Archivi della categoria: serie C1 Lazio calcio a 5 2012/13

Sporting Lodigiani, peccato senza conseguenze. Martedì finale di Coppa a Druento (To)

NIENTE RECORD – Purtroppo lo Sporting Lodigiani, proprio all’ultima partita, non riesce a portare a casa l’imbattibilità stagionale, che avrebbe pienamente meritato. Va detto che l’incredibile record positivo è stato rotto con estrema consapevolezza, vista la Lodigiani al piccolo trotto vista a Casal Torraccia, che ha pensato a sperimentare e a rinnovare piuttosto che a consolidare. Un 7 a 3 largo ma che ci sta, contro degli avversari senza più ambizione che però ci hanno messo tutta la voglia possibile per siglare il proprio piccolo record, per quello che può valere. La Lodigiai chiude il campionato con 81 punti. Seconda la Folgarella con 70.

I MARCATORI BIANCOROSSI – A compensazione di ciò la tripletta di Moreira che, pur non essendo titolare fisso in campo, ha messo a segno tutte e tre le reti dei biancorossi, incoronandosi, anzi, affermandosi ancora di più, come capocannoniere incontrastato di questo campionato di serie C1: 49 le reti dell’asso brasiliano, su 177 complessive di tutta la squadra. Tra gli altri marcatori della Lodigiani, detti in ordine di reti, Andrea Rubei con 28, Marco Pignotta con 25, Emanuele Fratini con 23, Dario Anzidei con 16, Andrea Di Pascasio con 9, Valerio Lutta, Roberto Fratini e Simone Lauri con 6, Andrea Finello con 4, Daniele Di Mariocon 3, e Daniele Longo una.

DA MERCOLEDI’ SI PENSA ALLA B – Già da più di un proclamo, la Lodigiani sembra voler continuare la propria scalata al calcio che conta, programmando un’avventura che, se andrà a buon fine, potrebbe proiettarci nel paradiso della serie A2. Roba che solo a pensarci dà le vertigini, e non stiamo in questa sede a discutere di quanto sia importante una realtà Lodigiani inserita in un campionato che conta. Ma lo faremo più avanti. Se la formula della serie B rimarrà invariata, ci aspetteranno, probabilmente, squadre laziali, umbre  e sarde.

ORA LA FINALE CONTRO I BASSOTTI – Da domani la Lodigiani sarà a Torino, in attesa della finale contro i Bassotti Druento, che si disputerà Martedì, con calcio di inizio alle ore 15. L’attesa è tanta, la squadra a 1000. Domani in serata qualche ulteriore anticipazione.

 

Annunci

Week-end biancorosso, 4 e 5 Maggio

Ultimo appuntamendo di “Week-end biancorosso” con tutte e cinque le squadre impegnate simultaneamente. Dalla prossima settimana, infatti, ci salutano alla prossima stagione i ragazzi del calcio a 5, che Martedì concluderanno la stagione anche in Coppa, mentre speriamo non sia un saluto definitivo quello dei Giovanissimi 1998, a causa del futuro incerto della Lodigiani Calcio. Ormai tocca cominciare a parlarne, e l’argomento diventerà tremendamente caldo nelle prossime settimane, non solo per il clima migliore. Rimarrà spazio ancora per i 1997 e i 1999, mentre speriamo di salutare qua i 1996, perché ciò vorrebbe dire salvezza ottenuta. Nonostante l’incertezza societaria, avrebbe del miracoloso il mantenimento di tutte le categorie èlite, e un quasi sicuro ripescaggio, in caso di secondo posto, dei 1997. Speriamo bene e procediamo.

SERIE C1 DI CALCIO A 5, INCONTRO CASAL TORRACCIA – LODIGIANI, SABATO 4 ALLE ORE 15:00, “PARCO DEI PINI”IN VIA DI S. ALESSANDRO 354, ROMA, TRENTESIMA ED ULTIMA GIORNATA: si chiude un campionato straordinario per i ragazzi guidati da Armando Pozzi. Un’avventura cominciata il 15 Settembre con la vittoria per 6 a 2 a Civitavecchia, e che si concluderà dentro Roma, anche se fuori dal Raccordo Anulare. Un campionato che non ha mai avuto storia, con la capolista capace di curarsi da sola i pochi mali che le sono capitati in questi mesi. Possiamo parlare delle ultime giornate, e di un certo calo fisico. Ma sarebbe ingiusto, perché quello che c’è da vedere è lo strapotere tecnico di una squadra che è stata, semplicemente, più forte di tutte le altre, e che, con la rosa attuale, potrebbe probabilmente anche vincere un campionato di serie B. Ma ci sono le ultime due partite da onorare, due record alla portata di mano, anche se poi, in fondo, l’ultima partita a contare sarà quella Martedì in Piemonte, che sarà seguita dal blog. Intanto Sabato, a S. Alessandro, contro un avversario che non ha nulla da chiedere se non l’impresa di fine stagione, la Lodigiani può ottenere l’imbattibilità completa in campionato, ed eguagliare il record di 84 punti della Polaris di una decina di anni fa, ma con una differenza reti nettamente migliore per Rubei e compagni. Moreira potrebbe anche riposarsi e lasciare giocare gli altri, visto che ormai, con 46 reti contro le 36 del diretto inseguitore Alfonso della Lazio Calcetto, ha il titolo di capocannoniere in tasca. Di contro, il Casal Torraccia, può festeggiare un ottimo campionato, che lo vede attualmente settimo con 44 punti. Certo, c’è stato il momento dell’esploit degli arancioblu, che sembravano poter competere per i play-off, ma il girone di ritorno non li ha premiati. Resta un ottimo terzo posto alle Final Four di Coppa Lazio. Comunque vada, sarà una festa per entrambe le squadre.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, INCONTRO LODIGIANI – SAN LORENZO, DOMENICA 5  ALLE ORE 11:00,  CAMPO “BORGHESIANA C” , ROMA,  TRENTESIMA ED ULTIMA GIORNATA: ormai abbiamo tribolato abbastanza, e possiamo, con una certa serenità, aspettare il verdetto definitivo. Diciamocelo chiaramente, questa è la squadra di punta del settore giovanile della Lodigiani, per motivi di età, e anche quella che ci ha dato più motivi di apprensione. Ma ci ha anche regalato un campionato da batticuore, che sarebbe bello finire con una festa sul campo della Borghesiana. Sia chiaro che, però, non sarà facile. Se si guarda alla singola partita di oggi, il pronostico dovrebbe lasciare pochi dubbi. La Lodigiani, motivatissima, deve assolutamente vincere, difficilmente potrebbe accontentarsi del pareggio, e non può assolutamente perdere. Il perché è presto spiegato: la parità di punti con l’Aurelio favorisce, per scontri diretti, i nostri avversari, che ci hanno battuto in casa loro per 3-1, e hanno perso da noi per 2-1. Ho spulciato i regolamenti e non mi pare sia previsto uno spareggio per determinare ll’ultima posizione calida per i play-out. La Lodigiani giocherà, comunque, contro un avversario già salvo da qualche giornata, ma che in campionato ha racimolato appena sei punti più di noi. Se le motivazioni contano qualcosa, dovrebbe essere la Lodigiani ad avere la meglio. Ma, attenzione: pur contro un avversario di miglior classifica rispetto al nostro, anche l’Aurelio si trova in una situazione simile alla nostra. Infatti, la squadra dell’Aurelia, giocherà in casa (inizio ore 11.00, dopo che in un primo momento l’orario era stato fissato per le 10:30) contro il Futbolclub, squadra sesta con 49 punti che non ha ambizioni post-stagione, e lo dimostrano i risultani discontinui, anche se non catastrofici, di questo finale di campionato. Non ci resta che attendere e, intanto, pensare alla nostra partita.

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B, INCONTRO  CIAMPINO – LODIGIANI, SABATO 4 ALLE ORE 15:00, CAMPO “ARNALDO FUSO” IN VIA CAGLIARI 9, CIAMPINO (RM), VENTOTTESIMA GIORNATAsta diventando addirittura thrilling questo finale di stagione dei 1997, soprattutto e per merito della squadra di Bellucci, che ha riaperto un campionato che, ad un certo punto, sembrava ammazzato dal San Lorenzo. Mancano ancora tre giornate alla fine del torneo, compreso lo scontro diretto contro l’Atletico 2000 di Sabato prossimo, che, quasi sicuramente, varrà una stagione intera. Quanto vale il secondo posto lo spiegano le tabelle col punteggio per i ripescaggi emanate dalla FIGC Lazio ad inizio stagione, che non escludono, ma penalizzano in ogni caso, le compagini piazzatesi terze. Per ora basta mantenere le distanze, pensando con concentrazione alla prossima gara. Lodigiani in formissima, che ha appena vinto la sua decima partita consecutiva, e che in questo girone di ritorno ha finora totalizzato 31 punti su 36 a disposizione. Sembrano più i numeri del calcio a 5. Però si torna ad affrontare una squadra che, pur relegata in bassa classifica, è in piena lotta per non retrocedere, coi suoi 25 punti e la terzultima posizione, condivisa controvoglia con il San Cesareo. Il Ciampino, che all’andata abbiamo battuto per 4-0, non sta affrontando una fase brillante della stagione, e  nelle ultime cinque gare ha ottenuto appena quattro punti. La paura mette le ali ai piedi in qualche situazione, e la Lodigiani dovrà stare sull’attenti e sfruttare, con calma e sapienza, la propria caratura tecnica.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, INCONTRO  FUTBOLCLUB – LODIGIANI, DOMENICA 5 ALLE ORE 9:00, CAMPO “FUTBOLCLUB CAMPUS” IN VIA DEL BAIARDO, ROMA, TRENTESIMA ED ULTIMA GIORNATA: anche qua possiamo fare un brindisi al campionato che si chiude, con un’ultima giornata che ci mette di fronte alla capolista del girone, pur a pari punti con la Nuova Tor Tre Teste. 75 punti sia per la squadra di Via del Baiardo, sia per quella Collatina, ma è la seconda a spuntarla per gli scontri diretti. Quindi, se da una parte si può presupporre il massimo della motivazione per il Futbolclub, dall’altra essa potrebbe essere molto all’acqua di rose, visto che una vittoria della Nuova Tor Tre Teste sulla Vivace Grottaferrata con 6 punti in classifica è un fatto scontato come la terra che gira intorno al sole. Salvo eventi su cui non punterebbe nemmeno il più possibilista dei bookmaker, la Lodigiani potrà far leva sugli inevitabili momenti di sconforto che potrebbero arrivare ai nostri avversari durante la partita. Resta il fatto, inequivocabile, che i nostri avversari, che hanno più di un terzo dei nostri punti in classifica, sono oggettivamente più forti, anche se all’andata hanno sofferto, e non poco, per batterci 3-2 alla Borghesiana. Comunque vada, per la Lodigiani sarà una festa, perché in fondo, se si escludono avversari troppo forti per noi, non ci si può lamentare di quanto ottenuto in una stagione intera. Come scritto qualche giorno fa, sarebbe eccezionalmente fantastico chiudere con una onorevolissima quinta posizione.

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ELITE, INCONTRO LODIGIANI – VIGOR PERCONTI, SABATO 4 ALLE ORE 17:00,  CAMPO “BORGHESIANA C”, ROMA,  VENTOTTESIMA GIORNATA: non siamo ai titoli di coda della stagione regolare, ma quasi. Però qua non c’è da allentare la tensione ma, semmai, suonare la sveglia. Non si può gettare al vento una stagione che, per la prima parte del campionato, ci ha visto protagonisti. Le critiche al collettivo ci possono stare eccome, ma, nello sport come nella vita, i ragazzi vanno sempre incoraggiati a fare del loro meglio anche, anzi soprattutto, quando le sfide da affrontare risultano difficili. E’ il caso di questo Lodigiani – Vigor Perconti, che è in perfetta sintonia con quanto scritto finora. Ricordate la partita di andata al Perconti? Ricordate la Vigor capolista fino a quel momento imbattuta? Bene, fummo noi a regalare ai blaugrana di via Fiorentini la prima sconfitta stagionale, dopo una gara magistrale. E sapete quante gare ha perso in questo campionato la Vigor? Due! Una contro di noi, l’altra in casa della Roma per 2-1. Sarebbe bello che tutti si ricordassero lo spirito di quella partita, e che “nihil difficile volenti”. Oggi la Vigor, con qualche pareggio di troppo, è seconda con 63 punti, e la Roma capolista la vede col binocolo. Tutto si può fare, se lo si vuole, magari cominciando a cancellare l’opaca gara di Sabato contro l’Ostia Mare. L’Urbetevere, avversario diretto per il sesto posto, sarà impegnata a Ladispoli (inizio ore 16.45), contro una squadra che deve assolutamente salvarsi. Speriamo non solo in noi, ma anche in qualche passo falso dei nostri avversari, per continuare un pò a sognare.

Sporting Lodigiani, primo record conseguito!

La Lodigiani batte la Real Tecchiena per 4-3, e consegue l’imbattibilità stagionale in casa. Altre due partite esterne per l’imbattibilità totale.

La Lodigiani supera, con due gol per tempo, una Real Tecchiena che solo nel secondo tempo ha mostrato un pò di motivazione, nonostante la propria classifica deficitaria avrebbe richiesto, probabilmente, uno sforzo aggiuntivo. Nella gara, a rotazione, si sono visti un pò tutti i titolari, anche se è stato lasciato spazio, come di consueto ultimamente, agli under.

Ciò non ha impedito allo Sporting di svolgere una gara minuziosa e attenta, soprattutto nel primo tempo. Con due reti, una del solito Moreira, e una di Emanuele Fratini, il primo tempo finiva sotto il massimo controllo, con il punteggio di 2 a 0 in favore della Lodigiani.

Stessa musica all’inizio del secondo tempo, quando una rete di Anzidei, ed una di Lutta, portavano il vantaggio a quattro reti, facendo presagire ad una gara già conclusa. Ma, se nell’arco della stagione, la Lodigiani ci ha spesso dimostrato di essere da minuti finali, ultimamente ci sta abituando ad una flessione nella parte finale della partita, e così è stato anche in questo caso: nell’ultima frazione del match i Ciociari hanno riaperto i giochi, approfittando anche delle rotazioni di mister Pozzi, e si sono portati sul 4-3 finale, che però non basta ai Ciociari per ottenere un punteggio positivo. Anzi, il Tecchiena ha ora la certezza di dover disputare uno spareggio play-out, mentre si salvano, in seguito al loro derby, entrambe le squadre di Civitavecchia.

Alla Lodigiani non restano che meriti e record: aver onorato per l’ennesima volta questo sport, non facendo sconti veramente a nessuno; l’imbattibilità completa, tra campionato e coppe, del Pala ToLive di via Leonori. Non possiamo parlare di fortino inespugnabile, visto che questo record ha serie possibilità di essere esteso all’intera stagione in trasferta, è semplicemente la Lodigiani ad essere troppo forte per qualsiasi rivale; infine Moreira che viaggia, più sereno che mai, alla definitiva consacrazione di capocannoniere del torneo.

Week-end biancorosso, 27 e 28 Aprile

In tre campionati, su cinque seguiti regolarmente, salvo code post-stagione, siamo ormai all’ultima curva prima del rettilineo conclusivo. Per qualcuno si tratta ormai del filo di acceleratore, quanto basta, per arrivare al traguardo; per altri, invece, si tratta di spingere al massimo per arrivare al proprio di traguardo. Vediamo, pur con ritardo e con un pò più di sintesi del solito a causa di questo ponte del 25 Aprile, le situazioni una ad una.

SERIE C1 DI CALCIO A 5, INCONTRO LODIGIANI – REAL TECCHIENA, SABATO 27 ALLE ORE 15:00, “PALA TO LIVE”IN VIA A.LEONORI 8, ROMA, VENTINOVESIMA GIORNATA: in questo caso, si tratta sul serio del minimo indispensabile. Ma, soprattutto, di una festa. Perché questa è l’ultima gara ufficiale in casa di questa stagione, e verrà salutata come si deve, con l’obiettivo, momentaneo, dell’imbattibilità assoluta in casa. Al To Live, su 14 gare di campionato disputate, più due di Coppa Lazio, e ben 4 di Coppa Italia, per un totale di 20, la Lodigiani ha vinto 19 partite, per pareggiarne appena una, due sabati fa, con la tensione agonistica scesa veramente al minimo. Ora non si tratta solo di affrontare una gara con lo spirito giusto, ma di gestire l’ampio parco infortunati / acciaccati, che, fortunatamente, si è veramente riempito solo in questo finale di stagione, mettendoci in serio impaccio solo Martedì scorso contro i Bassotti. Da una parte c’è l’esigenza di una continuità agonistica, che, a mali estremi, può essere anche curata in allenamento, dall’altra quella di gestire le forze a disposizione prima dell’ultimo appuntamento del 7 Maggio. Per la Real Tecchiena, che aveva cominciato il campionato con 5 vittorie su 5 e 15 punti, impensierendo un pò i biancorossi, il resto del campionato ne ha regalati solo 14, per un totale di 29. Il che vuol dire play out sicuri, forse da quintultima, e quindi in posizione di vantaggio. Di sicuro, i tre punti servirebbero di più a Ciociari, che però dovranno fare i conti con la fame insaziabile della capolista. Auguri.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, INCONTRO OSTIA MARE – LODIGIANI, DOMENICA 28  ALLE ORE 16:30,  CAMPO “ANCO MARZIO” IN VIA G. AMENDUNI 15, ROMA,  VENTINOVESIMA GIORNATA: anche qua rush finale, essendo alla penultima giornata. Diciamocelo chiaramente: il calendario, mettendo ai biancorossi due trasferte consecutive nelle ultime tre partite, non è che abbia aiutato così tanto. Certo, ad Agosto in pochi avrebbero potuto immaginare lo psicodramma degli Allievi 1996, ma questo è. Quindi, l’unica arma a disposizione dei ragazzi di mister Alvardi, a questo punto, è tenere alta a concentrazione, e sperare anche bene nei risultati di Aurelio Fiamme Azzurre e Fregene. Perché, quando ci si caccia in situazioni di classifica del genere, purtroppo, il pensiero agli altri arriva sempre. Il cliente, poi, è dei più brutti: l’Ostia Mare è terzo in classifica a 60 punti, sta facendo un campionato strepitoso, ed è appena ad un punto dalla seconda classificata, il Ladispoli. Difficile, quindi, che ne possa uscire qualcosa di buono. Di buono c’è, invece, che giocando a tale orario, la Lodigiani giocherà dopo aver conosciuto i risultati delle dirette concorrenti; personalmente sono altamente contrario a non giocare almeno le ultime tre gare in contemporanea in ogni campionato, ma è la Federazione che dovrebbe imporsi ma, evidentemente, non ha alcun interesse a farlo. Stavolta il vantaggio è della Lodigiani, ma in altre potrebbe non esserlo. Proibitivo anche il compito del Fregene, che va a far visita alla Viterbese, mentre è tremendo anche per la Lodigiani l’incontro tra Totti Soccer School e Aurelio: una vittoria della squadra dell’Axa, infatti, vorrebbe dire rimettere in discussione, all’ultima giornata (in caso di sconfitta dei biancorossi), persino la quartultima posizione; una vittoria degli ospiti vorrebbe dire quintultimo posto certo, ma addio speranze di finire in classifica prima dell’Aurelio; un pareggio sarebbe forse il risultato migliore, ma la scelta è veramente delle più dure. Staremo a vedere.

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B, INCONTRO  LODIGIANI – LIBERTAS CENTOCELLE, SABATO 27 ALLE ORE 15:00, CAMPO “BORGHESIANA C” , ROMA, VENTISETTESIMA GIORNATAfermarsi ora non sarebbe peccato, ma un atroce delitto. La clamorosa vittoria in casa del San Lorenzo potrebbe aver sbloccato qualcosa in testa alla classifica, se non proprio sotto il profilo agonistico, almeno sotto il profilo mentale. Chi sta meglio, delle prime tre della classe, è la Lodigiani, che da quando ha cominciato il discorso, molte giornate fa, del “non abbiamo più nulla da perdere”, ha solo guadagnato terreno. I numeri, che ricordiamo sempre perché ci fanno poi capire la consistenza delle cose, parlano chiaro: nove vittorie nelle ultime nove gare giocate, e a questo punto non si può non pensare alla decima. Oltre alla fortuna di giocare in casa, l’avversario è di classifica più bassa di quelli delle ultime giornate. La Libertas Centocelle ha 31 punti, il che si traduce in una salvezza che, a quattro giornate dalla fine, può definirsi quasi acquisita. L’avversario, come sempre, merita il massimo rispetto, ma la Lodigiani non può più far sconti a nessuno, anche perché deve far avere paura a chi sta davanti. Le gare delle prime due della classe, pur non essendo proibitive, presentano le loro insidie: il San Lorenzo va in casa della Pro Roma, squadra che, con 35 punti, ha virtualmente chiuso il proprio campionato; andrà valutato l’impatto della sconfitta di Domenica scorsa con la Lodigiani, quindi si può sperare in una specie di harakiri psicologico, il cui merito sarebbe tutto dei nostri ragazzi. Insidiosa anche la trasferta, facile per nessuno, dell’Atletico 2000 in terra ciociara contro il  Ceprano, che ha gli stessi punti della Libertas Centocelle. E’ probabile, ma per nulla scontato, che la classifica mantenga lo stesso assetto.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, INCONTRO  LODIGIANI  – TOR SAPIENZA, DOMENICA 28 ALLE ORE 11:00, CAMPO “BORGHESIANA C”, ROMA, VENTINOVESIMA GIORNATA: seconda partita di fila alla Borghesiana, ma anche ultima in casa di questo campionato , tutto sommato, tranquillo dei Giovanissimi 1998. E tranquilla potrebbe risultare questa partita, con un Tor Sapienza che è quarto in classifica, non rischia matematicamente di scendere in quinta e, quasi sicuramente, non può più agguantare la terza. La Lodigiani, che invece ha vinto la maggior parte delle ultime partite disputate, ha appena ripreso il sesto posto affiancandosi all’Atletico 2000, e ha alla portata dei tre punti il quinto posto, anche se la matematica non è assolutamente a nostro favore. L’aspetto positivo è che, nonostante il nostro campionato sia virtualmente chiuso già da un paio di mesi, gli impegni sono stati sempre onorati; anzi, è probabile che, senza particolari pressioni di classifica, si sia giocato persino meglio.

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ELITE, INCONTRO LODIGIANI – OSTIA MARE, SABATO 27 ALLE ORE 17:00,  CAMPO “BORGHESIANA C”, ROMA,  VENTISETTESIMA GIORNATA: il campionato Giovanissimi Fascia B Elite è alla quartultima giornata, e già si stanno tirando le prime conclusioni: Roma già prima aritmeticamente, Vigor Perconti lanciata verso il meritatissimo secondo posto, Polisportiva Carso, Nuova Tor Tre Teste e Lazio già certe dei play-off. Il sesto ed ultimo posto per i play off appare ampiamente alla portata dei nostri ragazzi, che, con 45 punti, ne devono gestire sei di vantaggio sulla diretta inseguitrice Urbetevere. La partita di oggi sembra capitare a pennello per ribadire i valori della classifica, sperando che si giochi contro un avversario svuotato da ogni motivazione in merito. I biancoviola occupano l’ottava posizione con 32 punti, e pur guardando la classifica più in basso che in alto, possono già considerarsi aritmeticamente salvi. Poi, come diciamo sempre, anche giocare senza troppi pensieri di graduatoria ha i suoi vantaggi, e prestare la massima attenzione è un dovere. Anche perché l’Urbetevere, che gioca in casa contro la già retrocessa Albalonga, ha già i tre punti acquisiti, non serve Nostradamus. Basta poco al traguardo, l’importante è stringere i denti e non perdere il controllo.

Week-end biancorosso, 20 e 21 Aprile

Solo due squadre, su cinque che giocano, possono affrontare con serenità la propria gara: si tratta di Sporting Lodigiani e Giovanissimi Regionali Elite. Tutte le altre sono chiamate a vari esami, particolarmente duro quello di maturità per i 1997 di Bellucci.

SERIE C1 DI CALCIO A 5, INCONTRO ALBANO – LODIGIANI, SABATO 20 ALLE ORE 15:00, “SCUOLA COLLODI”IN VIA VIRGILIO 6, ALBANO LAZIALE (RM), VENTOTTESIMA GIORNATA: delle due squadre in campo, solo l’Albano ha delle robuste motivazioni. La squadra castellana, che ad un certo punto del campionato molti davano per spacciata, sta affilando gli artigli per disputare i play-out, sperando che il duro calendario venga compensato da squadre appagate. E’ stato così per l’incontro di Sabato scorso contro la Lazio Calcetto, che ha visto l’Albano strappare in trasferta un incredibile 6-6, tramutatosi poi in una vittoria a tavolino grazie all’impiego improprio di un giocatore da parte della Lazio Calcetto. Di sicuro l’Albano non può pensare di avere altrettanta fortuna con la Lodigiani, squadra che, pian piano, sta cercando di far ritrovare la miglior condizione fisica per un roster leggermente acciaccato, e che deve ritrovare forma fisica e mentale per la gara di Martedì prossimo contro Druento. Squalificato il nostro allenatore Pozzi; provvedimento che, di fatto, allontana definitivamente la Coppa Disciplina dai biancorossi. Buone notizie dall’ Under 21, che superando la Virtus Romanina agli ottavi play off, se la vedrà ai quarti contro Civitavecchia. Un gran traguardo anche per il settore giovanile, anch’esso portatore di programmi ambiziosi.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, INCONTRO FIDENE – LODIGIANI, DOMENICA 21  ALLE ORE 10:30,  CAMPO “SALARIA SPORT VILLAGE” IN VIA S. GAGGIO 5, ROMA,  VENTOTTESIMA GIORNATA: il difficile viene adesso, in queste ultime tre giornate. La lotta per evitare un posto play out coinvolge tre squadre: il Fregene, a 30 punti, con Lodigiani e Aurelio Fiamme Azzurre a 29 (ma l’Aurelio ha dalla sua gli scontri diretti). Il Fidene, di fatto salvo già da diversi turni, ha bisogno di un punto almeno per la matematica, anche se, a livello pratico, non verrà mai risucchiato in quintultima posizione neanche in caso di cataclismi. La Lodigiani potrebbe anch’essa accontentarsi di un pareggio, ma si sa che questi calcoli sono molto rischiosi: sia perché, anche se un punto ora, potrebbe voler dire avanzare di una posizione, è anche vero che solo tre punti potrebbero fare la vera differenza. E’ ovvio che, essendo agli sgoccioli, è necessario andare a vedere gli impegni delle altre. Proibitivo o quasi l’incontro del Fregene, che ospita il Ladispoli in cerca degli ultimi punti per confermare il proprio secondo posto; più agevole l’incontro dell’Aurelio in casa, contro una Viterbese le cui motivazioni potrebbero essere alquanto blande. ma si sa che l’alchimia del calcio è qualcosa di indefinito. Quel che è sicuro è che il destino è nelle nostre mani, e pertanto dobbiamo pensare solo alla nostra partita.

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B, INCONTRO  SAN LORENZO – LODIGIANI, DOMENICA 21 ALLE ORE 10:30, CAMPO “CINECITTA’ DUE” IN VIA QUINTO PUBLICIO , ROMA, VENTISEIESIMA GIORNATAdurissimo esame di maturità, per una Lodigiani che, proprio in questa parte del campionato, sembra essere arrivata al suo zenit. La partita di Cinecittà sarà uno scontro tra titani. Da una parte il San Lorenzo, primo in classifica con 63 punti, + 5 sulla seconda e + 8 sulla terza, ovvero la Lodigiani. San Lorenzo veramente inarrestabile, che viene da 14 partite utili consecutive, delle quali 13 vittorie ed un solo pareggio. Delle due sole sconfitte rimediata in campionato, sapete qual’è stata l’ultima? Il 3-2 subito alla Borghesiana dalla Lodigiani, una partita che, sicuramente, la capolista ha ancora bene in testa. La Lodigiani sa e bene quindi come si fa a battere una squadra del genere, ed è molto relativo il fatto che non si giochi in casa alla Borghesiana. La Lodigiani ha vinto tutte le ultime otto partite, e nel girone di ritorno ha subito una sola, inaspettata sconfitta. La differenza tra le due squadre, infatti, risiede tutta nel girone di andata, dove la Lodigiani ha fatto fatica prima di ingranare e trovare la quadratura del cerchio, che poi, nel girone di ritorno, ha consentito di portare a casa risultati veramente importanti. La Lodigiani deve a tutti i costi arrivare al secondo posto, obiettivo minimo di questa stagione, perché, se da una parte è vero che anche le terze possono essere ripescate, in termini di punti rispescaggio nelle particolari gratuatorie del CR Lazio, è vero anche che c’è un abisso tra le due situazioni di classifica. La Lodigiani deve assolutamente vincere. La partita è da risultato triplo. Nessun pronostico ma tante speranze.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, INCONTRO  LODIGIANI  PRO CISTERNA, DOMENICA 21 ALLE ORE 11:00, CAMPO “BORGHESIANA C”, ROMA, VENTOTTESIMA GIORNATA: terzultimo incontro stagionale per i 1998, che poi andranno tranquillamente in vacanza. Partita in casa e, almeno apparentemente, molto abbordabile, contro la Pro Cisterna penultima in classifica, i cui numeri parlano piuttosto chiaro: 11 punti, due sole vittorie, cinque pareggi, per il resto solamente una serie infinite di sconfitte. Va detto che le due vittorie e 4 pareggi, sono stati trovati nel girone di ritorno, segno di un grande miglioramento della squadra che ospiteremo, ansiosa se non altro di disputare dei buoni play out, che potrebbero persino regalare qualche sorpresa. La Lodigiani non ha grandi pretese in questo campionato: quando si è capito che gli obiettivi stagionali erano finiti, se non altro, la squadra ha continuato ad onorare il proprio campionato, disputando sempre delle ottime partite e, soprattutto, non facendo sconti proprio a nessuno, il che è sintomo di un collettivo dai principi sani. Mantenere il settimo posto è ormai il “mini-obiettivo”, se poi si migliorerà tanto di guadagnato.

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ELITE, INCONTRO FUTBOLCLUB – LODIGIANI, SABATO 20 ALLE ORE 16:45,  CAMPO “FUTBOLCLUB CAMPUS” IN VIA DEL BAIARDO  , ROMA,  VENTISEIESIMA GIORNATA: al Futbolclub Campus si affrontano due squadre dagli obiettivi contrapposti, ma entrambe in un ottimo stato di forma. La Lodigiani deve far punti per mantenere il sesto posto, ultimo utile per accedere ai play-off; di contro, il Futbolclub sta cercando, ultimamente con un certo successo, di incamerare punti per evitare la retrocessione. La Lodigiani viene da una mini striscia vincente di tre partite di fila, mentre il Futbolclub, nelle ultime quattr, ha riportato due vittorie e due pareggi: niente male per una squadra di bassa classifica che ha quasi la metà dei punti della Lodigiani. Anche in questo caso, si è di fronte ad una situazione dove il segno “X” potrebbe, relativamente, accontentare le pretendenti che, in questo caso, non sarebbero esenti da complicati calcoli per le restanti giornate di campionato. Va detto ch l’Urbetevere andrà a far visita alla Polisportiva Carso, quindi difficilmente rosicchierà dei punti ai biancorossi. Ma il fatto che l’Urbetevere possa trovare il bollino rosso in terra pontina, dovrebbe essere uno stimolo per vincere, e chiudere definitivamente i giochi play-off, anche perché nove punti a quattro giornate dalla fine sarebbero praticamente impossibili da recuperare.

Sporting Lodigiani, turn over e freno a mano. Ma tiene l’imbattibilità

Pur non avendo fatto un campionato di vertice, l’Artena, a fine stagione, potrà sicuramente vantare un record: i ragazzi rossoverdi, infatti, potranno dire di essere l’unica squadra di questo campionato di serie C1 di calcio a 5 che non ha mai perso contro i campioni della Lodigiani, pur non avendoli mai battuti. Al 2-2 dell’andata si è replicato con un 3-3 Sabato scorso al Pala ToLive. Lodigiani con molto turn-over e i top player limitati veramente al massimo. Hanno trovato spazio quindi i vari under, che hanno potuto collezionare un buon numero di minuti disputati, garantendo, comunque, l’imattibilità della Lodigiani in questa stagione. In particolare evidenza Finello, autore addirittura di una doppietta, mentre non smette mai di segnare il nostro capitano Anzidei, protagonista di una stagione maiuscola. Per l’Artena hanno segnato Giuliani (doppietta per lui), e Nastasi. Mancano, pertanto, ormai solo tre partite al termine di questo trionfale campionato: si tratta, nell’ordine, di Albano – Lodigiani, Lodigiani – Real Tecchiena, e Casal Torraccia – Lodigiani.

Week-end biancorosso, 13 e 14 Aprile

C’è chi ha già la testa altrove, come lo Sporting Lodigiani, e chi, invece, dovrà trattenere fino all’ultima giornata il fiato. Questo rush finale di stagione non è omogeneo per tutte le squadre Lodigiani. Si varia da caso  a caso.

SERIE C1 DI CALCIO A 5, INCONTRO LODIGIANI – ARTENA, SABATO 13 ALLE ORE 18:00, “PALA TO LIVE”IN VIA A.LEONORI 8, ROMA, VENTISETTESIMA GIORNATA: con la matematica della serie B già in tasca, ora si può pensare ad altro. Come ad esempio la doppia finale di Coppa Italia contro i Bassotti. Le sfide, sia quella del 23 Aprile a Roma, che quella del 7 Maggio a Druento, salvo variazioni, avranno inizio alle ore 16. Per la Lodigiani salteranno la finale di andata Emanuele Fratini e Pignotta, coi Bassotti motivatissimi perché una vittoria nella competizione vorrebbe dire promozione in serie B. La sfida con l’Artena ha comunque le sue motivazioni. I Rossoverdi sono una delle due squadre che, in campioato, ci ha imposto il pareggio all’andata; gara dove, tra l’altro, pareggiammo all’ultimissimo secondo. Sempre l’Artena è in corsa per l’ultimo posto valido per accedere ai play off, essendo a due punti dal Casal Torraccia. Di contro, la Lodigiani ha ancora aperto il discorso della Coppa Disciplina, mentre gli altri motivi sono piuttosto platonici: i vari bomber della Lodigiani cercheranno, pur giocando di più a rotazione, di incrementare il loro score personale, con Moreira quasi certo del titolo di capocannoniere; arrivare imbattuti in ogni competizione a fine campionato sarebbe non solo motivo di orgoglio, ma un piccolo pezzo di storia di questo sport; infine, essendoci ancora due gare da disputare di alto livello agonistico, va tenuta alta la tensione mentale e la forma fisica, in attesa del 23 Aprile.

ALLIEVI REGIONALI ELITE, INCONTRO LODIGIANI – URBETEVERE, DOMENICA 14  ALLE ORE 11:00,  CAMPO “BORGHESIANA C”, ROMA,  VENTISETTESIMA GIORNATA: bisogna riprendersi,  e subito, dal brutto capitombolo in casa dell’Ottavia, che ha riportato sulla terra i ragazzi guidati da mister Alvardi. Mancano quattro giornate alla fine e la lotta per evitare i play out appare più aperta e incerta che mai. L’avversario che si presenta alla Borghesiana è tutt’altro che un cliente facile: parliamo dell’Urbetevere, squadra di via della Pisana che sta disputando un ottimo campionato, in piena lotta play off, al quarto posto con 48 punti, frutto di 15 vittorie, 5 pareggi e solo 8 sconfitte. Anche i numeri sono piuttosto impressionanti, con l’Urbetevere che, fin qui, ha segnato 55 reti per subirne appena 28 (seconda miglior difesa del campionato);  per rendere l’idea, la Lodigiani ha segnato 40 reti e ne ha subite 50. Tanto per la cronaca, nelle ultime 7 giornate l’Urbetevere non ha mai perso, portandosi a casa ben 17 punti su 21. Parliamo quindi di una squadra in gran forma, che, però, all’andata ci superò appena per una rete a zero. La Lodigiani, pur riassaggiando l’amaro sapore della sconfitta, parte tutt’altro che battuta. Di sicuro vincerà la squadra con le maggiori motivazioni, pertanto il pronostico è difficile. Solo parzialmente le squadre potrebbero accontentarsi di un pareggio.

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B, INCONTRO  VIVACE GROTTAFERRATA – LODIGIANI, SABATO 13 ALLE ORE 16:30, CAMPO “COMUNALE” IN VIA DEGLI ULIVI 1 , GROTTAFERRATA (RM), VENTICINQUESIMA GIORNATA: fino ad una settimana fa, questa gara rappresentava lo spareggio per la terza posizione. Con la sconfitta dei biancorossi castellani in casa del San Lorenzo, la Lodigiani è a + 3, con la Vivace Grottaferrata che, interrompendo la sua lunga striscia positiva, può dire addio alle ambizioni di, almeno, un secondo posto. Le motivazioni, quindi, sono tutte a favore della squadra di Bellucci, che Domenica scorsa ha ottenuto la settima vittoria consecutiva. E’ una Lodigiani che, chiaramente, alle battistrada San Lorenzo e Atletico 2000 comincia  far paura, sia perché non vuole accennare minimamente a perdere terreno, sia perché, nonostante non faccia gli stessi risultati pirotecnici delle prime due, dimostra di saper lottare e soffrire. Fra l’altro, la Lodigiani deve ancora disputare gli scontri diretti con le prime due della classe, con l’opportunità di essere artefice del proprio destino. Di contro la Vivace, squadra che, avendo perso dopo 13 risultati utili consecutivi, di cui 11 vittorie, ora fa i conti con l’impossibilità pratica di rincorrere obiettivi di campionato. Una curiosità: prima della sconfitta del Grottaferrata in casa del San Lorenzo, l’ultimo stop risaliva allo scorso 15 Dicembre, quando fu proprio la Lodigiani ad imporsi per 3-0. Un ottimo auspicio. Da non sottovalutare, comunque, l’orgoglio di una squadra che sta disputando un ottimo campionato.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, INCONTRO  VIVACE GROTTAFERRATA – LODIGIANI, DOMENICA 14 ALLE ORE 9:00, CAMPO “COMUNALE” IN VIA DEGLI ULIVI 1 , GROTTAFERRATA (RM), VENTISETTESIMA GIORNATA: altra sfida settimanale sul campo di Grottaferrata, pur essendo, per la Lodigiani, una pratica di fine campionato da svolgere al meglio. E di pratica possiamo veramente parlare, data la situazione disperata del Grottaferrata, ultimo in classifica con 6 punti, una vittoria, tre pareggi e 22 sconfitte. Lo score castellano parla di 19 reti fatte e 77 fallite, e non serve un intenditore di calcio per capire che siamo di fronte a numeri non propriamente favorevoli. L’assurdo è che, dato questo penoso regolamento, il Grottaferrata, distando due punti dalla penultima, la Pro Cisterna, si può ancora salvare passando per la lotteria dei play out. Questo nonostante la quintultima sia a più di 20 punti. Se si dovesse guardare alle motivazioni, dunque, sarebbe la Vivace la squadra favorita, ma, dati i numeri, il pronostico è completamente diverso, se si onora come si deve l’impegno.

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ELITE, INCONTRO LODIGIANI – FIDENE, SABATO 13 ALLE ORE 15:00,  CAMPO “BORGHESIANA C”  , ROMA,  VENTICINQUESIMA GIORNATA: i 1999 stanno, di nuovo, lentamente ingranando, e la gara di Ladispoli è stata una evidente cartina tornasole. Bene così, visto che si è ancora in piena lotta per l’ultimo posto play-off. Inoltre, anche il calendario ha cominciato ad essere più clemente coi biancorossi, che continuano ad affrontare in serie squadre di bassa classifica. Stavolta tocca al Fidene, che arriva alla Borghesiana con 21 punti (alla pari della Spes Artiglio) in terzultima posizione, e quindi in piena lotta per non retrocedere. Sul lato opposto, la Lodigiani si continua a tenere stretto il suo sesto posto, insidiato dall’Urbetevere (tre i punti di distanza tra le due squadre), che non ha alcuna voglia di mollare e, dopo l’incredibile partita vinta in casa della Nuova Tor Tre Teste, stavolta dovrebbe trovare nella Roma un avversario veramente proibitivo. Il Fidene, squadra che da metà Novembre a Marzo è restata a digiuno di vittorie, nell’ultimo mese ha vinto tre partite su quattro, dimostrando una forma migliore adesso che in tutto il resto del campionato. La banda di Morini deve far assolutamente rispettare i valori tecnici e il fattore campo, visto che, un allungo sull’Urbetevere, potrebbe stavolta risultare decisivo.

Siamo in serie B! La Lodigiani rientra in un grande palcoscenico

UN GRANDE CAMPIONATO – Il 6-0 di Ferentino non è che un degno epilogo di una grande stagione. Ma, visto in un’ottica più ampia e generale, questa è solo una tappa verso un percorso che dovrà, per forza di cose, regalarci soddisfazioni ancora più grandi. Ora non c’è più nessuna matematica da applicare, nessun calcolo da fare, nessuno sguardo ad una classifica di un campionato che a noi non interessa più, se non per la pura statistica. Con quattro giornate di anticipo, mica pizza e fichi, la Lodigiani stravince meritatamente e naturalmente, senza aver mai conosciuto, almeno fino ad ora, l’onta della sconfitta. Un paio di pareggi e poi solo vittorie su vittorie, un primato indiscutibile già dalla primissima giornata. Le avversarie le hanno provate veramente tutte contro di noi, soprattutto andando avanti col torneo. Ma per loro, per nessuno, non c’è stato mai assolutamente da fare. Solo in quattro partite su 26 finora giocate la Lodigiani ha avuto qualche pensiero. Stando così le cose, ci si può chiedere, come potevano pensare le avversarie di avere qualche minima possibilità in campionato?

LA GARA DI FERENTINO – Nella loro piccola palestra attrezzata con una tribuna di fortuna, i Ciociari hanno provato ad impensierirci come hanno fatto all’andata e, obiettivamente, hanno anche avuto le loro occasioni. Sta di fatto che, però, le loro reti alla fine erano zero e le nostre sei. A segno Moreira con un’altra magnifica doppietta, Rubei che non poteva mancare a questo appuntamento, segnandone due, Finello, a rappresentanza dei validissimi under 21, e infine la firma d’autore del capitano Anzidei, di fronte a una tribuna quasi tutta biancorossa. Partita molto veloce e combattuta, che alla fine ha fatto emergere la superiorità biancorossa.

IL FUTURO – Non ora, ma già da qualche settimana, si sta preparando il futuro della squadra di calcio a 5 in serie B, la prima nell’ambito della Lega Nazionale. Dopo la serie B ci sono la serie A2 e il massimo campionato, e questo deve bastare per far capire a tutti che siamo arrivati ad un punto di svolta. Nel 99% per cento dei casi avremo il solito girone con Umbre e Sarde, ma potrebbe anche esserci qualche minima sorpresa, anche alla luce di una eventuale riforma del campionato di serie B, per renderlo così più competitivo. Quello che è sicuro, ad oggi, è che una società che, nei suoi primi 3 anni di vita, è salita di categoria altrettante volte, non ha nessuna voglia di arrestare il suo percorso. Diamo per certo  che una buona parte della squadra troverà la sua naturale conferma, anche perché il tasso tecnico della serie B non è poi chissà quanto superiore a quello della serie C1 regionale, anche se poi la questione varia da girone a girone. La bravura della società non risiederà solo nel fare pochi, e giusti, innesti, ma anche quella di trovare, eventualmente, nuove risorse economiche senza snaturare il progetto iniziale di rilanciare il marchio Lodigiani tramite il calcio a 5.

LA COPPA – Intanto, domani, ci attende il ritorno della semifinale di Coppa Italia di serie C, al Pala ToLive (ore 15) di via Leonori, contro la Virtus Rutigliano. Si parte dal 5-3 per noi in terra pugliese, il che dà un non indiferente vantaggio agli uomini di mister Pozzi. Data l’imprevedibilità del calcio a 5, è sempre però bene non abbassare mai la guardia. Va detto che la Virtus Rutigliano ha vinto il proprio campionato da quasi un mese, e ora la tensione agonistica è scesa al minimo, mentre, per noi, questo processo non è ancora arrivato. Massima imprevedibilità nell’altra semifinale, dove a Druento (To) i Bassotti cercheranno di rimontare il 2-1 preso all’andata dai Romagnoli del Faventia. Per quel che riguarda la nostra partita, aggiornamento punteggio e risultato online.

IL VIDEO – proponiamo qui di seguito il video girato da “Calcio a 5 Live” in occasione della partita di Sabato scorso a Ferentino.

Week-end biancorosso 6 e 7 Aprile

Comincia il mese di Aprile, il penultimo di gare agonistiche per le nostre squadre, salvo strascichi in qualche campionato che, ormai, avrebbero solo del clamoroso. Ci sono due sfide, a livello giovanile, assolutamente da non perdere, per i 1996 e i 1997, ma l’attesa, trepidante, è per la partita di Ferentino dello Sporting Lodigiani che ci potrebbe regalare, con ogni probabilità, la certezza della serie B. E allora cominciamo da qui questo ennesimo, fantastico viaggio.

SERIE C1 DI CALCIO A 5, INCONTRO ATLETICO FERENTINO – LODIGIANI , SABATO 6 ALLE ORE 17:00, “ITIS DON GIUSEPPE MOROSINI”IN VIA PIETRALARA, FERENTINO (FR), VENTISEIESIMA GIORNATA: il famoso tappo dello spumante ha una voglia di partire verso il cielo che non finisce più. E’ pronto a partire come il pullman che si dirigerà verso Ferentino, oltre a qualche auto privata. La scaramanzia è tanta, nessuno lo dice ma tutti sono pronti. E’ questa la partita che ci può regalare la promozione verso la serie B, inseguita, di fatto, già dal finale della scorsa stagione, quando eravamo già promossi in serie C1 ma mancavano ancora delle partite da giocare. E mentre sta per essere inserito il penultimo tassello, forse terzultimo (Coppa Italia Nazionale e Coppa Disciplina) per incoronare questo incredibile sogno, potete stare certi che, nello scantinato del PalaTo Live, si stanno già preparando progetti e sogni in grande per la prossima stagione sportiva. Ma tutto a suo tempo, abbiamo ancora un (speriamo) ultimo ostacolo da superare, dopo aver agilmente liquidato la pratica Capitolina. E questo ostacolo non è di poco conto, perché l’Atletico Ferentino, nonostante la classifica decisamente più bassa della nostra (ottava posizione con 37 punti, -34 dalla Lodigiani), è una delle pochissime squadre che ci ha messo in difficoltà durante il torneo (possiamo contare, in tutto, solo i Ciociari, la Lazio e l’Artena, prossima avversaria in casa nostra), l’unica al ToLive di via Leonori. Massimo rispetto quindi per un avversario che, molto probabilmente, sa già come interpretare al meglio la gara contro di noi. C’è un “ma”. Se anche dovessimo pareggiare, e la Folgarella non vincere (cosa peraltro probabile, sul campo di una Capitolina verosimilmente arrabbiata), sarebbe ugualmente promozione. Persino se dovessimo perdere, e sia la Lazio e la Folgarella (biancocelesti impegnati nella durissima trasferta di Artena) non vincessero la loro gara, si festeggerebbe comunque. Ma qui parliamo di campioni assoluti, di gente che, con ogni probabilità, con la stessa formazione, vincerebbe anche un campionato di serie B. Parliamo di una squadra imbattuta da inizio campionato, di una squadra imbattuta in Coppa, parliamo del meglio del meglio del calcio a 5 di serie C. Parliamo di Moreira e dei suoi 41 gol, di Rubei che a 46 anni corre come un treno e segna 26 reti (parziale ancora di stagione), e di tutti i ragazzi che hanno dimostrato unione di intenti e qualità incredibili. E, infine, di un allenatore che non ha mai sbagliato una mossa, il che gli ha spesso consentito capovolgimenti di risultato negli ultimi minuti. Siamo all’ultimo giro di boa, signori. Preparate gli allori!

ALLIEVI REGIONALI ELITE, INCONTRO OTTAVIA – LODIGIANI, DOMENICA 7  ALLE ORE 9:00,  CAMPO “IVO DI MARCO” IN VIA DELLE CANOSSIANE 10, ROMA,  VENTISEIESIMA GIORNATA: la Lodigiani dell’incredibile scalata in classifica non vuole fermarsi, per arrivare a quella cima che si chiama salvezza senza passare per i play out. La stagione dei ragazzi di Alvardi, che hanno tenuto duro nonostante le tante critiche, sta premiando la volontà, l’abnegazione, e una certa qualità tecnica, mostrata nell’arco dell’intera stagione, ma mai premiata dai risultati. Non è stato così negli ultimi turni, e i numeri parlano chiaro e limpido: nelle ultime cinque partite si sono fatti quasi la metà dei punti (ben 13) di quasi l’intera stagione, con le restanti 20 partite. Un vero peccato che il Torneo delle Regioni e la sosta pasquale abbiano interrotto il campionato, perché lo stato di forma dei biancorossi era eccellente. Ora un’altra partita infuocata, l’ennesimo scontro incrociato nel raggio di pochi turni. Parliamo dell’Ottavia, la squadra “X” del torneo: questo perché i biancoblu hanno perso 12 partite ne hanno vinte tre, e pareggiate ben 10. Il che li colloca in terzultima posizione a 19 punti, con la sicurezza dei play out, ma da raggiungere nella miglior posizione possibile, magari la quartultima, per disputare lo spareggio a partita secca in casa. La Lodigiani, rispetto a qualche settimana fa, ha altre realtà a cui rapportarsi, essendo raggruppate quattro squadre tra i 30 e i 29 punti. Questi gli incontri delle nostre dirette avversarie per evitare i play out: Montespaccato – San Lorenzo, Aurelio – Spes Artiglio e Fregene – Nuova Tor Tre Teste. Il San Lorenzo la squadra con più possibilità di portare punti, difficile il match per l’Aurelio, durissimo per il Fregene.

ALLIEVI REGIONALI FASCIA B, INCONTRO  LODIGIANI – CEPRANO, SABATO 6 ALLE ORE 15:00, CAMPO “BORGHESIANA C” , ROMA, VENTIQUATTRESIMA GIORNATA: anche qua parliamo di grandi risalite, perché ora la Lodigiani di Bellucci sta macinando gioco e punti. La scalata alla seconda posizione almeno resta molto ardua, ma, per i terzi in classifica, provarci è il dovere minimo. Lodigiani che non viene battuta da ben otto partite, le cui ultime sei sono state regolarmente vinte. Un biglietto da visita non indifferente per una squadra che aspetta solo un mezzo falso delle due battistrada per potersi ulteriormente rilanciare, tenendo conto che mancano gli scontri diretti da disputare con le prime due della classe, ma anche con quella Vivace Grottaferrata in formissima come noi e che non molla la terza posizione in condominio, avendo indovinato tutte le ultime partite. Saranno proprio loro i nostri prossimi avversari, e questa è l’ultima partita con una tensione agonistica che può, ancora, non essere portata al massimo. Intendiamoci, la partita va vinta eccome. I nostri avversari del Ceprano, dimostratisi ottima formazione all’inizio del torneo, hanno perso terreno col prosieguo del campionato, fino ad arrivare ad un campionato come quello di adesso, con nessuna ambizione, anzi, con un briciolo di attenzione per non scivolare nelle zone veramente calde della classifica. Nelle ultime due partite i Cepranesi hanno dimostrato di non essere all’altezza dell’elite di questo campionato, rimediando nove reti in due partite (e perdendo), contro la prima e contro l’altra terza della classe. Ora sta a noi entrare decisi in campo, senza concedere assolutamente nulla.

GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE, INCONTRO  LODIGIANI – CITTA’ DI MARINO, DOMENICA 7 ALLE ORE 11:00, CAMPO “BORGHESIANA C” , ROMA, VENTISEIESIMA GIORNATA: continua il sereno finale di campionato dei ragazzi di Pizzoni, che, alternando risultati buoni ad altri peggiori, ma con una certa continuità in fatto di gioco, si stanno lentamente congedando da questo campionato che, lo ripeteremo sempre, poteva essere di ambizioni più alte, se lo si fosse cercato un pò di più. Nostro ospite è il Città di Marino, squadra che sta cercando di  evitare degli ingiusti play out contro un’ avversaria che sta una ventina di punti sotto (a dimostrazione di come alcune regole del campionato andrebbero riscritte). Sono i Castellani, quindi, a presentarsi con le maggiori motivazioni agonistiche, anche se di ragazzi che scendono in campo senza voglia di vincere non se ne sono mai visti in nessun angolo del mondo. Nulla d scontato, anche grazie alle ultime uscite convincenti della squadra. Pur non facendo pronostici in termini di risultato, si può facilmente pensare ad una partita alquanto divertente.

GIOVANISSIMI REGIONALI FASCIA B ELITE, INCONTRO LADISPOLI – LODIGIANI , SABATO 6 ALLE ORE 16:45,  CAMPO “M. MARESCOTTI” IN VIA DEL CAMPO SPORTIVO , LADISPOLI(RM),  VENTIQUATTRESIMA GIORNATA: il sesto posto che garantirebbe l’accesso ai play off è, ormai, l’obiettivo minimo di una squadra che ha buttato via la propria stagione in maniera a dir poco clamorosa e inaspettata. Raggiungere i play off vorrebbe dire, se non altro, giocarsela in uno scontro diretto, anche senza il favore del fattore campo. E chiunque pescherà la Lodigiani, qualora play off dovessero essere, non avrà un avversario facile. Va detto che, però, dopo le cinque sconfitte consecutive, non è di certo una vittoria contro l’ultima in classifica che può bastare per dimostrare che la rotta si è invertita. Che piaccia o meno, servono avversari veri da battere, che riescano almeno a farci capire se c’è la possibilità di recuperare quanto si è perso. Il Ladispoli è una di queste: squadra in piena lotta per non retrocedere, darà il tutto per tutto per sfruttare il fattore campo, sapendo di non potersi più permettere alcun passo falso. Anche i rossoblu sono in crisi di risultati, avendo, nelle ultime 7 partite, vinto una sola gara (peraltro contro l’Albalonga regala-punti). Sarà un match aperto e teso dove, con ogni probabilità, chi passa per primo in vantaggio avrà serie possibilità di portare il bottino pieno a casa. Impossibile permettersi altri passi falsi, quindi speriamo bene.

Sporting Lodigiani, aprite le porte!

Dopo un brevissimo svantaggio, la Lodigiani dilaga e vince 8-1 contro la Capitolina. La serie B dista solo due punti! A Ferentino la festa?

Doveva essere, praticamente, l’ultima partita dove, secondo alcuni teorici, la Lodigiani poteva essere ancora rallentata prima della consacrazione definitiva. La Capitolina, l’ultimo ostacolo, l’ultima prova, contro una delle favorite alla vigilia di questo campionato di serie C1. Invece, il rapporto di forza tra le due contendenti, non è mai stato messo in dubbio durante la stagione intera, anzi, esso è andato dilatandosi gradualmente.

Decima partita del girone di andata: la Lodigiani, senza grandi patemi, domina la partita e passa per 6 a 2, davanti ad un gran pubblico. Inizio Gennaio 2013, finale di Coppa Lazio: la Lodigiani domina dall’inizio alla fine, ne segna sei senza subirne neanche una e alza la Coppa al cielo. 23 Marzo 2013: l’apoteosi, con la Lodigiani che aumenta ancora lo scarto di reti nel punteggio finale, con un under che mette a segno questa differenza, quasi una vendetta (sportivamente parlando), per un campionato Under 21 che ha visto, invece, la Capitolina prevalere proprio su di noi.

Poi sono le singole storie che scendono in campo: Valerio Lutta che, appunto, vendica i suoi pari età, giocando e segnando, confermandosi una delle colonne di questa squadra, dal futuro più che promettente. Poi Marcelo Moreira, che se non ne segna almeno tre a partita non è contento, e così è stato anche questa volta. Andrea Rubei, instancabile che, dopo essersi messo per diverse partite al servizio della squadra, ha anche ritrovato la via del gol. Marco Pignotta, che con una doppietta sale a quota 25, una gran soddisfazione, dopo che l’infortunio di Coppa lo aveva fermato per qualche giornata. E poi non poteva, in questa partita che si è trasformata subito in festa, mancare la segnatura del capitano Anzidei, l’uomo degli schemi, quello che, dove lo metti lo metti, sta sempre al posto giusto, dimostrando una intelligenza tattica fuori dal comune. Ma, più in generale, ennesima prova di un collettivo dove ognuno ha il proprio spazio per brillare, oscurando decisamente gli altri.

Non ci va ora di parlare di punti, statistiche, classifiche: la Lodigiani ora è a due soli punti dalla matematica serie B, e, ormai, dopo la sosta pasquale, si aspetta la partita, per carità, non facile (ma…), di Ferentino, per far partire una festa lunga quanto lo stivale italiano. Si perché, dopo l’assaggio di Coppa, che non è assolutamente finito, l’Italia è il palcoscenico che aspetta la Lodigiani. Una volta lo faceva nel calcio, ora c’è il calcio a 5 e, dato quello che abbiamo passato noi tifosi, c’è solo da ringraziare. Il nome viene portato avanti, con l’importanza e la dignità che gli compete.

Aspettiamo la festa del 6 Aprile, perché la bottiglia di spumante sta per esplodere. Poi ci sarà tutto il tempo per programmi futuri, e per capire dove andrà la Lodigiani.