente in casa dell’Aprilia per 1-0) ora a quota 19, e, sempre con 19 punti, teniamo le distanze alla Tor Tre Teste, vittoriosa per 3-1 contro il San Donato Pontino nell’anticipo. Anche questo torneo si avvia alla sua conclusione del girone di andata, con le ultime due giornate rimanenti. Sabato ci aspettano gli “alieni”, ancora imbattuti, della Vigor Perconti: saremo in grado di riportarli sul pianeta terra?

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, PRO ROMA – LODIGIANI 0-1. In una giornata invernale sul serio, arriva l’ambitissimo titolo di campioni d’inverno: ora siamo pronti ad un altro giro di giostra partendo con una posizione di forza rispetto a tutte le altre pretendenti al primato. Ormai il copione di queste partite possiamo tranquillamente riproporvelo a occhi chiusi e al “Vittiglio” non è che sia poi cambiato chissà cosa. La Lodigiani entra in campo motivatissima e fortemente orientata all’obiettivo, mentre il Pro Roma, come tante altre contendenti, sfrutta la validità dei propri giocatori per porre un argine alle manovre offensive degli indemoniati ospiti. È solo una coincidenza se la Lodigiani non trova la rete nel primo tempo, ma l’appuntamento con il gol viene giusto rimandato: a inizio ripresa, Rodi fa suo uno spiovente di testa arrivato dalla destra e gonfia la rete del portiere giallorosso. Nonostante sia crollata la resistenza della Pro Roma, la Lodigiani non decolla e non trova la rete della sicurezza, rischiando, di contro, il colpo a sorpresa della squadra di casa. Fischio finale e può partire la festa biancorossa: anche se le nostre concorrenti hanno vinto tutte (2-1 sudato del Tor di Quinto sul campo del San Donato Pontino, 4-1 della Vigor Perconti sulla Spes Montesacro) la classifica del girone di andata dice Lodigiani 39, Tor di Quinto 37 e Vigor Perconti 34. Domenica prossima primo turno del girone di andata, con Spes Montesacro – Lodigiani.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – APRILIA 9-0. Tanta, troppa roba. Aprilia semplicemente annichilito, mai sceso alla Borghesiana e Lodigiani forse fin troppo spietata e cattiva, consapevole della propria forza e dell’importante momento ai fini della classifica. Bisognava vincere in un turno agevole per noi e d’inferno per le altre pretendenti ai play-off, e non si può dire che abbiamo steccato l’appuntamento. Anzi. Partita pressoché inutile da raccontare per quanto perfetta, di cui vi offriamo i marcatori per giustizia sportiva: di sicuro emerge la doppietta del prolifico Di Chio ma anche l’ottima tripletta di uno scatenato Stampete. Già così abbiamo oltre la metà delle nostre marcature. Ma non hanno mancato l’appuntamento Proietti, Cacciacarro (nel primo tempo), Renzi e Cerbara. Un’abbuffata collettiva extra-natalizia che ci consente, ora, di goderci il secondo posto a 27 punti e di puntare il Frosinone a 29. Ma cosa è successo? Come anticipato nel prepartita del Giovedì, la Lazio ha battuto fuori casa la Nuova Tor Tre Teste per 0-2, mentre è stato grande calcio tra Frosinone e Urbetevere, partita finita col punteggio di 2-2. La classifica dice Frosinone 29, Lodigiani 27, Urbetevere e Lazio 26, Polisportiva Carso 23, Tor Tre Teste 22, Vigor Perconti 20. Sabato sfideremo proprio la Vigor, e mai nessuna sfida come questa è una potenziale trappola. Forza ragazzi!

Week-end biancorosso, 2 e 3 Gennaio 2016

Apriamo il nostro consueto spazio con i più vivissimi complimenti al genio che ha inserito questo turno agonistico giovanile in pieno periodo natalizio. Ci sembra giusto allenarsi tra un raudo acceso a mezzanotte e una bella fetta di panettone. Senza contare i tanti ragazzi, di ogni squadra, che non saranno in campo perché impegnati in famiglia. Complimenti veramente.

Qualcuno giocherà già il 2. È il caso dei nostri Juniores Regionali. La classifica aggiornata dice Anzio 27, Vjs Velletri 26, Lodigiani e De Rossi 25, Vivace Grottaferrata 24. Campionato aperto? Apertissimo! Lodigiani in corsa per le primissime piazze? Assolutamente sì. Bisogna scommettere su questo gruppo. Anche se non piace a tutti il concetto, senza i pareggi con Palestrina e Nuova Aureliana saremmo in testa al girone. La prossima gara è proprio in casa della Vjs Velletri seconda. Quindi entriamo in ottica scontro diretto. I Veliterni hanno perso solo una volta in questo campionato, peraltro alla prima giornata. La loro corsa, un po’ come noi, è stata bloccata da alcuni pareggi di troppo, alcuni dei quali piuttosto scomodi. I rossoneri sono imbattuti tra le mura amiche, dimostrando una discreta forza offensiva ma con qualche falla inaspettata (almeno se si ragiona in ottica di alta classifica) che arriva dalla difesa. Alla Lodigiani potrebbe andare bene anche il segno “x” (una pareggite benefica, in questo caso), ma abbiamo delle ottime carte per cercare di ottenere l’intero montepremi. Staremo a vedere.

Ultima giornata del girone di andata per gli Allievi Élite. La squadra è in forma, anzi, in formissima. Ora settima a 20 punti, ha ottenuto 10 punti nelle ultime 4 gare e non perde da 5 turni. Una Lodigiani sicuramente più concreta quella delle ultime giornate, rinfrancata anche da un calendario più agevole e da un autentico exploit (quello di Ostia). Ora la possibilità di iniziare il 2016 con un’altra perla: l’occasione è delle più ghiotte, poiché alla Borghesiana arriva la Vivace Grottaferrata, squadra ultima in classifica con 8 punti a pari merito dell’Albalonga. Una lotta tutta castellana per evitare la retrocessione diretta, ma la Vivace, numeri alla mano, appare la squadra più deficitaria: peggior attacco del girone con 10 reti fatte e peggior difesa con 31 reti subite. Uniche due vittorie contro Albalonga e in casa della Tor Tre Teste (!), unici due pareggi con Ostia Mare e Atletico 2000. Nonostante i numeri siano contro i biancorossi, questi ragazzi possono passare in fretta da partite demoralizzanti a imprese impensabili. Quindi attenzione: mai dire gatto se non l’hai nel sacco!

In salita anche le quotazione degli Allievi Fascia B Élite. Se la Vigor Perconti sembra imprendibile, le altre posizioni di testa rimangono apertissime ad ogni soluzione. La Lodigiani ha iniziato la grande caccia, puntando l’Atletico 2000 terzo a un punto di distanza e la Polisportiva Carso seconda a due. Nel grande gioco si inserisce una Tor Tre Teste che, fin qui, ha evidenziato limiti molto simili ai nostri. I valori stanno tuttavia, per quanto più lentamente del previsto, emergendo. La Lodigiani ha ora in agenda l’incontro casalingo contro il Giardinetti, squadra distante sei punti da noi e in nona posizione di classifica. Ovviamente l’incontro si presenta con la squadra di Scardini favorita dal pronostico, ma non serve ricordare quanto insidioso resti questo equilibratissimo girone. Se fin qui il Giardinetti non ha sfigurato, ora sarà atteso da un trittico Lodigiani-Polisportiva Carso-Tor Tre Teste. I nostri avversari trovano solidità nei meccanismi centrali e nella retroguardia. Ci aspetta una sfida insidiosa ma, soprattutto, un’opportunità.

Ultimo ostacolo tra la Lodigiani Giovanissimi Élite e il titolo di campione d’inverno. L’ultima giornata del girone di andata ci presenta primi con due punti di vantaggio sul Tor di Quinto e ben cinque sulla Vigor Perconti. Dietro il nulla. È senz’altro rassicurante sapere che abbiamo una squadra praticamente già certa dei play-off ad appena metà campionato. Ovviamente è tutto meritato. L’ultima barriera prima del girone di ritorno si chiama Pro Roma, squadra insidiosa come tante altre fin qui incontrate. O meglio, l’insidia si nasconde nelle difese avversarie e nella loro metà campo, visto che i copioni di molte partite sono estremamente simili tra di loro. Chiaramente ci sono dei distinguo da squadra a squadra, ma è ovvio l’atteggiamento irritante di molti dei nostri avversari. La Pro Roma è una squadra altamente insidiosa che, appena due settimane fa, ha battuto, proprio sul terreno amico, la Vigor Perconti. Pertanto, i giallorossi hanno tutti i mezzi per cercare il colpaccio, agendo di rimessa e velocità. Del resto, per quanto quinta, la Pro Roma ha ambizioni play-off quasi a zero, coi suoi 21 punti, e ciò si traduce in nulla da perdere. Chi ha da perdere qualcosa siamo proprio noi, perciò, come sempre, ce la metteremo tutta e anche qualcosa di più.

La disamina dei Giovanissimi Fascia B Élite stavolta non parte dalla Lodigiani. Ieri, infatti, si è giocato l’importante anticipo tra Tor Tre Teste e Lazio, dove hanno avuto la meglio i biancocelesti col punteggio di 0-2. Quindi la Lazio, con una gara in più, è seconda a 26 punti, con 4 lunghezze di vantaggio dalla Tor Tre Teste, un punto sull’Urbetevere e due sulla Lodigiani, con queste ultime due che devono giocare il turno corrente. Ciò vuol dire che, in caso di vittoria concomitante dei biancorossi e dell’Urbetevere, la zona-play-off disterebbe 5 punti per la Tor Tre Teste, e questo potrebbe essere il primo importante sfilacciamento del quintetto di testa. Intanto dobbiamo pensare a noi: alla Borghesiana arriva l’Albalonga, squadra penultima in classifica con tre punti, una vittoria all’attivo e ben nove sconfitte. Insomma, la Lodigiani è ampiamente favorita in una partita che difficilmente avrà storia. Aspettiamo la stoccata per monitorare il prosieguo di questo appassionante girone.

Giovanili, sotto l’albero tanti punti e conferme importanti

A causa dei ritmi un po’ serrati con l’approssimarsi delle feste natalizie, il resoconto settimanale delle nostre giovanili sarà un po’ ridotto rispetto al solito.

JUNIORES REGIONALI, LODIGIANI – PASSO CORESE 3-0. Contro l’ultima in classifica la Lodigiani non sbaglia, ritrovando gol, sorriso e classifica. Una partita raccontata come sempre nei minimi dettagli dal nostro Antonio. In classifica la Lodigiani, con 25 punti, è ora seconda e punta decisamente l’Anzio capolista. Si chiude un 2015 pieno di soddisfazioni e, se la società punterà su questo gruppo, potrebbe scapparci il botto. Se ne riparlerà, ormai, nel 2016.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, ATLETICO 2000 – LODIGIANI 1-1. Se non fosse per il pareggio maturato dagli avversari a tempo scaduto e con la Lodigiani in superiorità numerica, questo risultato potrebbe persino passare per buono. Rimarranno tanti rimpianti per non aver concretizzato durate il match e per aver consentito il pareggio a tempo ormai scaduto, dopo la rete del vantaggio di Sandu arrivata appena 3 minuti prima da calcio da fermo. In classifica andiamo a 20 punti e continuiamo a far blocco con San Donato Pontino e Polisportiva Carso, che, nel derby pontino, hanno anch’esse pareggiato col punteggio di 1-1. La zona play-out resta a 8 punti e quella play-off a 10. In sintesi, il nostro campionato si è stabilizzato su una tranquilla situazione di metà classifica. Si torna in campo il 3 Gennaio, in casa contro la Vivace Grottaferrata.

ALLIEVI ELITE FASCIA B, FUTBOLCLUB – LODIGIANI 0-4. La Lodigiani ci ha preso gusto a giocare a poker. Dopo le 4 reti rifilate al San Donato Pontino, arriva il secondo sigillo stagionale in trasferta. Il match della Lodigiani è stato praticamente impeccabile, con un dominio avallatosi già dalle primissime battute, contro un avversario dal quale ci si aspettava una maggiore resistenza. Protagonista, in avanti, Colaneri, che al 18° realizza la rete del nostro vantaggio, mentre al 40° ci fa andare con serenità negli spogliatoi. Stesso film nella ripresa, con il 3-0 firmato da Ambrogioni al 14° e la marcatura finale biancorossa firmata da Bianchi a un quarto d’ora dalla fine. Ovviamente c’è grande soddisfazione nell’ambiente, anche perché la nostra squadra, partita in sordina, ora sta rilanciando le proprie azioni, anche grazie allo stop delle contendenti di alta classifica: mentre la Vigor Perconti vola a 28 punti grazie all’1-0 contro il Certosa, la Polisportiva Carso non va più avanti e si trova ancora a 20 punti, dopo il derby perso di misura a Borgo San Donato. L’Atletico 2000 si conferma battendo la Tor Tre Teste per 2-1 ed è terzo a 19 punti, mentre la Lodigiani è ormai in scia a 18, superando anche la Tor Tre Teste. Il 2 Gennaio ci sarà Lodigiani-Giardinetti.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI-ATLETICO 2000 4-0. Il copione è sempre lo stesso: le squadre contro di noi fanno i fortini e resistono finché possono. Un tatticismo degno di tradizione italica che, per fortuna, il più delle volte non funziona. Così, dopo un primo tempo finito a reti bianche, nella ripresa la Lodigiani trova la giusta combinazione e realizza addirittura quattro gol. La sequenza è Giorgio all’11°, al 17° Rodi, al 21° di nuovo Giorgio e infine Rodi al 30°. Le prodezze dei nostri due giovani marcatori ci portano ad un solo turno dal titolo di campioni d’inverno: andiamo a quota 36 e resta sulla nostra scia il solo Tor di Quinto, che conferma il valore del fattore campo negli scontri diretti d’alta classifica, battendo per 1-0 la Vigor Perconti. Tor di Quinto, quindi, a 34 punti e Vigor Perconti ferma a 31. Irrilevanti le prime inseguitrici fuori dai play-off, distanti da noi ben 14 punti. Tra due domeniche ultima giornata del girone di andata e prima del 2016: ci sarà Pro Roma-Lodigiani.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, POLISPORTIVA CARSO – LODIGIANI 1-2. Ci dispiace avere poche informazioni su questa autentica impresa, fatta contro una squadra in formissima e in un campo storicamente difficile da espugnare. Le nostre reti portano la firma del nostro top scorer Di Chio e di Stampete. Quando nascono dei risultati così, però, è bene elogiare il valore di un gruppo fantastico. Tra l’altro, questa vittoria ci proietta di nuovo in pienissima zona play-off: se il Frosinone rimane in testa a 28 punti dopo l’1-4 conseguito a Ciampino e l’Urbetevere è ora seconda da sola con 25 punti dopo aver battuto per 2-1 la Tor Tre Teste (ferma a 22 punti) nello scontro diretto, noi rientriamo in zona play-off terzi e a 24 punti. A 23 segue la Lazio dopo il 13-1 contro il derelitto Futbolclub. Sabato 2 Gennaio si giocherà in casa contro l’Aprilia, mentre gli scontri diretti Frosinone-Urbetevere e Tor Tre Teste-Lazio scremeranno ulteriormente la classifica.

Week-end biancorosso, 19 e 20 Dicembre 2015

Cominciamo in modo insolito questa consueta rubrica del “prepartita” delle nostre giovanili impegnate nel prossimo fine settimana. Riteniamo giusto rispondere all’osservazione fatta da Antonio, nostro commentatore della Juniores Regionale, nei commenti dell’ultimo articolo post-turno di campionato. Pensiamo che dire la nostra su certe questioni aiuti anche il lettore a orientarsi meglio su come noi viviamo il pianeta Lodigiani.

Partiamo, per riprendere il filo, dal messaggio lasciatoci da Antonio:

Normalmente non è mia consuetudine ribadire sulle sintesi di commento alle prestazioni delle squadre che vengono pubblicate in questo blog (al quale devo sempre la mia riconoscenza per la possibilità che mi concedono di scrivere dei “nostri ragazzi”) di cui non conosco l’autore e quindi queste mie righe siano intese solo e soltanto come un impulso al chiarimento su una frase di cui non condivido il contenuto…..mi riferisco alla seguente affermazione:
“Ciò equivale a risultati altamente deludenti e non in linea con le aspettative di una squadra ambiziosa e d’alta classifica.”
Ricordo al popolo Biancorosso che l’ossatura di questa squadra nasce lo scorso anno come Juniores Primavera più per la tenacia e la convinzione di Mister Caterino che per la visibilità ed il supporto che chiunque altro, Società compresa, ha dato al gruppo.
Molti dei ragazzi che ne fanno parte hanno accettato di vestire la gloriosa maglia della Lodigiani solo per il suo personale intervento, infatti alcuni di loro avevano deciso di smettere proprio a seguito delle delusioni maturate in quegli “ambienti calcistici” che invece sbandierano finalità educative e di crescita dei ragazzi che vi militano.
Questi ragazzi, non più “merce pregiata” (si sa che se dopo gli Allievi giochi in una squadra Juniores…..insomma; non hai fatto il salto di qualità!), si sono giocati un campionato vinto alla grande arrivando alla fine IMBATTUTI e regalando alla Società un titolo, gli Juniores Regionali, che mancava da non so quanto tempo alla Borghesiana.
Si aspettavano riconoscimenti? No! Si sono divertiti e hanno deciso, tutti insieme Mister compreso, di provarci di nuovo anche quest’anno. Ma con quali ambizioni?
MANTENERE LA CATEGORIA REGIONALE PER CHI SAREBBE VENUTO DOPO DI LORO…..nient’altro!
La squadra è stata fatta per questo motivo. Va ricordato che alcuni giocatori del 1998 si sono uniti al gruppo ed hanno, in alcuni casi, colmando lacune in ruoli in cui lo scorso anno si zoppicava e che in un campionato come quello regionale avrebbero creato delle difficoltà, ma sempre con l’obiettivo del mantenimento della categoria.
Ovvio che la partenza a razzo dei ragazzi anche in questo campionato (prime 4 vittorie consecutive) ha illuso i più di ambizioni particolari, della possibilità di vincere anche quest’anno un campionato che è decisamente difficile, anche contro quelle squadre che non sono le prime…..vogliamo chiamarle “PRESTAZIONI DELUDENTI”? forse nel risultato ma non nel gioco espresso.
Ricordo a tutti che noi e la Polisportiva De Rossi siamo le uniche squadre del girone che non possono attingere giocatori (’97 e anche 2 presenze del ’96) da VERE PRIME SQUADRE e mi riferisco a compagini di Promozione se non di Eccellenza!
Squadra di alta classifica? Si forse, ma solo per la caparbietà del gruppo e la volontà del Mister…….non certo perchè questi ragazzi sono “coccolati, spalleggiati e doverosamente incoraggiati” (come succede per le altre giovanili) da chicchessia!
Quindi finchè dura l’alta classifica tutto di guadagnato…ce la godiamo, ma…..niente aspettative aggiuntive in assenza di azioni concrete a favore di questi ragazzi che hanno decisamente più dato che ricevuto e che, mi riferisco ai ’97, il prossimo anno dovranno trovarsi una nuova squadra per allacciarsi gli scarpini e continuare a credere in uno sport che amano; il CALCIO.
Ringrazio di avermi dato modo di replicare e prometto di limitarmi in futuro alle cronache delle prossime partite, sempre che la cosa continui ad essere gradita.

Caro Antonio, intanto grazie per scrivere regolarmente su questo blog. Senza di te mancherebbe una corretta informazione sulla Juniores Regionale. Anzi, dico di più: se ogni dirigente / genitore di una squadra giovanile facesse la cronaca dei nostri ragazzi, questo spazio guadagnerebbe molto di più in qualità e attendibilità. Un grazie anche ai ragazzi della Juniores Regionale: conosciamo benissimo la loro storia e sappiamo con quanta passione vestano la maglia della Lodigiani senza ricevere, in cambio, riconoscimento alcuno. Anzi. Tuttavia, alcuni tuoi passaggi sono, a nostro modesto parere, non in linea col nostro pensiero. Non è un reato e qua sopra la lesa maestà non esiste, però è doverosa la replica. Dici: “Questi ragazzi, non più “merce pregiata” (si sa che se dopo gli Allievi giochi in una squadra Juniores…insomma; non hai fatto il salto di qualità!)”. Detta da te, questa affermazione, fa male. Ci sono vini che per diventare buoni ci mettono due anni, altri rendono al meglio dopo 5. Dire che se un ragazzo non si è realizzato entro gli Allievi è falso, ingiusto, scorretto, ottuso e scoraggiante. Da quando la Lodigiani ha rinunciato alla Juniores è oggetto di feroci critiche da parte nostra. Tor Tre Teste, Savio, Tor di Quinto, Vigor Perconti, Urbetevere, Romulea hanno tutte la loro Juniores. Vincere un titolo con la Juniores riesce ancora a lanciare i ragazzi tra i pro. Tre ragazzi che smisero di indossare la maglia della Lodigiani dopo gli Allievi Élite due stagioni fa, hanno fatto la Juniores Nazionale col San Cesareo lo scorso anno e poi sono stati chiamati da tre squadre di Serie A. Questi stessi ragazzi potevano rimanere alla Lodigiani e finire la loro trafila, invece se ne sono andati perché ritenuti in età non più adatta per fini di guadagno. Personalmente, a noi le società che si fermano agli Allievi ci fanno letteralmente schifo, perché vuol dire che puntano a lucrare e basta sui giovani calciatori. Quelli di cui si riesce a vendere un cartellino bene, gli altri essticazzi, un calcio in culo e via. E questo sarebbe il modello Lodigiani? Quello che comprendeva una prima squadra che era il fiore all’occhiello dopo una vita intera del giovane dentro il nostro vivaio? Ragioniamo su questo. Per noi la Lodigiani dovrebbe avere una Juniores Élite, e questa poteva essere un’occasione almeno per tentare.

Parliamo ora dei risultati deludenti. Com’erano i ragazzi dopo la sfida pareggiata contro il Nuova Aureliana. Contenti? Sicuramente no. Scontenti? Sì, perché i valori, a metà stagione, sono chiaramente emersi. È vero che abbiamo fatto un exploit inatteso a inizio stagione, ma andiamo per esempi simili, anche se appartenenti a universi distantissimi. Parliamo del Leicester di Claudio Ranieri. Ora è primo. Nessuno se lo aspettava. Nessuno dice che vinceranno lo scudetto, ma secondo te, ci sperano? Certo. Finché rimarranno in alta classifica i giocatori se lo sogneranno tutte le notti. È peccato ambire a qualcosa perché sei andato oltre le aspettative? No, anzi, devi pretendere da te stesso di rimanere in alto. Se domani il Leicester pareggiasse in casa dell’Aston Villa, secondo te, il risultato verrebbe considerato deludente? Ovviamente sì, perché oramai quei ragazzi vivono un’altra realtà, e della vecchia non vogliono più sentire la puzza.

Parliamo di gioco del calcio. È bello partecipare, ma più bello vincere. E, anche quando non si riesce, è bello il sogno. E allora teniamocela questa dimensione da sogno, e cerchiamo di avere il coraggio di dire che i pareggi contro Palestrina e Nuova Aureliana sono deludenti. Se Sabato pareggiassimo in casa contro il Passo Corese nessuno sarà contento. Quindi mettiamocela tutta e cerchiamo di immedesimarci in una posizione conquistata dagli stessi ragazzi.

Dopo questo lungo ma giusto preambolo dedicato alla nostra Juniores Regionale, passiamo ai nostri Allievi Élite che se la vedranno contro fuori casa contro l’Atletico 2000. Classifica alla mano, si tratta di un altro incontro dove è necessario almeno non perdere per mantenere il passo spedito degli ultimi turni giocati. La Lodigiani si trova a metà classifica con 19 punti e un margine rassicurante (+8) sui play-out. Ora nella sua tana ci attende l’Atletico 2000, squadra in lotta per evitare i play-out e con sei punti in meno rispetto a noi. Indipendentemente da ciò che vuole la classifica, andare a giocare in via di Centocelle non è mai sinonimo di passeggiata. Possiamo essere, in qualsiasi categoria, in alta, media o bassa posizione, ma giocare contro l’Atletico ha sempre un tasso di rischio assai elevato. Ciò nonostante, bisogna ammettere che anche l’Atletico non sta facendo un campionato in linea con le attese della vigilia: la squadra ha vinto solo due volte in questo torneo ed è stata frenata da tanti, troppi pareggi, ben sette. Tra l’altro, l’ultimo successo dell’Atletico 2000 risale al 01.11. Tanta sarà la voglia di riscatto dei padroni di casa, sicuramente affamati e motivati. Dal canto suo, la Lodigiani sta attraversando un ottimo momento di forma e cercherà di non fermarsi e di andare a punti contro un avversario decisamente alla portata.

La Lodigiani degli Allievi Fascia B Élite deve cominciare a dare una certa continuità al proprio gioco. La vittoria contro il San Donato Pontino ha convinto tutti, ma non è una rondine a far primavera. Serviranno ancora diverse partite per capire se siamo da play-off e se possiamo approfittare del rallentamento di alcune squadre davanti a noi. Sabato ci attende il Futbolclub. Il club arancione, reduce da una pesante scissione societaria in estate, ha avuto pesanti ripercussioni in diverse categorie. Invece, almeno tra i 2000, la squadra è rimasta unita e, finora, ha tenuto botta, trovandosi ad appena due punti dalla Lodigiani. Il Futbolclub non perde da cinque partite e ha vinto le ultime tre, rimediando così a un inizio di campionato non molto brillante. Probabilmente non parliamo di una squadra dalle grandissime ambizioni, ma almeno il 2-2 casalingo di un mese fa contro la Vigor Perconti va rimarcato: gli Orange, infatti, sono stati i soli, finora, a fermare l’attuale capolista. Non ci aspetta una sfida semplice, e superare questa squadra richiede uno sforzo tattico e fisico non indifferente. Una Lodigiani work in progress come quella attuale dovrà dare del suo meglio per sperare di portare a casa la posta piena.

Ai Giovanissimi Élite mancano solamente due turni per potersi laureare campioni d’inverno. In molti erano pronti a scommettere, fino a sette giorni fa, sulla Vigor Perconti, ma il livello di questo girone è alto, nonostante il vuoto completo fatto dalle tre battistrada. 33 punti la Lodigiani, 31 Vigor Perconti e Tor di Quinto. Un girone di andata quasi perfetto merita un finale degno, e difficilmente i biancorossi si faranno sfuggire un’occasione così ghiotta. La soglia di attenzione dovrà comunque rimanere alta. Se il discorso sull’imprevedibilità del campionato vale per la Perconti, allora deve valere anche per noi. In questa quattordicesima giornata ci viene a trovare una habitué quale l’Atletico 2000, compagine di metà classifica con 19 punti. Finora l’Atletico ha dimostrato un ottimo valore del suo collettivo, ma è stato frenato dalla poca continuità nei risultati, alternando exploit incredibili (2-1 sul campo del Tor di Quinto) a scivoloni clamorosi (0-1 in casa contro il Ceprano). Come da tradizione Atletico, le partite contro di loro sono sempre equilibrate. La Lodigiani dovrà fronteggiare un attacco non molto prolifico ma una difesa molto stretta e collaudata, e là potrebbe risiedere la maggior difficoltà. Ormai i nostri ragazzi sembrano avere la massima consapevolezza nei loro mezzi, e partono decisamente favoriti.

I Giovanissimi Fascia B Élite hanno tirato un bel sospiro di sollievo dopo la vittoria contro la Lazio. Sarebbe stato il colmo, dato il nostro potenziale, rimanere fuori dai vertici della classifica e, soprattutto, non ce lo saremmo meritato. Ma va riconosciuto anche il grandissimo carattere dei nostri ragazzi: quando sai che una sconfitta può essere fatale per il prosieguo del torneo, non è facile, sotto l’aspetto psicologico, giocare al meglio. I giovani biancorossi ci sono riusciti e rimangono altamente lanciati per entrare nel magico trio che, alla fine della stagione regolare, andrà a giocarsi i play-off. Restiamo quarti ad un punto dalla seconda e dalla terza in classifica, ma tutto è altamente in divenire. Tra l’altro, proprio la seconda e la terza si sfideranno tra di loro, e per noi c’è la grande occasione di risalire di minimo una posizione in classifica. Facile? Manco per niente. Giochiamo in trasferta contro la rivelazione del campionato, quella Polisportiva Carso con appena un punto meno di noi e a pari punti della Lazio. Ovviamente ormai tutti conosciamo il valore di questo vivaio; però, in un girone di ferro come questo, in pochi si aspettavano una classifica così alta per i pontini. Pertanto, essi hanno pieno diritto a giocarsi con noi uno scontro diretto da dentro o fuori. In questa ottica, la Carso va analizzata e valutata soprattutto per gli scontri di alta classifica disputati fin qui: in realtà ne annoveriamo solo due ad inizio stagione, ovvero una sconfitta (unica in tutto il campionato) per 2-1 sul campo dell’Urbetevere e uno 0-0 in casa contro la Lazio; quindi un’ottima tenuta, anche se in prospettiva, ora, in questo finale di girone d’andata, i pontini dovranno concentrare le sfide contro di noi, Frosinone e Tor Tre Teste. Tra l’altro, sono 5 partite di fila che la Polisportiva Carso torna a casa con il bottino pieno. Una sfida di vertice che non ti aspetti, ma sempre una sfida di vertice. E allora Forza Lodigiani, come sempre!

Week-end biancorosso, 12 e 13 Dicembre 2015

Gioco, precisione, attenzione, ma anche partecipazione e spirito di gruppo. Se la nostra Juniores Regionale vuole veramente far fruttare al meglio la sua buona classifica, deve sicuramente lavorare su tutti questi fronti. Ormai un terzo di campionato se n’è andato, e non possiamo limitarci a far la parte dei comprimari. Con questa posizione di classifica, abbiamo il dovere di provare a vincere questo campionato. Difficile? Facile non lo è per nessuno, nemmeno per l’Anzio capolista con tre punti più di noi all’attivo. La cosa migliore da fare è, quindi, concentrarsi sul prossimo avversario e continuare a dare il meglio per tutta la durata di ogni singola partita. Il prossimo sfidante si chiama Nuova Aureliana, squadra che è un inedito assoluto per il nostro settore giovanile agonistico. Il club biancorosso è in piena lotta per non retrocedere e finora ha raccolto solo sei punti, piazzandosi momentaneamente al terzultimo posto della graduatoria. Tante veramente le difficoltà per la Nuova Aureliana, la quale ha più di qualche problema in fase difensiva. Finora i nostri futuri avversari hanno vinto solo due partite, per perdere tutte le altre. Per i biancorossi di mister Caterino c’è l’occasione per provare a scavalcare la De Rossi, impegnata sul difficilissimo campo della Vivace Grottaferrata. Ovviamente, prima di guardare agli altri, cerchiamo dentro noi stessi.

Gli Allievi Élite, dopo l’inaspettata quanto meritata vittoria sul campo dell’Ostia, ora devono cercare di non subire una delle classiche leggi del contrappasso calcistico: di solito, chi vince in casa e perde sempre in trasferta, quando prende il primo sigillo fuori dalle mura amiche poi si inceppa subito alla partita interna successiva. Questo, manco a dirlo, non deve succedere: non tanto per codificare le famose leggi del calcio, quanto perché è veramente l’ora di dare dei segnali di continuità al nostro campionato. Tra l’altro, la prossima partita è veramente una di quelle in cui è vietato perdere. Finora il nostro obiettivo era allontanarci dai play-out. Ora questa zona calda si trova a 5 punti dai biancorossi. Rassicurante? Manco per niente, perché la prossima sfidante è proprio la squadra quintultima in classifica che, se dovesse vincere, oltre a bloccare il nostro cammino, si porterebbe a meno 2: parliamo del San Lorenzo, squadra che, fin qui, ha vinto solo due partite (tutte e due in casa, tutte e due con squadre di medio-bassa classifica quali Pro Calcio Ferentino e Vivace Grottaferrata), pareggiandone ben cinque e perdendone altrettante. In trasferta, fin qui, i giallorossi hanno strappato solo tre punti con tre pareggi. L’idea, tuttavia, è che il San Lorenzo si trovi solo permanentemente in questa zona di classifica, meritando sicuramente qualcosina di più. Occhi aperti, quindi, perché non possiamo continuamente complicarci la vita.

Al di là dei risultati, sicuramente sotto le aspettative, gli Allievi Fascia B Élite hanno dei problemi di gioco. La manovra dei giovani biancorossi è troppo farraginosa, produciamo poco in fase offensiva e quando riusciamo a ottenere qualcosa in più di un predominio sterile, non concretizziamo. Non è un dramma, però, a questo punto, sarebbe lecito chiedersi quanto c’è da aspettare per vedere la vera Lodigiani. La vera domanda potrebbe essere “qual è il vero problema di questa Lodigiani?”. Si possono fare ipotesi e congetture, ma non si arriverebbe al nocciolo del problema. Le soluzioni le deve dare il mister e le relative applicazioni i ragazzi in campo. Punto. Il problema è quando ciò non avviene, per ora quasi sempre. L’occasione del definitivo riscatto viene rimandata di settimana in settimana, e ora è lecito chiedersi se la gara contro il San Donato Pontino, alla Borghesiana, sarà veramente il match della svolta. Ormai non serve neanche dire quanto siano importanti i tre punti e bla bla bla. Da che mondo è mondo, questa partita dovrebbe avere un solo netto pronostico senza sé e senza ma. I calcoli di ogni tipo sono inutili e la classifica è troppo corta per poter sbagliare. Riusciremo, stavolta, a raddrizzare la nave e a navigare in acque più dolci?

Nonostante le tante difficoltà finora riscontrare nel corso del nostro cammino, la classifica continua a sorridere ai nostri Giovanissimi Élite. Partite come quella contro il Racing, probabilmente, un anno fa e a parità di categoria, le avremmo perse, quindi ben vengano anche queste vittorie in pieno recupero contro avversari poco quotati. Ora bisogna concentrarsi sulla prossima sfida. Andare sul campo della Romulea e vincere, nel bene o nel male, sa sempre di impresa. La Romulea non è da tanto, troppo tempo una squadra ai vertici di queste categorie Élite, tuttavia la qualità dei ragazzi amaranto-oro è sempre molto alta, e andare a vincere sul loro campo è sempre sinonimo, se non di vera impresa, di una certa soddisfazione. Dovessimo guardare alla sola classifica, la Romulea ha esattamente la metà dei nostri punti, e la massima aspirazione stagionale è di allontanarsi con una certa rapidità da una zona play-out un po’ troppo vicina. Nonostante ciò, la Romulea ha perso solo tre volte in questo campionato (l’unica volta in casa contro il Tor di Quinto), rallentando solo a causa dei numerosissimi pareggi (uno dei quali contro la capolista Vigor Perconti per 2-2). Insomma, la Romulea potrebbe aspirare a posizioni ben più alte di quella attualmente occupata, ma finora ha avuto il demerito di complicarsi la vita da sola. Sarà una sfida dai risvolti tattici interessanti, e sicuramente mister Santucci starà lavorando ad ogni singolo dettaglio.

I Giovanissimi Fascia B potrebbero tranquillamente occupare la prima posizione in classifica per il gioco espresso fin qui, anche al cospetto di avversarie direttamente interessate al podio privilegiato di questo complicatissimo girone. Finora ci hanno fregato solo un paio di scontri diretti; l’ultimo di questi, Sabato scorso sul campo dell’Urbetevere, ha gettato una certa rabbia per come è maturato. Ma tant’è. L’unica ricetta giusta è non scoraggiarsi, non demordere e affrontare con grinta il prossimo avversario: anche se questo si chiama Lazio, anche se questo occupa il secondo posto in classifica, in verità distante solo due punti dai ragazzi dei mister Rivetta e Francolini. La partita è di quelle pericolosissime per il morale della squadra, ma, almeno stavolta, possiamo sfruttare il vantaggio del fattore campo, già ben servito contro la Tor Tre Teste. La Lazio è fin qui imbattuta e punta il primo posto del Frosinone; noi non possiamo stare a guardare e dobbiamo cercare il contro-sorpasso contro una squadra che, fino a sette giorni fa, tenevamo costantemente dietro di noi in classifica. Una sconfitta ci allontanerebbe troppo dalle zone che contano, e non possiamo assolutamente permetterci una situazione simile. Sarà una vera lotta: dobbiamo cercare di spuntarla ad ogni costo.

Giovanili, un sabato deludente, una domenica faticosamente felice

JUNIORES REGIONALE, LODIGIANI-PALESTRINA 3-3. Si può pareggiare una partita in casa contro una squadra di bassa classifica e al contempo non perdere punti nei confronti della capolista e balzare in seconda posizione? La risposta è sì, e quanto successo alla Lodigiani ne è la lampante dimostrazione. Come ha scritto Antonio nel suo racconto, partita thriller, dove un buon Palestrina ha seriamente rischiato di battere la Lodigiani, salvo poi rischiare altrettanto seriamente di perdere nei secondi finali. Insomma, il risultato non è di quelli più sfavillanti, ma le ambizioni restano solide. E questa squadra ha tutti i mezzi per continuare il suo sogno.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, OSTIA MARE – LODIGIANI 0-1. Altro interrogativo fondamentale: può una squadra dal grande potenziale ma impantanata nei bassifondi della classifica e che, tra l’altro, non ha mai vinto in trasferta, andare a fare il colpo gobbo in casa di una delle prime della classe con ambizioni di primato? Anche qui la risposta è sì, grazie alla prova maiuscola dei biancorossi in casa di un collettivo temibile e collaudato come quello dell’Ostia Mare. Una Lodigiani magistrale non tanto per la mole di azioni prodotte, ma per la capacità di tener botta, specie in fase difensiva, alle folate biancoviola. Senza contare quel pizzico di fortuna che aiuta sempre gli audaci, quindi stavolta ha favorito noi. Guardando i primi minuti, tutto lascia presagire a un assolo biancoviola, di preludio ad una agevole vittoria. Nonostante la mole di occasioni prodotta, la squadra di casa, tuttavia, non sfonda. La Lodigiani prende coraggio e inizia a portarsi nell’area lidense. Proprio in chiusura di primo tempo Sandu raccoglie un buon pallone e scaglia un tiro dove il portiere dell’Ostia nulla può. Rinfrancata dall’improvviso vantaggio, la Lodigiani risulta organizzata ancora meglio nella ripresa dove, mano a mano, le velleità biancoviola si spengono. Un’interpretazione tattica perfetta da parte dei biancorossi, e alla fine i tre punti risultano meritati sia per il giocato della singola partita, sia per compensare un po’ di sfortuna raggranellata in campionato strada facendo. Ovviamente, ora, l’obiettivo, assolutamente alla portata, di un campionato tranquillo di medio-alta classifica comincia a prendere forma, quando ormai siamo quasi arrivati alla metà del torneo. Pur non conquistando migliori posizioni in classifica, la Lodigiani balza a 16 punti, un comodo +5 sul San Lorenzo, squadra al di là del confine con la pericolosa zona play-out. Le squadre immediatamente davanti a noi (Polisportiva Carso, San Donato Pontino e Certosa) fanno dei buoni o piccoli passi in avanti in classifica, ma entrano nella nostra orbita. Domenica prossima, contro il San Lorenzo, potremmo veramente dire addio al pericolo play-out.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, ATLETICO 2000 – LODIGIANI 0-0. Sapevamo di affrontare una squadra tosta e ambiziosa, tuttavia il nostro imperativo era “fare risultato”. Troppo poco questo 0-0 in cui emergono due certezze: la solidità della nostra retroguardia e la poca produttività, di contro, del reparto offensivo. In realtà la Lodigiani ci ha provato a far propria la partita, specie nella prima mezzora ma, laddove il problema non era la nostra perpetua imprecisione, ci si metteva di mezzo il portiere dell’Atletico 2000 a sventare alcuni pericolo occorsi alla sua traballante porta. Dopo un buon avvio biancorosso l’Atletico ci ha provato a portare la partita dalla sua parte, specie nel finale della prima frazione, puntando su alcune situazioni su calcio da fermo. Se, nel bene o nel male, il primo tempo è stato piacevole e dinamico, il secondo, al contrario, è stato una festa della noia e del tatticismo, in una situazione ove le squadre sembravano, col passare dei minuti, accontentarsi del risultato “acquisito” salvo poi, ripensandoci, capire che tanto valeva provarci e rischiare qualcosa in più per portarsi a casa i tre punti. Finisce 0-0 e chiaramente, in casa Lodigiani, nessuno stappa la bottiglia di spumante. Solo la vittoria poteva riportare il sorriso in via della Capanna Murata, ma così non è stato. La classifica, ovviamente, procede a passo di tartaruga. Essa dice che la Vigor Perconti, prima, passa anche a Ceprano, dove si impone 3-1: i blaugrana hanno ben 10 punti rispetto a noi, inseguiti dalla Polisportiva Carso (19 punti e rallentamento con la Romulea, quarta a 14 punti). L’Atletico 2000, coi suoi 15 punti, si tiene stretto il terzo posto, mentre la Tor Tre Teste, reduce da uno spumeggiante 0-6 in casa dell’Aprilia, ha cominciato la risalita e ora è davanti a noi a 13 punti. Noi siamo sesti e questa non è una classifica conforme alle nostre aspettative. Domenica prossima, conto il San Donato Pontino in casa, non possiamo certo sbagliare.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI-RACING CLUB 1-0. Nella nostra anteprima di questo turno avevamo avvertito: il Racing Club è la classica matricola stile Parma di Nevio Scala o Chievo di Del Neri difficile da battere e in grado di sorprenderti in qualsiasi istante. Complice una Lodigiani insolitamente brutta e imprecisa, stavolta i ragazzi di Santucci hanno rischiato persino di capitolare al cospetto di un avversario veramente interessante e motivato. Se, da una parte, ci sta la critica per una gara non all’altezza di una squadra in corsa per il titolo, dall’altra non possiamo non elogiare la tenacia e la caparbietà dei giovani biancorossi, veramente bravi a crederci fino all’ultimo minuto. Partita dai due volti: nel primo tempo la Lodigiani cede incredibilmente metri nei confronti dei volenterosi ospiti e, più in particolare, non produce veri pericoli per la porta difesa da Clazzier. Ai punti leggermente meglio gli ospiti. Cambia tutto nel secondo tempo. Santucci, in corso d’opera, effettua alcuni cambi strategici e la Lodigiani migliore inizia prepotentemente a emergere. Nonostante ciò, la porta difesa dal portiere gialloverde sembra stregata, e si rischia pure la beffa, nel finale, quando una rete ospite viene annullata per fuorigioco. Si passa all’assedio all’arma bianca dei minuti finali, e solo un abbondante recupero consente al provvidenziale Ventura, il bomber che non ti aspetti, di segnare una rete incredibile poiché, con vera volontarietà, una traiettoria del genere non avrebbe mai preso forma. Gol e fischio finale, si può continuare a sognare. Ma che fatica! Ne usciamo fortificati e non perdiamo il passo nella nostra marcia verso i play-off. Chi ha avuto la vita inaspettatamente facile è stata la Vigor Perconti, fortissima al punto da rifilare un secco 4-0 alla quarta in classifica, la Polisportiva Carso, ora a -10 dai biancorossi. Non cede di un millimetro nemmeno il Tor di Quinto, che soffre, ma meno di noi, nell’imporsi 1-0 sul campo della Fortitudo. Il campionato continua, e Domenica si va sul sempre ostico campo della Romulea.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, URBETEVERE – LODIGIANI 2-1. L’Urbetevere è la nemesi della Lodigiani. A quanto pare, in qualsiasi categoria e in qualsiasi condizione di classifica, la squadra di Via della Pisana appare off-limits per la Lodigiani. Tor Tre Teste, Tor di Quinto, Vigor Perconti e compagnia ogni tanto le batti, l’Urbetevere no, non noi. Aggiungiamoci la beffa in classifica: in tre settimane e in due scontri diretti, pur uscendo a testa alta, abbiamo complicato in maniera esponenziale la nostra situazione, nell’ambito di un girone di ferro. La Lodigiani è andata sul campo dell’Urbetevere per vincere. Nei primi venti minuti abbiamo completamente stretto d’assedio la squadra di casa, salvo subire la prima clamorosa rete al 21° a causa di uno sfortunato autogol di Cacciacarro. Contro un’altra squadra non sarebbe successo o sarebbe successo sul 4-0 per noi. Lo stesso giocatore biancorosso prenderà, di lì a pochi minuti, un palo clamoroso. L’Urbetevere si sveglia dal torpore e produce qualcosina in più, ma poca roba. Secondo tempo e ancora tanta Lodigiani, ma un break offensivo tra il 10 e il 12° dell’Urbetevere produce il raddoppio, ovviamente nato da corner e non da azione: 2-0. Una Lodigiani così bella non ci sta, sa di non meritare tutto questo e continua a giocare come nulla fosse. È l’atteggiamento migliore, e al 28° il premio è il gol di un irriducibile Di Chio. Spinta offensiva finale disperata dei biancorossi, ma qui esce la bravura dell’Urbetevere, abile a contenere e a chiudere il difficile contenzioso. Una Lodigiani che avrebbe meritato minimo un pareggio, se non di vincere, esce ingiustamente sconfitta, e ora la situazione in alta classifica ci vede assurdamente inseguitori: siamo quinti e fuori dalla zona dei play-off senza sapere il perché, ma la classifica resta cortissima: se noi siamo a 18 punti, Urbetevere e Tor Tre Teste (1-1 sul campo del Frosinone, prima partita dei ciociari senza vincere) ci precedono di un solo punto. Anche il Frosinone, primo a 22, non è irraggiungibile, mentre, a 20, punti e in seconda piazza, si inserisce la Lazio, grazie al 5-0 sul Cinecittà Bettini. Domenica prossima ci sarà proprio Lodigiani-Lazio. Altro scontro diretto, dove stavolta dovremo finalizzare ciò che siamo in grado di produrre.

Week-end biancorosso, 5 e 6 Dicembre 2015

Turno di campionato degli Juniores Regionali in cui la Lodigiani deve approfittare degli scontri diretti in alta classifica per consolidare, se non migliorare, la propria posizione: mentre alla Borghesiana arriva il Palestrina penultimo a 5 punti, negli altri campi si giocano Anzio – Vivace Grottaferrata e De Rossi – Vjs Velletri. Tre punti per noi vorrebbero dire, indipendentemente dai vari risultati, rafforzarci sulle nostre dirette concorrenti, prima di entrare anche noi in ottica scontri diretti. In ogni caso, i tornei Juniores si distinguono per un grande equilibrio nella maggior parte delle partite, e il match appena giocato e vinto contro il Borghesiana (a pari punti del Palestrina) ne è una conferma. Incredibile la posizione degli arancioverdi se si pensa che essi, fino a due stagioni fa, rappresentavano un’isola felice del calcio giovanile laziale. In realtà i Prenestini hanno ancora una gara da recuperare contro gli ultimi della classe, ma il bilancio è fin qui negativo: una sola vittoria, contro la Nuova Aureliana, due pareggi, contro squadre di mezza classifica, e per il resto solo sconfitte. Tallone d’Achille del Palestrina è la difesa troppo ballerina (27 gol presi), mentre l’attacco ha persino segnato, fin qui…più della Lodigiani: i biancorossi, infatti, hanno 15 sigilli all’attivo, mentre il Palestrina ne ha 17. Insomma, come sempre l’avversario non va sottovalutato. Noi abbiamo, psicologicamente, l’obbligo di non sbagliare.

Come ben sappiamo, i nostri Allievi Élite alternano la legge della Borghesiana al mal di trasferta. Come un po’ tutti i tabù, anche questo aspetta solo di essere violato. Ma per sbloccarsi ci sono occasioni più propizie e altre meno. Contro l’Ostia Mare, piaccia o meno e valutando quanto noi abbiamo fatto fin qui, sarà veramente dura andare a punti. Questo non vuol dire non provarci, sempre. Altrimenti non avrebbe senso il gioco del calcio. Certo, i biancorossi di questo inizio campionato hanno affrontato un campionato ben diverso dai biancoviola: noi siamo in lotta per entrare nell’area di metà classifica dopo un avvio nei bassifondi; l’Ostia, di suo, ha il fermo obiettivo di voler entrare in zona play-off, se non centrare il primato: i biancoviola, infatti, sono quarti ma distano addirittura due punti dalla vetta, quindi nulla gli è precluso. Fin qui l’Ostiamare ha conseguito 25 punti, e, all’occhio, balza l’imbattibilità stagionale dei nostri anfitrioni: il loro cammino coincide con 7 vittorie e 4 pareggi. Insomma, il compito della Lodigiani appare ben difficile, ma squadre di classifica più bassa della nostra hanno già rosicchiato qualche punto. Impossible is nothing.

Il campionato degli Allievi Fascia B Élite, invece, appare sempre più indecifrabile. La sola certezza è che non abbiamo certezza sui nostri reali obiettivi di classifica: la logica vorrebbe una Lodigiani affamata e pronta a puntare, come minimo, ai play-off; la realtà vede i biancorossi spesso in difficoltà, poco continui, talvolta pressapochisti e, più in generale, senza quel fuoco dentro necessario per potersi definire una grande squadra. Ora, o si reagisce, e lo si fa sul serio senza gigioneggiare, oppure tanto vale giocare il classico campionato anonimo delle varie Lodigiani Allievi, pur con qualche significativa eccezione marcata negli anni (per fortuna). A misurare le nostre ambizioni c’è una squadra ambiziosa e affamata sul serio, ovvero quell’Atletico 2000 che attualmente marca la linea dei play-off a quota 13 punti, due più di noi. Da una parte abbiamo l’evidente svantaggio di giocare fuori casa, dall’altro l’onere di affrontare una squadra altamente in forma e reduce da tre vittorie di fila, dove a brillare è stato soprattutto l’attacco dell’Atletico, mentre il reparto arretrato non si è mostrato costantemente impeccabile. Alcuni match di campionato hanno dimostrato la non imbattibilità dei ragazzi di via di Centocelle. Se giocheremo al meglio, avremo le nostre onestissime possibilità.

I Giovanissimi Élite continuano la loro regata in alto mare col vento in poppa. Anche partite ostiche come quella di Ceprano domenica scorsa, sono un banco di prova che costruisce lo spirito di una squadra pronta a sfidare chiunque senza porsi limite alcuno. Insomma, non serve sempre vincere di minimo 5 reti per definirsi peggiori o migliori delle dirette concorrenti. Quello che conta è reagire prontamente a difficoltà impreviste, e in tal senso, un avversario più coriaceo del dovuto offre un’alta soddisfazione quando viene battuto. L’avversario di turno questa Domenica è una novità assoluta, il Racing Club, squadra di Ardea che si affaccia per la prima volta in assoluto ad un campionato giovanile Élite. Per il club gialloverde, eppure, non sembrano esserci le tipiche difficoltà della matricola: 17 punti in classifica, settimo posto e già un +7 sulla pericolosa zona play-out. Non male veramente per una società il cui obiettivo primario è la salvezza. Al di là dei complimenti dovuti, gli Ardeatini si sono dimostrati una squadra tostissima e ben organizzata, specie nel reparto difensivo. L’impresa di stagione è stato il sorprendente 1-1 sul campo del Tor di Quinto, ma anche la Vigor Perconti, ad Ardea, ha sudato e non poco per vincere 1-0. Se affermiamo continuamente, e a volte noiosamente, di non sottovalutare l’avversario, stavolta l’avvertimento va preso sul serio. La trance agonistica di chi vive un sogno è uno dei peggiori ossi duri da affrontare.

I Giovanissimi Fascia B Élite fanno ormai parte saldamente delle squadre inserite in maniera fissa nelle prime posizioni di classifica. Tuttavia sono almeno 5 le squadre in lotta per tre posizioni play-off, una situazione molto simile alla passata stagione di questa categoria. Mostrati più volte i muscoli nelle varie partite contro squadre di media-bassa classifica, il differenziale viene fatto, a volte senza appello, dagli scontri diretti: finora ne abbiamo giocati due, con risultati ottimi dal punto di vista del gioco e intermedi dal punto di vista dei punti conseguiti. Ora la terza di queste sfide, in casa della temibilissima Urbetevere. Come detto, le squadre al vertice si concentrano in pochissimi punti: se la Lodigiani è seconda con 18 punti, i gialloblu (autentica nostra bestia nera della passata stagione in tutte le categorie possibili) ne hanno 16. Tutte e due le squadre hanno il massimo interesse a vincere, con l’orecchio puntato su cosa succederà nell’altro scontro diretto tra Frosinone e Tor Tre Teste. Il match è veramente delicato, potendo cambiare le sorti future dell’una e dell’altra squadra: se l’Urbetevere non può permettersi di sbagliare per nessuna ragione, la Lodigiani deve mettercela tutta per prendere il volo in maniera stabile nel podio del girone. La partita è di quelle da non perdere. Vinca il migliore, anche se la speranza è sempre biancorossa.

Giovanili, un fine settimana di passi in avanti

JUNIORES REGIONALE, BORGHESIANA – LODIGIANI 1-2. Antonio ci ha già introdotto a una partita fondamentale per la nostra situazione di classifica. Vittoria forse più sofferta del dovuto ma, come dimostrano i risultati delle altre, non esistono partite facili e bisogna vivere alla giornata. Ora l’Anzio capolista dista appena tre punti.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, LODIGIANI-ALBALONGA 3-0. Parlare di scontro diretto in una partita come questa è persino imbarazzante se si pensa che, fino ad un paio di anni fa, la Lodigiani, rispetto a squadre come l’Albalonga, a questo punto del campionato aveva almeno il quadruplo dei punti. Eppure succede, e allora tanto vale vincerle queste sfide, specie quando si corre il rischio uscirne battuti come avvenuto sette giorni fa. Se la guardiamo dal punto di vista della classifica, il confronto tra Lodigiani e Albalonga non c’è stato: un punteggio senza repliche, una partita ben gestita dall’inizio e tre punti fondamentali per raggiungere – e sarebbe anche ora – delle più consone posizioni di metà classifica. Il primo affondo, nato su calcio da fermo, ci porta subito in vantaggio: a segnare, dopo 7 minuti, è Argenio. La partita prosegue con una Lodigiani brillante che non corre tanti rischi. Al 38° inizia il Romani show, con un’azione che porta le squadre sul 2-0 per la Lodigiani. Nella ripresa i ritmi si abbassano leggermente. L’Albalonga cerca di reagire ma, dopo un quarto d’ora, Romani sigla il definitivo 3-0. La Legge della Borghesiana è stata rispettata e ci consente di portarci a 13 punti in classifica e di staccare l’Albalonga di 6 lunghezze. Se le posizioni più pericolanti sembrano ora ben lontane, i play-out, rappresentati dal San Lorenzo (sconfitto 1-0 dalla Pro Roma), sono sempre troppo vicini, distanti appena tre punti. La vittoria odierna permette il controsorpasso sulla Pro Calcio Ferentino (5-0 sul campo del Savio) e sull’Atletico 2000 (1-1 sul campo della Vivace Grottaferrata ultima in classifica). Domenica prossima difficilissima trasferta sul campo dell’Ostia Mare.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – ROMULEA 1-1. Il settore giovanile della Romulea è senz’altro cresciuto di qualità, e ne è la prova la brillante classifica della storica squadra romana in questo girone. Di contro, però, c’è una Lodigiani ancora in fase di rodaggio, poco concentrata sugli obiettivi e, di conseguenza, apparentemente poco ambiziosa. Come se questo campionato non contasse poi nulla. I biancorossi dovevano vincere per rilanciare le proprie azioni, salvo poi ritenersi persino fortunati nel non essere usciti sconfitti da una partita messasi subito veramente male. Dopo due minuti dal fischio d’inizio, Inglese indovina lo stacco e porta immediatamente in vantaggio gli ospiti. La reazione della Lodigiani c’è ma è poco incisiva, perdendosi col passare dei minuti. Il secondo tempo, invece, ricorda la partita moscia contro la Tor Tre Teste: 40 minuti anonimi dove siamo fortunati, all’ultimo minuto regolamentare, a trovare il guizzo giusto di Ambrogioni per l’1-1 finale. Se la Lodigiani non meritava neanche il pari, la Romulea è stata punita per la sua superficialità e scarsa iniziativa. La Lodigiani resta quinta a due punti dalla Romulea, ora quarta: a firmare il sorpasso è l’Atletico 2000 (2-3 sul campo del San Lorenzo), ora a 14 punti e a + 3 sui biancorossi. A un punto si avvicinano a noi la Tor Tre Teste (4-1 sul Ceprano) e il Certosa (1-0 sul San Donato Pontino) ma, più in generale, tolte le prime due posizioni, la classifica resta corta. Da segnalare la prima sconfitta della Polisportiva Carso per 1-2 ad opera dell’Aprilia: borghigiani fermi a 18 e sorpasso in testa, con 19 punti, della Vigor Perconti (3-1 sul Giardinetti). Prossimo turno, l’importante Atletico 2000-Lodigiani.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, CEPRANO – LODIGIANI 0-2. Quando arriva la Lodigiani, o qualche altra big, il copione da parte della squadra sfavorita e di bassa classifica è perlopiù lo stesso: barricate costanti in difesa e tante preghiere per non prendere gol. Se poi si riesce a spingere verso la porta avversaria e segnare, allora si può gridare al miracolo. Di solito queste tattiche non funzionano ma limitano i danni. Il problema si pone quando gli assalti dei favoriti vanno a vuoto e tutto rischia di diventare una questione di stanchezza. Il Ceprano ha sciorinato un’ottima prestazione difensiva, resistendo alla nostra pressione per tutto il primo tempo, dopo diverse azioni biancorosse andate a vuoto. La svolta arriva subito in avvio di ripresa, quando un tiro di Giorgio, dopo appena 5 minuti, supera per la prima volta il portiere ciociaro. Ovviamente la prima rete sblocca qualcosa e, a questo punto, tutto comincia ad andare in discesa. In quest’ottica e qualche folata dopo, al 21° arriva Joshua a mettere il sigillo definitivo alla partita, per il definitivo 0-2 della Lodigiani. Contavano i tre punti e, con qualche difficoltà in più del previsto, sono arrivati. Non cambiano gli equilibri in alta classifica: la Lodigiani sale a 27 punti e resta seconda, ad un punto dalla Vigor Perconti, abile a espugnare, col punteggio di 0-2, il campo dell’Atletico 2000. A 25 punti rimane in scia il Tor di Quinto: vittoria per 1-0 sul campo amico contro i Vigili Urbani e ora, ad inseguire il trio di testa, l’unica squadra vagamente in scia è la Polisportiva Carso a 20 punti. Prossima partita, Lodigiani-Racing Club.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, LODIGIANI – CITTA’ DI CIAMPINO 5-1. Partita senza storia alla Borghesiana tra una lanciatissima Lodigiani ed un Città di Ciampino in balia dei biancorossi e in grado di segnare il proprio unico gol all’ultimo minuto della partita. La Lodigiani ha confermato, per l’ennesima volta, tutto il suo potenziale, sfruttando tutte le sue armi migliori e lavorando per limare al massimo le piccole imperfezioni. Risalendo allo storico del pallottoliere, la Lodigiani passa dopo appena una dozzina di minuti con un calcio da fermo di Carucci. Dopo 10 minuti è un’autorete ciampinese a spianarci la strada verso una partita agevole. Nel secondo tempo, come accade spesso, si vede forse la miglior Lodigiani: tra il 3° e il 4° minuto arrivano due reti ammazza-partita, siglate rispettivamente da Di Chio e Andrenacci. Di Chio si conferma il top scorer della Lodigiani segnando, al 7°, l’ennesima sua doppietta e strappando applausi alla tribuna. In questo turno interlocutorio, non cambia nulla nei piani alti della classifica: il Frosinone batte 1-7 il Futbolclub e resta a punteggio pieno con 21 punti. La Lodigiani è seconda a 18 assieme alla Tor Tre Teste, che ha battuto per 3-2 in casa l’Atletico 2000. A 17 punti segue la Lazio dopo lo 0-6 in casa dell’Anzio, mentre l’Urbetevere, a 16, batte 0-5 il Cinecittà Bettini. Nel prossimo turno Urbetevere-Lodigiani sarà un altro esame per le nostre ambizioni.

Week-end biancorosso, 28 e 29 Novembre 2015

La Juniores Regionale affronta il derby con i dirimpettai della Borghesiana: ragazzi che spesso si conoscono o che si sono già incontrati svariate volte nel corso degli anni. Poca distanza tra i campi, lo stesso quartiere calcistico ma, in questo contesto, due situazioni di classifica contrapposte. La Lodigiani, dopo il brillante successo contro il Città di Ciampino, vuole riprendere la stessa velocità di crociera delle primissime giornate di campionato. Una risposta importante quella dei ragazzi di mister Caterino Sabato scorso, e la classifica soprattutto ne ha beneficiato. Se non si riesce ad arrivare primi, l’obiettivo naturale è il secondo posto finale, che garantisce buone possibilità di ripescaggio negli Élite. Il nostro destino futuro, tuttavia, in questa o in altre categorie, più che dai ragazzi, dipende dalla volontà e dalla programmazione societaria. La Borghesiana, di suo, ha 5 punti e gli unici risultati positivi sono stati una vittoria e un pareggio. Un po’ troppi i gol presi, non molto prolifico l’attacco, i ragazzi rossoverdi sono a una manciata di punti da diverse squadre, e anche una leggera risalita può equivalere a portarsi in zone più tranquille. La Lodigiani non può permettersi di fare sconti; il Borghesiana cercherà di fare la sua partita con grinta e agonismo.

Gli Allievi Élite, invischiati ai bordi della zona play-out, cercano, per l’ennesima volta, di risollevare le loro sorti cercando di far valere al meglio il fattore campo. Se siamo reduci da uno scontro diretto andato male, ora dobbiamo cercare di farci valere in un’altra sfida volta a determinare i valori di reali questa zona della classifica. La Lodigiani, 10 punti, riceverà l’Albalonga, quartultima a -3 dai biancorossi. Non sarà una passeggiata, anche perché finora, in questo campionato, ogni gara è stata tribolata. Se la Lodigiani arriva da tre vittorie di fila in casa, l’Albalonga, di contro, in trasferta non ha ottenuto neanche un punto, ottenendo una classifica se non altro accettabile grazie alle partite giocate tra le mura amiche. I Castellani sono ben lungi dall’essere la classica squadra colabrodo di bassa classifica, ma è evidente che fanno fatica a imporre il loro gioco. La Lodigiani, se saprà sfruttare i suoi colpi migliori, potrà di nuovo muovere il pallottoliere della classifica. A tal proposito, speriamo che la partita di Ferentino sia già uno scolorito ricordo.

Tempo di sfide verità per la Lodigiani Allievi Fascia B Élite di Scardini, chiamata, per l’ennesima volta, a dichiararsi sui suoi possibili obiettivi di campionato. L’appena passata trasferta di Aprilia conteneva trappole molto più insidiose di quanto si possa pensare, e la risposta dei nostri ragazzi è stata eccellente. Non siamo ancora in piena forma campionato ma, se non altro, si intravedono dei lampi di vera Lodigiani. La classifica è tutt’altro che compromessa e, coi nostri 10 punti, siamo appena a due lunghezze dalla terza posizione che si traduce in play-off. E chi c’è in terza posizione? La Romulea, i prossimi nostri avversari in quel della Borghesiana. È ovvio, quindi, che siamo già ad una sfida verità. La Romulea, finora, ha già dato un certo imprinting al suo campionato, con un avvio di stagione qualitativamente ineccepibile. Gli amaranto-oro sembrano essere un collettivo molto interessante e attrezzato. Di contro, la Romulea ha perso solo due partite, ma lo ha fatto in malo modo: il 5-1 sul campo della Vigor Perconti e il peggiore 2-4 in casa con la Pro Roma testimoniano le vulnerabilità dei nostri prossimi avversari. Per noi è vitale non sbagliare.

I Giovanissimi Élite, dopo avergli dato giù pesante contro l’Anagni, cercano un’altra ciociara come vittima designata. Stavolta si percorre la Casilina e si va a Ceprano, dove ci attende una squadra con appena due punti in più in classifica rispetto ai nostri ultimi avversari affrontati. Altra partita, quindi, altamente agevole, mentre le nostre due compagne di terzetto, Vigor Perconti e Tor di Quinto, affronteranno due partite tutt’altro che agevoli (la Vigor Perconti sul campo dell’Atletico 2000 e il Tor di Quinto in casa coi Vigili Urbani). Dopo l’ultimo exploit, tra l’altro, quello biancorosso è diventato l’attacco più prolifico del campionato, con 32 reti messe a segno fin qui. Confrontandoci con l’avversario, il Ceprano non segna tantissimo (9 reti) ma non prende neanche gol a valanga (15 reti subite, tante quanto quelle dei Vigili Urbani quarti). Pertanto, dobbiamo ben guardarci dalla malsana idea di andarci a fare una passeggiata, per quanto ci teniamo a far rispettare le gerarchie.

I Giovanissimi Fascia B Élite, dopo la sconfitta di Frosinone, sono tenuti a continuare la marcia con la consapevolezza di essere un grande collettivo. Se a volte le sconfitte sminuiscono determinate ambizioni e velleità, nel caso dei biancorossi appare legittimo ritenersi ancora una delle squadre da battere in questo girone. È vero, la classifica in alta quota si è ristretta, ma in un girone del genera era il minimo preventivabile. Anzi, tanti verdetti, probabilmente, arriveranno nelle ultimissime giornate. Quindi, come è giusto, sotto a chi tocca: alla Borghesiana arriva il Città di Ciampino, squadra settima in classifica con nove punti. In questo girone i pareggi sono quasi vietati e se, sulla ruota della Lodigiani, non è apparso neanche un segno “x”, per i Ciampinesi è lo stesso, con tre vittorie e tre sconfitte. Equilibrio anche tra gol fatti e subiti (10-9). Tuttavia, per la squadra aeroportuale, i match impegnativi cominciano proprio Sabato. La Lodigiani, sulla carta, è la forte favorita. Sarà il campo, come sempre, a regalarci il suo verdetto definitivo.

Giovanili, Ciociaria amara: i 2001 vendicano tutti. 2000, ottima vittoria ad Aprilia.

JUNIORES REGIONALE, LODIGIANI – CITTA’ DI CIAMPINO 2-1. Nonostante il gol all’ultimo secondo su rigore della squadra ospite, la Lodigiani fa una partita gagliarda contro un avversario valido giunto alla Borghesiana non in veste di sparring partner. Ciò che più conta è il ritorno alla vittoria, coincidente con un netto miglioramento della classifica: la Lodigiani è terza ad un punto dalla De Rossi, squadra che abbiamo già battuto in campionato. Imprendibile, per ora, il solo Anzio a 22 punti, + 5 rispetto alla Lodigiani. Il racconto di Antonio è la fonte più completa per saperne di più.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, PRO CALCIO FERENTINO – LODIGIANI 2-0. Un passo avanti e uno indietro; uno avanti e uno indietro. Questo è il soffertissimo campionato dei nostri Allievi Élite, i quali incassano una sconfitta pesantissima contro un avversario di bassa classifica, che, tra l’altro, ci scavalca. Pochi gli spunti di cronaca, a parte i due gol incassati entrambi in apertura di tutte e due le frazioni da 40’. Con il Ferentino in vantaggio per buona parte della partita, i biancorossi fanno troppo poco per poter invertire le tristi sorti di una disputa infelice. Tra i tanti elementi negativi, l’incapacità di gonfiare la rete dei padroni di casa; in un’ottica di più ampio respiro, invece, colpisce l’ormai totale bipolarità della Lodigiani formato trasferta con quella formato casalingo. Poi giustificazioni e recriminazioni possono sempre starci; tuttavia, ora come ora, bisogna seriamente pensare ad una classifica sempre più preoccupante. A seguito della sconveniente partita ciociara, restiamo mestamente a 10 punti. In soldoni, e guardando solo alla parte bassa della classifica, scivoliamo all’11° posto, mentre, come detto, ci scavalca proprio la Pro Calcio Ferentino che ora è a quota 11, assieme all’Atletico 2000 (battuto 2-1 sul campo della Tor Tre Teste). A 10 ci raggiunge anche il San Lorenzo, trionfante per 4-1 sulla Vivace Grottaferrata (ultima con 4 punti). A 7 punti risale l’Albalonga dopo l’1-0 contro il Certosa, appaiando la Pro Calcio Tor Sapienza (battuta per 2-3 dalla Romulea). Infine a 6 punti troviamo lo Sporting Città di Fiumicino, arresosi per 2-1 contro la Polisportiva Carso. Domenica prossima c’è Lodigiani-Albalonga.

ALLIEVI FASCIA B ELITE, APRILIA – LODIGIANI 1-3. Finalmente la Lodigiani fa vedere di cosa è capace e lancia dei segnali molto espliciti al campionato. Al cospetto di una buona Aprilia, i nostri riescono a fare loro la partita sin dai primi minuti, controllando le iniziative delle rondinelle e, soprattutto, proponendo soluzioni offensive interessanti. Il vantaggio firmato da Petroni al 10° si inserisce in un momento decisamente buono per la squadra di Scardini. Qualche minuto dopo la Lodigiani potrebbe prendere il largo grazie a un calcio di rigore concesso dall’arbitro, ma dagli 11 metri Lico sbaglia. Ad una manciata di minuti dal rientro negli spogliatoi, è lo stesso Lico a farsi perdonare e a siglare il 2-0. Partita finita? Macché, proprio quando l’arbitro aveva il fischietto in bocca per decretare la pausa, Morale accorcia le distanze per l’Aprilia. Si riparte con il punteggio di 2-1 per la Lodigiani, che comunque sembra avere il controllo della partita. Nonostante una maggiore grinta degli Apriliani nella parte finale del match, a chiarire ogni dubbio ci pensa De Sanctis con la realizzazione che vale la terza rete e i tre punti. Bella reazione dopo la scialba partita di sette giorni fa contro la Tor Tre Teste e buon elisir per la classifica. La Lodigiani è ora quinta con 10 punti, a -2 dalla zona play-off segnata dalla Romulea (2-1 al San Lorenzo) e a -1 dall’Atletico 2000 (vittoria per 2-0 sul Certosa). Incredibile la corsa della Polisportiva Carso che espugna per 1-0 il campo della Tor Tre Teste e resta a punteggio pieno con 18 punti. Un tale ritmo è troppo pure per la Vigor Perconti, seconda in classifica a 16 punti che, per la prima volta, non vince e si deve accontentare del 2-2 in casa del Futbolclub. Sabato prossimo, con Lodigiani-Romulea, si fa veramente sul serio.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, LODIGIANI – ANAGNI 6-0. La vendetta sportiva della Lodigiani contro le squadre ciociare, guastatrici di questo fine settimana biancorosso, si consuma tutta in un campo e contro un unico avversario. A fare le spese di una Lodigiani in formissima è il malcapitato Anagni, arrivato comunque piuttosto sfiduciato al nostro cospetto. Tre gol per tempo, un Mercuri scatenato, autore di una tripletta, una prova collettiva veramente di buon livello e la partita diventa rapidamente di quelle senza un briciolo di storia. Questo lo storico delle marcature: apre le danze, dopo un quarto d’ora abbondante di assalto a Fort Apache, Mercuri; finita la blanda resistenza, inizia la goleada: al 22° segna Bonifazi, mentre al 29° sarà Mercuri a portare negli spogliatoi i biancorossi con tre reti di vantaggio. Stesso discorso nella ripresa, con l’unica differenza che stavolta non c’è neanche una vera barricata di fronte. Dopo tre minuti Coccia fa 4-0, seguito da Mercuri al 9° e infine da Caracciolo alla mezzora. Insomma, la Lodigiani continua a macinare calcio e la classifica premia la continuità della squadra di Santucci. Se la Vigor Perconti prima, con 25 punti in seguito al 4-0 sulla Fortitudo, non è una novità, fa clamore il botto del Tor di Quinto, per 2-1, in casa del Città di Ciampino: la Lodigiani torna quindi seconda a 24, mentre il Tor di Quinto resta a 22. Tra l’altro, la sconfitta dei biancoblu fa accrescere qualche rimpianto in casa Lodigiani. Dietro il terzetto di testa, il vuoto è diventato realtà: i Vigili Urbani restano a 17 in seguito alla sconfitta casalinga contro la Polisportiva Carso per 0-1. Tra l’altro, è proprio la Carso ad essere a pari punti dei Vigili Urbani. Prossima partita, Ceprano-Lodigiani.

GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE, FROSINONE – LODIGIANI 4-2. Peccato. Peccato davvero. La partita giocata contro il Frosinone con condizioni meteo non ottimali, dimostra come determinate partite siano influenzate dagli episodi e anche da una buona dose di fortuna e di preparazione psicologica. Quello tra canarini e biancorossi è stato un vero big-match tra due grandissime squadre che, sicuramente, saranno protagoniste di questo campionato. Partita equilibrata con la Lodigiani che dice la sua già dai primi minuti, ma la rete di Simone al 9° per i Ciociari blocca qualcosa nelle nostre fila. L’attimo di sbandamento dura un po’ troppo e i nostri avversari ne approfittano dopo appena 5 minuti, anche se il gol di Mattei per il 2-0 del Frosinone è un capolavoro. Il campo non rende facili le giocate sia in attacco che in difesa e, al 25°, subiamo un calcio di rigore poi trasformato da Bianchi. Fortunatamente il primo tempo horribilis finisce e torniamo negli spogliatoi per schiarirci le idee. La Lodigiani della seconda parte di gioco è tutt’altra roba: una formazione ritrovata, costantemente in avanti, determinata e veloce. Purtroppo la nostra meritatissima rete arriva solamente al 25°con Di Chio, grazie alla concessione di un calcio di rigore a nostro favore. Il Frosinone perde la testa senza motivo e di lì a pochi minuti resta in 10. Al 34° Carucci segna da calcio da fermo: la partita è finita ma resta il tempo per l’assalto senza prigionieri. La Lodigiani ce la mette tutta ma il Frosinone, in contropiede, trova un calcio di rigore e il 4-2 finale. Cosa succede ora in classifica: naturalmente il Frosinone resta a punteggio pieno coi suoi 18 punti; Lodigiani seconda a 15 e raggiunta dalla Tor Tre Teste (2-1 al Futbolclub). A 14 punti si rifa’ sotto la Lazio, che ha abbattuto l’Albalonga col punteggio di 7-0. In posizione interessante, a quota 13, l’Urbetevere, forte del suo 11-0 contro l’Anzio. Prossima partita Lodigiani- Città di Ciampino.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 704 follower